La Val Gardena è una valle circondata dalle Dolomiti di Gardena ed è attraversata dal rio Gardena, della lunghezza di circa 25 chilometri. Il suo territorio è diviso in 3 comuni: OrtiseiSanta Cristina Valgardena Selva di Val Gardena, oltre ad alcune frazioni del comune di Castelrotto, tra cui Ponte Gardena, località dove è situata la stazione ferroviaria principale dell’area. In questa meravigliosa area dolomitica, le lingue ufficiali sono 3: il ladino (la lingua della macro-area geografica, la Ladinia), il tedesco e l’italiano, e troverete ogni indicazione e ogni tipo di informazione ufficiale in tutte e 3 le lingue.

dolomiti-gardena
Le Dolomiti di Gardena, uno spettacolo della natura

Luogo di nascita di diversi campioni dello sci (una fra tutte: Isolde Kostner), la Val Gardena è visitata soprattutto nel periodo invernale, anche se gli splendidi paesaggi dolomitici si prestano perfettamente ad una divertentissima vacanza estiva, con i propri amici ma anche con la famiglia: piste come quella del Saslong (tappa fondamentale della Coppa del Mondo di sci), rendono l’idea della qualità degli impianti e delle piste che potrete trovare. Anche la Val Gardena, così come tutte le aree sciistiche più importanti delle Dolomiti, fa parte del comprensorio sciistico Dolomiti Superski, il più grande e famoso del mondo; grazie ai collegamenti con la vicina Alpe di Siusi, inoltre, dà un’offerta impareggiabile ai turisti che decidono di visitarla durante i mesi invernali.

Il vantaggio di essere parte del Dolomiti Superski, consiste principalmente nel fatto che con un unico pass avrete accesso praticamente a tutti gli impianti sciistici delle Dolomiti. Oltre alla Val Gardena, infatti, sono coperte le aree di Cortina d’Ampezzo, del Plan de Corones, dell’Alta Badia, dell’Alpe di Siusi, della Val di Fassa, di Arabba, della Marmolada, dell’Alta Pusteria, della Val di Fiemme/Obereggen, di San Martino di Castrozza/Passo Rolle, della Valle Isarco, delle Tre Valli e di Civetta.

santa-cristina-val-gardena
Santa Cristina di Val Gardena

Una delle perle delle Dolomiti: il Sella

Il gruppo del Sella è uno dei più famosi e importanti gruppi montuosi delle Dolomiti, posizionato tra le valli di Fassa, Livinallongo, Badia e Gardena; il Sellaronda è il nome con cui viene indicato il percorso sciistico e stradale intorno a questa catena montuosa: sia d’estate che d’inverno, l’esperienza del Sellaronda vi regalerà emozioni intensissime! Proprio perché collega i quattro valichi alpini sopracitati, il Sellaronda viene anche definito come Giro dei 4 passi, e tocca ben 3 province e due regioni: le province autonome di Trento e Bolzano in Trentino, e la provincia di Belluno in Veneto.

Durante la stagione sciistica, con un unico skipass avrete quindi la possibilità di affrontare ben 26 chilometri di discese! Per completare il giro, della durata di circa 6 ore, vi consigliamo di partire la mattina: alle 17, infatti, l’impianto chiude. Il giro può essere compiuto in senso orario (Sellaronda arancione) o in senso antiorario (Sellaronda verde): scierete su chilometri e chilometri di piste che partono da e arrivano a splendide località: Selva di Val Gardena, Colfosco, Corvara in Badia, Arabba, sono solo alcuni dei posti che avrete la possibilità di visitare sciando su queste meravigliose piste.

sella-dolomiti
Il gruppo del Sella, uno dei principali massicci montuosi delle Dolomiti

Anche in estate, il Sellaronda offre la possibilità ai turisti di scoprire i 4 valichi alpini anche in mountain bike: il Sellaronda MTB Tour, infatti, è uno dei percorsi più conosciuti e apprezzati non solo in Val Gardena, ma nell’intero arco alpino. Grazie alle guide alpine, che vi spiegheranno i segreti di queste montagne, e ai numerosi impianti di risalita qui presenti, potrete compiere il giro del massiccio del Sella in una sola giornata. Se lo percorrete in senso orario, il Tour è di 65 chilometri con un dislivello di 550 metri; in senso antiorario, invece, il percorso è di 55/56 chilometri con un dislivello che va da 1200 a 1640 metri.

Escursioni, arrampicate e MTB

Nonostante la Val Gardena sia rinomata soprattutto nel periodo invernale, le Dolomiti sono uno spettacolo impareggiabile anche durante le fresche estati trentine. Gli appassionati dell’escursionismo in alta quota conosceranno sicuramente il sentiero del pastore, uno dei più affascinanti dell’intero arco alpino; ma la Val Gardena offre ai propri turisti anche degli splendidi itinerari spalmati su più giorni: è il caso della Val Gardena 2000, un giro che propone diversi percorsi adatti ad ogni esigenza e ad ogni livello, tutti sopra la quota dei 2.000 metri d’altezza.

escursione-val-gardena
L’escursionismo è una delle attività principali dell’estate in Val Gardena, grazie alla naturale bellezza dei paesaggi circostanti

