Alicudi è una delle isole appartenenti all’arcipelago delle Eolie. Da un punto di vista amministrativo, essa appartiene al comune di Lipari, nella provincia di Messina. Si tratta dell’isola più occidentale delle Eolie, e dista all’incirca 63 chilometri da Lipari; dalla pianta quasi circolare, quest’isola ha un’estensione che supera di poco i 5 chilometri quadri. Meta turistica molto apprezzata, presenta numerose bellezze paesaggistiche, come andremo a scoprire tra poco.

Cosa vedere ad Alicudi

Si tratta senza ombra di dubbio della più selvaggia e incontaminata delle Isole Eolie, un’isola che trasuda storia in ogni suo angolo, e che sembra aver trovato la pace dei sensi soltanto adesso, quando l’equilibrio degli elementi naturali dà quasi l’idea di aver raggiunto il suo culmine. A causa della sua geomorfologia, Alicudi non presenta strade o sentieri sul suo territorio, e forse questo ne aumenta il fascino.

La parte occidentale, composta da canali e vecchie colate, è quasi totalmente inaccessibile, mentre è al nuovo pontile di Scalo Palumbo (costruito nel 1990) che avviene l’approdo. E’ attorno al porto che si sviluppa la vita della piccola isola, dentro la quale mancano farmacie, bancomat e uffici bancari, oltre ad essere totalmente assente la vita notturna. Qui si gode del paesaggio!

Le caratteristiche abitazioni di Contrada Tonna
Le caratteristiche abitazioni di Contrada Tonna

Nella parte occidentale appena citata, parte della zona accessibile è occupata dalla Contrada Tonna, un piccolo concentrato di case rurali dove è possibile ammirare la rinomata ‘architettura eoliana’, ad esempio nei gradoni costruiti con muri a secco, o nella suggestiva Via Crucis, viva testimonianza della devozione dei poco più di 100 abitanti.

Nel versante opposto, quello orientale, è invece situato il borgo di Sgurbio, composto da appena 5 case che presentano i nomi dei 5 sensi dell’uomo. Molto complicato da raggiungere a piedi, con sentieri anche abbastanza tortuosi e comunque difficili da trovare per i turisti, è preferibile raggiungerlo via mare.

Nei pressi di questo borgo, è situata la Chiesa di San Bartolo, che ha assunto l’aspetto attuale dopo il rifacimento del 1821, quando la sagrestia del XVII secolo venne ampliata e ristrutturata. E’ raggiungibile dal porto, con una strada che porta anche all’altra chiesa dell’isola, la chiesetta del Carmine, curiosamente caratterizzata da un campanile ben distinto dalla struttura centrale.

La vecchia Chiesa di San Bartolo
La vecchia Chiesa di San Bartolo

Altra piccola curiosità. Qui ad Alicudi è presente una minuscola enclave tedesca, nella zona di Pianicello, in cui i suoi abitanti sono appunto madrelingua tedesca, che negli anni hanno assunto dei particolarissimi tratti del siciliano; questo minuscolo borgo è situato nella parte centro-occidentale dell’isola.

Le spiagge di Alicudi

Alicudi, come del resto tutte le Isole Eolie, ha nel suo meraviglioso mare e nelle spiagge che da esso sono bagnate le principali attrazioni. In questo, nemmeno Alicudi fa eccezione, anzi il suo essere particolarmente incontaminata la rende quasi una meta di lusso per i turisti che sono intenzionati ad entrare davvero in contatto con la natura circostante.

La piccola spiaggia di Alicudi Porto
La piccola spiaggia di Alicudi Porto, la principale dell’isola

Le spiagge di Alicudi si concentrano principalmente attorno al porto, il vero fulcro della vita dell’isola delle Eolie. Ma è la stessa spiaggia di Alicudi Porto ad essere considerata la principale dell’isola. Costituita nella quasi totalità da ciottoli, quest’isola è molto facile da raggiungere anche a piedi e, attorno all’acqua cristallina, molto suggestive sono anche le barche colorate che ne fanno da cornice.

