Barcellona, nonostante non sia certo definibile una piccola città, ha la fortuna per il turista di veder concentrati i luoghi di interesse in una porzione relativamente piccola di città e, in ogni caso, è servita da un efficiente servizio metropolitano composto da ben 11 linee, che riusciranno a venire incontro anche alle esigenze dei più ‘pigri’. Per aiutarvi nel vostro soggiorno catalano, comunque, vi tornerà sicuramente utile una breve mappa dei luoghi di maggior interesse di Barcellona, così da non perdervi neanche un’attrattiva di questa meravigliosa città!

mappa-barcellona
Una mappa coi luoghi di maggior interesse di Barcellona

Barcellona è divisa in 10 distrettiCiutat Vella, Eixample, Sants-Montjuic, Les Corts, Sarrià-Sant Gervasi, Gràcia, Horta-Guinardò, Nou Barris, Sant Andreu Sant Martì. Ognuno di essi è poi diviso in quartieri, suddivisione ufficiale anche da un punto di vista istituzionale. I luoghi di interesse che vi suggeriremo sono perlopiù situati nei primi due distretti: quello della Ciutat Vella, che rappresenta il centro storico di Barcellona, e quello dell’Eixample, dove si trovano la Sagrada Familia La Monumental.

Ovviamente, nei nostri suggerimenti abbiamo dovuto scartare, per ragioni di spazio, moltissimi altri luoghi che sicuramente avrebbero meritato la nostra attenzione: nel solo Eixample, ad esempio, abbiamo dovuto ‘scartare’ la Casa Milà, la Casa Amatller e la Casa Batllò, luoghi dal sicuro interesse storico-architettonico, o i due musei di El Raval: il MACBA e il CCCB. E la lista potrebbe continuare all’infinito. Chiaramente, nulla vi impedisce di visitare a fondo la città! Vedrete che, se piuttosto che progettare una vacanza di 3 giorni deciderete di prolungare il vostro soggiorno, Barcellona riuscirà ad offrirvi molto più di quello che pensate!

La Rambla

Chi di voi non ha mai sentito parlare del celebre viale di Barcellona?! La Rambla della capitale catalana è, infatti, la strada più famosa della città (e, forse, dell’intera Spagna); si estende per poco più di un chilometro da Plaça Catalunya fino ad arrivare alla costa, attraversando tutti i quartieri della Ciutat Vella, come El Raval, Barri Gòtic, La Ribera, fino ad arrivare alle spiagge di Barceloneta.

Ma la Rambla non è solo una strada. E’ un punto d’incontro tra turisti e barcellonesi che, in quel magico viale dove si incontra tutta la città, condividono la vera essenza di Barcellona, il suo vero spirito di città aperta ad ogni nuova esperienza e multiculturale. E’ sorprendente notare come in ognuna delle 6 ramblas in cui è suddivisa, si possa ricreare un micromondo a sé. Percorrendo la Rambla, è proprio il caso di dirlo, si percorre Barcellona.

ramblas
Una giovane coppia si cimenta in un tango sulla Rambla

La Sagrada Familia

E’ il simbolo architettonico della città, come il Colosseo per Roma o la Statua della Libertà per New York: tappa assolutamente obbligata per ogni visitatore di Barcellona.

La Sagrada Familia viene associata in maniera naturale alla figura di spicco del modernismo catalano: Antoni Gaudì. La sua grande opera, a cui si dedicò in maniera esclusiva gli ultimi 15 anni della sua vita, sarà completata solo nel 2026. La Sagrada Familia ha l’indiscusso primato, infatti, di essere l’opera in fieri più famosa e più visitata al mondo, con l’indubbio vantaggio per i visitatori di poter vedere all’opera scultori e maniscalchi durante la costruzione dell’imponente basilica, situata nel quartiere Eixample. Non vederla, sarebbe un errore imperdonabile!

sagrada-familia
La Sagrada Familia, simbolo internazionale di Barcellona

Il Parco Guell

Il Parco Guell è una delle attrattive principali di Barcellona, sicuramente la struttura più stravagante e particolare. Il genio di Antoni Gaudì, con quest’opera, dà ancora prova dello strettissimo legame che lega il maestro del Modernismo catalano a Barcellona, a cui ha regalato meravigliosi capolavori, come questo parco e la Sagrada Familia.