Attraverso il sito www.dolomitesalpine.it potrete trovare, oltre che i percorsi escursionistici consigliati, anche diverse proposte per le decine e decine di scalate che questi territori rendono possibili: in particolare, sono le vie ferrate ad essere il principale punto di riferimento delle attività di climbing estivo. I percorsi da noi consigliati sono, in particolare, la via ferrata delle Mésules, adatta però solo agli scalatori più esperti, la famosa via ferrata Brigata Tridentina, e il sentiero Oskar Schuster, ancora più difficili della precedente: la Val Gardena, infatti, è uno dei luoghi più adatti agli scalatori più esperti, che qui possono tenersi in allenamento e affrontare tracciati molto impegnativi; per i principianti, comunque, sono sempre disponibili le numerose palestra di roccia indoor, dove potrete imparare i primi rudimenti di questa fantastica disciplina.

sellaronda-mtb-tour
Il Sellaronda MTB Tour, una serie di tracciati attorno al gruppo del Sella per gli amanti della mountain bike

Il Sellaronda MTB Tour rientra nella Bike Region Val Gardena, una serie di 30 tracciati ben segnalati e con diversi gradi di difficoltà, per un percorso di oltre 1.000 chilometri tra le splendide montagne della Val Gardena e dell’Alpe di Siusi con altitudini che variano tra i 700 e i 2450 metri; per maggiori informazioni, visitate il sito www.mtb-dolomites.com.

Il Parco Naturale Puez-Odle

Il Parco Naturale Puez-Odle è compreso all’interno di un grande altipiano delle Dolomiti nord-orientali, ed ha un’estensione di oltre 10 mila ettari. Come il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, presenta al suo interno un’enorme varietà di fauna e soprattutto di flora; caratteristica, quest’ultima, tipica dell’intero ecosistema dolomitico. Gli obiettivi dichiarati del Parco sono essenzialmente due: da un lato, la cura del patrimonio naturale del territorio, dall’altro, lo studio e la ricerca scientifica all’interno di questa splendida cornice.

parco-naturale-puez-odle
Il Parco Naturale Puez-Odle

Come arrivare

In auto

Dall’uscita di Chiusa, la Val Gardena dista circa 15 chilometri.
da sud: tramite l’autostrada del Brennero (A22), passate per Verona, Trento, Bolzano fino ad arrivare a Chiusa; in una ventina di minuti, seguendo la segnaletica arriverete prima Ortisei, poi S. Cristina e poi Selva Gardena;
da nord: sempre sull’A22, il tragitto è Innsbruck, Brennero e infine Chiusa; anche qui, basteranno una ventina di minuti per raggiungere nell’ordine Ortisei, S. Cristina e Selva Gardena.

In treno

Per arrivare in Val Gardena ci sono diversi treni InterRegionali (da Verona e da Bologna), InterCity (da Lecce, Pescara, Bologna) e EuroCity (da Verona, Bologna e Milano). Le fermate, sono quelle di Bolzano o Bressanone: a ogni ora del giorno, partono poi bus diretti in Val Gardena (alcuni alberghi prevedono addirittura un servizio navetta da queste stazioni).
Un’alternativa è quella di prendere, una volta arrivati a Bolzano o Bressanone, un treno regionale fino a Ponte Gardena, e solo da lì prendere il bus fino alla Val Gardena; con i treni regionali provenienti da Bologna o da Verona, peraltro, Ponte Gardena è una delle fermate successive: in questo caso, vi consigliamo di scendere lì.

In aereo

Gli aeroporti più vicini sono quelli di Milano, Bergamo, Venezia, Verona, Innsbruck e Monaco.
Dall’aeroporto di Milano: per arrivare in Val Gardena in autobus, consultate il sito www.altoadigebus.it. In treno, raggiungete prima la stazione ferroviaria di Milano (vai su www.sea-aeroportimilano.it); poi, arrivate da Milano Centrale alla stazione di Bolzano, e infine da Bolzano alla Val Gardena in autobus (vedi su www.sii.bz.it);
dall’aeroporto di Bergamo: per arrivare in Val Gardena in autobus, consultate il sito www.altoadigebus.it. In treno, raggiungete prima la stazione ferroviaria di Milano (consultate gli orari su www.terravision.eu); poi, arrivate da Milano Centrale alla stazione di Bolzano, e infine da Bolzano alla Val Gardena in autobus (vedi su www.sii.bz.it);
dall’aeroporto di Venezia: arrivate alla stazione di Venezia in autobus, poi di qui prendete un treno fino alla stazione di Bolzano e, infine, un autobus per la Val Gardena (vedi su www.sii.bz.it);
dall’aeroporto di Verona: per arrivare in Val Gardena in autobus, consultate il sito www.altoadigebus.it. In treno, raggiungete prima la stazione ferroviaria di Verona (vai su www.aeroportiverona.it); poi, arrivate da Verona alla stazione di Bolzano, e infine da Bolzano alla Val Gardena in autobus (vedi su www.sii.bz.it);
dall’aeroporto di Innsbruck: solo in inverno, è disponibile un autobus diretto dall’aeroporto di Innsbruck alla Val Gardena (vedi su www.altoadigebus.it); oppure arrivate alla stazione di Innsbruck in taxi, poi di qui prendete un treno fino alla stazione di Chiusa, Ponte Gardena oppure Bressanone e, infine, un autobus per la Val Gardena (vedi su www.sii.bz.it);
dall’aeroporto di Monaco: per arrivare in Val Gardena direttamente in autobus, consultate i siti www.altoadigebus.it o www.silbernagl.it (qui, cercate il Monaco Express). Per arrivare in treno, invece, prendete prima un tram fino alla stazione ferroviaria di Monaco; da qui, prendete un treno fino alla stazione di Chiusa, Ponte Gardena o Bressanone (vedi su www.trenitalia.com o su www.bahn.de); infine, prendete un autobus fino alla Val Gardena (www.sii.bz.it).