Arcipelago al nord delle coste siciliane, le isole Eolie sono state dichiarate dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità per i fenomeni vulcanici che le interessano. Queste loro origini vulcaniche, il mare blu cobalto, la natura selvaggia ed incontaminata, i borghi caratterizzati dalla tipica architettura eoliana, la tranquillità delle magnifiche calette: queste perle del Mediterraneo sono questo e molto di più. Ecco allora tutte le informazioni che possono esservi utili per organizzare un viaggio da favola su queste isole straordinarie.

eolie-panorama
Un meraviglioso panorama delle isole Eolie

La storia

Abitate sin dal Neolitico, le isole Eolie sono ricche di ossidania: materiale all’epoca dei Romani molto utilizzato, determinò una fiorente attività commerciale che fece prosperare le isole a partire da Lipari. Man mano anche le altre isole furono abitate diventando punto strategico nel commercio dei metalli. Dominate prima dai Greci e poi dai Romani, furono poi attaccate dai turchi e la dominazione passò dagli spagnoli  ai siciliani. Il loro nome deriva proprio dai dio greco Eolo visto che qui si credeva ci fosse la sua dimora.

le-isole-eolie
Le isole Eolie

Il territorio

Le Eolie sono composte da 7 isole principali (Lipari, Salina,Vulcano, Stromboli, Alicudi, Filicudi e Panarea) e altre cinque isole più piccole nei dintorni di Panarea (Dattilo, Basiluzzo, Lisca Nera, Lisca Bianca e Bottaro). Di origine vulcanica, sono da sempre studiate da esperti di tutto il mondo: qui possono essere analizzate infatti due tipologie di eruzioni, vulcaniane e stromboliane. La flora e la fauna hanno subìto l’influenza delle varie popolazioni che hanno abitato le isole portando con loro specie vegetali e animali differenti. In generale la vegetazione è mediterranea con alcune varietà endemiche; ancora di più può dirsi per gli animali presenti come la lucertola delle Eolie che oggi si trova solo sull’isola di Vulcano e altri pochi scogli. Di particolare interesse è la fauna marina: un animale che potete avvistare è ad esempio il delfino.

Il clima delle isole Eolie è temperato e questo le rende visitabili sempre. In inverno difficilmente si scende sotto i 14°C e in estate l’afa è mitigata dalla brezza marina. Le escursioni termiche sono minime e i giorni di pioggia pochi: il mese meno piovoso è luglio mentre quelli con più precipitazioni sono novembre, dicembre e gennaio (è molto raro che nevichi). L’acqua del mare è sempre molto piacevole tanto che ci si può tuffare da maggio ad ottobre.

vulcano-cratere
Il cratere fumante di Vulcano

Cosa vedere e cosa fare alle isole Eolie

Sono tante le località da visitare alle Eolie a partire dalle magnifiche spiagge che potete trovare in ognuna delle isole. Dalla spiaggia Bianca di Lipari alla splendida Cala Junco di Panarea passando per la spiaggia di Pollara a Salina. Sull’isola di Vulcano potrete affondare i piedi sulla morbida sabbia nera delle spiagge del Gelso, delle Fumarole e dell’Asino mentre a Stromboli potete scegliere tra le spiagge di Lazzaro, di Forgia Vecchia, di Ficogrande e di Punta Lena. Nelle due isole più selvagge, Alicudi e Filicudi, provate infine a noleggiare una barca e a scoprire le suggestive baie raggiungibili solo via mare.

lipari-mare
Una veduta del mare di Lipari

Ognuna delle isole Eolie offre ai visitatori un piccolo tesoro da scoprire. A Lipari, la maggiore, troverete molti servizi oltre che negozi dove fare shopping. Visitate il Museo Archeologico Eoliano, la chiesa di San Bartolomeo, quella di San Giuseppe e infine la chiesa di Quattropani; fate infine una camminata fin sopra il Belvedere di Quattrocchi dal quale godere di un paesaggio mozzafiato. Se siete più mondani scegliete invece Panarea, isola adatta soprattutto ai ragazzi che in estate possono divertirsi nelle tante discoteche: durante il giorno ammirate invece l’originale architettura eoliana.

porto-panarea
Il porto di Panarea

Di tutt’altro genere sono invece Filicudi ed Alicudi, due isole che sono la meta preferita per tutti quei viaggiatori che desiderano godersi in tutta tranquillità il mare. Qui la natura è incontaminata e selvaggia, ci sono pochissime strutture alberghiere ed il soggiorno può essere dedicato al riposo e alla scoperta di paesaggi indimenticabili. Affittate uno scooter e vivete seguendo i ritmi lenti di questa parte delle Eolie. E se siete amanti della natura anche Stromboli fa per voi: qui c’è il vulcano attivo e lo Strombolicchio, il più antico dell’arcipelago. A Vulcano provate le terme mentre a Salina dedicatevi al trekking fino all’antico cratere della Fossa delle Felci.

fanghi-vulcano
Le terme di Vulcano

Come arrivare

Come raggiungere le isole Eolie? Potete farlo solamente in aliscafo o a bordo di traghetti; un’altra opzione è quella in elicottero visto che ci sono alcune compagnie che effettuano questi trasferimenti dagli aeroporti di Palermo, Catania e Reggio Calabria. Il porto dal quale partono più collegamenti con le isole è quello di Milazzo ma ce ne sono anche da Reggio Calabria, Palermo e Messina. Evitate di portare l’auto con voi: in alcune delle isole non è possibile accedervi e in generale il consiglio è quello di affittare un mezzo in loco come un semplice e comodo scooter. Le compagnie alle quali rivolgervi? La Siremar, la Ustica Lines e la NGI.

porto-filicudi
Il porto di Filicudi

Dove soggiornare

Sulle isole Eolie potete soggiornare in hotel, pensioni, B&B, campeggi, ostelli e agriturismi. Avete un’ampia scelta di sistemazioni e di conseguenza anche di prezzo. Le due isole dove troverete meno servizi sono Alicudi e Filicudi: qui non ci sono locali notturni come pub o discoteche e i ritmi di vita sembrano essere rimasti a molti anni fa. Chi desidera una vacanza qui sa di non doversi aspettare troppe comodità e avere poca scelta a livello di hotel. Differente è il caso di Panarea dove invece è possibile scegliere tra hotel di lusso e più intimi B&B. A Lipari, la più grande delle isole, non avrete problemi: è da considerarsi infatti come quella più a misura di turista. Anche per Salina, Stromboli e Vulcano potrete optare per sistemazioni differenti e confortevoli.

hotel-lipari
La piscina dell’Hotel Mea di Lipari