Commissionato dal mecenate Guell, all’interno del parco Gaudì ha potuto dare libero sfogo a tutto il suo estro artistico, creando una serie di sculture e di edifici che si intersecano benissimo con la natura circostante, creando al contempo un mondo fiabesco e meravigliosamente fantasioso. Consigliamo di utilizzare una mezza giornata per una visita completa del parco, rimarrete a bocca aperta!

parco-guell-colonne
Le colonne che sorreggono la Piazza della Natura, al Parco Guell

Barceloneta

Barceloneta è il quartiere di Barcellona più in voga nel pomeriggio e nel preserata, coi suoi numerosi locali sulla spiaggia e la splendida cornice costiera che gli fa da naturale sfondo. Anche questo quartiere appartiene al distretto della Ciutat Vella, nel centro storico della città, ed ha una lungomare (la Passeig Maritimideale da attraversare in bicicletta. Le sue attrattive, oltre allo splendido paesaggio, sono i due monumenti di Frank Gehry e di Rebecca Horn (rispettivamente il Peixe d’Or e l’Homenatge a la Barceloneta), oltre all’Acquarium, il secondo acquario più grande d’Europa dopo quello di Genova, e il Museo d’Historia de Catalunya, perfetto per conoscere un po’ di storia della regione.

Un giusto mix di divertimento e cultura, con un chilometro di spiaggia a farla da cornice. Il nostro consiglio è quello di farci assolutamente un salto, prima di partire.

barceloneta
La splendida spiaggia di Barceloneta

La Cattedrale di Sant’Eulalia

E’ il ‘pezzo pregiato’ del Barri Gòtic, è un capolavoro dell’arte gotica e una delle meraviglie architettoniche di Barcellona. Parliamo della Cattedrale di Sant’Eulalia, il monumento più antico di Barcellona, dichiarato basilica minore già nel 1867. Questa cattedrale, la cui prima pietra fu posta nel 1298, richiese più di 6 secoli di duro lavoro per essere completata. Dedicata alla santa protettrice della città (le cui reliquie sono qui custodite) è quella che viene riconosciuta come Cattedrale di Barcellona, ed è sede dell’arcivescovato della capitale catalana. Una vera meraviglia!

cattedrale-sant-eulalia
La sontuosa Cattedrale di Sant’Eulalia

Il Barri Gòtic

Il Barri Gòtic, il Quartiere Gotico situato nel centro storico della città, è forse la zona architettonicamente più elegante di Barcellona, grazie al suo stile inconfondibile. Oltre che per la presenza della Cattedrale di Sant’Eulalia, vi consigliamo assolutamente di visitarla per gli altri suoi numerosissimi luoghi di interesse.

In questo quartiere, infatti, potrete ammirare le splendide basiliche di Santa Maria del Mar e di Santa Maria del Piil Museu Picasso, la Plaça Reial e la Plaça de Sant Jaumequest’ultima sede del Palau de la Generalitat de Catalunya e della Casa de la Ciutat, e il caratteristico Els Quatre Gatsstorico locale della Barcellona a cavallo tra l’8-‘900.

casa-de-la-ciutat
La Casa de la Ciutat in Plaça de Sant Jaume, sede del municipio di Barcellona

La Ribera

La Ribera è il quartiere più ‘ribelle’ di Barcellona: il fermento giovanile qui trova piena espressione attraverso le numerose attività culturali di cui La Ribera può vantarsi. Non è un caso se è situato in questo quartiere il Palau de la Musica Catalanauno splendido edificio espressione del miglior Modernismo catalano. Né miglior collocazione poteva avere il Parc de la Ciutadella, il parco più grande della città, anch’esso pieno di numerose attrattive al suo interno, oltre che di una magnifica cornice di verde tutto intorno. Vi troverete facilmente a passare per questa zona di Barcellona e, ve lo assicuriamo, non ne vorrete più uscire!

parc-de-la-ciutadella
Una gita in barca a remi all’interno del Parc de la Ciutadella

La Monumental

Quale miglior modo per chiudere il nostro itinerario se non quello di far visita a La Monumental, la plaza de toros più importante di Barcellona e tra le più famose di Spagna? Situata in zona Eixample, nel quartiere della Sagrada FamiliaLa Monumental incarna lo spirito tradizionale di Barcellona, quello legato visceralmente alla propria storia; a coronamento di questo ideale cammino nella storia secolare della Catalogna, all’interno de La Monumental troviamo anche il Museo Taurino, con gli oggetti utilizzati dai più grandi toreri spagnoli sulla terra di quest’arena.

la-monumental
La Monumental vista dall’alto