Se dopo aver visitato le bellezze reali di Buckingham Palace, aver regolato le lancette del proprio orologio al rintocco delle campane del Big Ben ed aver fatto un giro panoramico sul London Eye non siete ancora stanchi, potete dedicare parte delle vostre giornate londinesi alla visita dei musei. Uno dei più visitati è il Museum of London.

Descrizione del Museum of London

Come suggerisce il nome, il Museum of London è il museo che custodisce gelosamente ogni cosa che ha segnato la storia della città di Londra, fin dalla preistoria ad oggi. Insieme a pochi altri musei al mondo, rientra nel guinness delle strutture con le più vaste collezioni che riguardano il proprio territorio. Si pensi, ad esempio, che il Museum of London ha un archivio contenente più di 250 mila immagini di Londra, oltre a 5 mila ore di video interviste ai cittadini londinesi e migliaia di fossili e reperti rinvenuti sul letto del Tamigi. Esiste anche una sezione dedicata all’archeologia con una raccolta di 17 mila scheletri. Le esposizioni del museo non sono fisse ma variano sempre, ogni volta che viene raccolto qualche campione di particolare interesse.

Museum-of-london
Lord Mayors Coach – Museum of London

Fondamentalmente il Museum of London, che si trova a pochi passi dalla cattedrale di St Paul, è stato suddiviso al suo interno in due macro percorsi: il primo riguarda il periodo che va dalla preistoria agli anni a cavallo del 1700, mentre il secondo parte proprio dal 1700 fino ai giorni nostri.

La prima area comprese 4 sezioni:

  • dal 500 a.C fino al 50 d.C, anni in cui si registrano le prime presenze umane lungo il Tamigi. Nel Museum of London sono esposte raccolte di arnesi, asce, ossa e vasellame risalente addirittura all’era paleolitica, età del Bronzo e del Ferro. Tali reperti sono stati rinvenuti quasi tutti durante i lavori dello sviluppo della città di Londra alla fine del XIX secolo.
  • dal 50 d.C al 410 d.C, sono stati rinvenuti anche più di 47 mila reperti risalenti al periodo Romano, fra cui statue e sculture marmoree del Tempio di Mitra, oltre a posate, armature e monete.
  • dal 410 al 1558, epoca sassone e medievale, con armi e asce vichinghe, oltre ad abiti, ceramiche e monete medievali.
  • dal 1558 al 1700, periodo Tudor e Stuart, che offre la visione di gioielli risalenti all’epoca elisabettiana e giacobina, insieme ad un’affascinante collezione di spade del 1600.

La seconda area, quella più recente, è invece suddivisa per zone tematiche, con sezioni che raccontano alcune storie di vita, con interviste e fotografie, che peraltro mostrano alcuni lavori della costruzione della metropolitana di Londra, del Metropolitan District Railway e delle suffraggette. La vita londinese degli ultimi 3 secoli viene raccontata nel Museum of London anche attraverso abiti della Famiglia Reale, oggetti d’uso quotidiano come giocattoli e arredi, ed infine con opere d’arte legate al mondo della pittura e manifattura.

Insomma, il Museum of London, inaugurato alla fine degli anni ’70, racchiude fra le sue mura davvero tante cose da vedere, seguendo percorsi obbligati studiati dagli architetti Philip Powell e Hidalgo Moya,  pieni di punti di interattività, per aiutare il turista a comprendere ciò che guarda. Lo spirito con cui bisogna entrare nel Museum of London deve essere dettato dalla voglia di conoscere la storia della città attraverso cose anche molto semplici. Una moneta, infatti, potrebbe celare anni di guerre, pesti ed incendi.

Museum-of-london
Un tratto della Victorian Walk – Museum of London

Oltre ai tour guidati in lingue inglese ed altre lingue, sono disponibili gratuitamente attività per le famiglie e per bambini. Periodicamente, gli spazi espositivi del Museum of London vengono utilizzati anche per alcune mostre particolari, le cosiddette exhibition, il cui calendario può essere consultato sul sito ufficiale.

Dopo aver seguito il vostro tour, potrete concedervi un break o una vera e propria pausa pranzo in uno dei bar e ristoranti del Museum of London, che servono sandwich, zuppe, insalate, oltre a dolci e caffè: un’occasione unica per familiarizzare con la cucina e le abitudini alimentari londinesi.

Terminato il vostro pasto, passate dalla boutique del Museum of London, ricco di souvenir della storia di Londra, gadget e libri.

Museum-of-london
Un altro angolo della People City

Come raggiungere il Museum of London

Questo entusiasmante museo si può raggiungere in modo molto semplice utilizzando il rapido ed efficiente sistema metropolitano scendendo alle vicine stazioni di Barbican oppure St Paul’s. Se, invece, decideste di prendere un autobus, salite sulle linee 4, 8, 25, 56, 100, 25, 172, 242, 521 e scendete all’incrocio con Aldersgate Street.

L’ingresso del Museum of London si trova in un’area pedonale che può essere raggiunta a piedi dalle scale oppure con gli ascensori presenti in Aldersgate Street, London Wall e St Martins Le Grand.

Museum-of-london
Una parte dell’esposizione People City – Museum of London

Orari e Tariffe

Il Museum of London apre le porte a turisti e visitatori tutti i gironi dalle ore 10:00 alle 18:00, mentre nel giorno di Domenica apre alle 12:00. Gli unici giorni di chiusura osservati, salvo particolari imprevisti, sono il 24, 25, 26 Dicembre e Capodanno.

L’ingresso al Museum of London è totalmente gratuito ma è possibile fare una donazione volontaria di £5 per sostenere le numerose attività del Museo. Alcune esposizioni temporanee, però, potrebbero essere soggette al pagamento di un ticket.

Museum-of-london
Gli esterni del Museum of London

Contatti

Indirizzo: 150 London Wall – London EC2Y 5HN
Telefono: +44 020 7001 9844
Sito Web: http://www.museumoflondon.org.uk/
email: info@museumoflondon.org.uk