Il fatto che questa spiaggia sia raggiungibile a piedi è un dettaglio non di poco conto; è difficile, infatti, che gli splendidi arenili di quest’isola possano non essere raggiunti via mare con una delle barche messe a disposizione dai pescatori di Alicudi, per cui la spiaggia appena citata è una delle più frequentate dai turisti. A proposito: approfittatene per fare un giro in barca attorno all’isola, è un’esperienza davvero meravigliosa!

La spiaggia di Bazzina
La spiaggia di Bazzina

L’altra spiaggia molto conosciuta di Alicudi è la spiaggia di Bazzina, anch’essa raggiungibile solo con la barca, che prende il nome dall’omonima contrada. Si tratta di una piccola e meravigliosa insenatura, con acque limpide e dai bassi fondali ideali anche per le famiglie con i bambini e, soprattutto, agli appassionati di snorkeling.

Hotel ad Alicudi

Ad Alicudi sono davvero poche le strutture ricettive per i turisti che scelgono quest’isola come meta delle proprie vacanze. Questo sia perché sono tante le zone inaccessibili di un’isola già piccola, sia perché ad Alicudi quest’aura di natura incontaminata è… reale, e qui ci tengono davvero tanto! In questo paragrafo vi indichiamo due delle poche strutture che abbiamo testato, e che comunque soddisfaranno le vostre esigenze.

La prima di queste è il B&B Alicudi Giardino dei Carrubi, situata a circa 15 minuti a piedi dal porto, ideale per le escursioni a piedi in tutta l’isola. Connessione wifi gratuita in tutta la struttura, oltre ad un bel salone in comune, sono le caratteristiche principali di questo piccolo bed & breakfast, che presenta delle camere che vantano una vista panoramica sul mare, una terrazza e un bagno privato con doccia.

Lo splendido panorama dal terrazzo di un appartamento di Casa Mulino
Lo splendido panorama dal terrazzo di un appartamento di Casa Mulino

Altra struttura che vi consigliamo è l’affittacamere ad appena un minuto a piedi dalla spiaggia: Casa Mulino. Deposito bagagli messo a disposizione dai proprietari, oltre alla connessione wifi gratuita in ogni area sono alcuni dei servizi offerte. Gli appartamenti, poi, dispongono di  area salotto ideale per il relax, altre con terrazza o balcone, le sistemazioni dispongono di TV e bagno privato con vasca o doccia, set di cortesia e asciugacapelli. Questa può rappresentare un’ottima soluzione low cost per la vostra vacanza!

Clima e Meteo di Alicudi

Alicudi ha lo stesso tipo di clima che ritroviamo anche sulle Isole Eolie: inverni particolarmente miti, con temperature medie attorno ai 10 gradi, ed estati particolarmente calde, con il termometro che a volte supera anche i 35°, ma mitigato dalla brezza marina e dall’umidità limitata. In poche parole, un clima tipicamente mediterraneo.

Come arrivare ad Alicudi

via mare

Trattandosi di un’isola e non avendo un aeroporto, ovviamente l’unico modo per arrivare nella suggestiva Alicudi è via mare. Vi sono numerosi traghetti che partono ogni giorno da Reggio Calabria, Palermo, Napoli, Messina Milazzo, coi biglietti prenotabili online o acquistabili direttamente sul nei porti di queste città.

in treno

Sono numerosi i treni di Trenitalia che vanno verso Milazzo: partono da Milano, Torino, Palermo, Venezia o Messina. Una volta arrivati a Milazzo, dovrete quindi prendere il vostro traghetto per l’isola di Alicudi.

in aereo

Gli aeroporti collegati direttamente con Milazzo o con Messina tramite autobus sono quelli di Palermo, Catania, Trapani Reggio Calabria; una volta arrivati, potrete arrivare ad Alicudi tramite traghetto.