Mosca è una delle capitali più belle del nostro continente, un floridissimo crocevia d’interscambio culturale fra l’Asia e l’Europa, e la storia della città è sempre stata caratterizzata dagli incroci fra queste due culture. Non risulta pertanto così semplice riuscire a barcamenarsi fra le varie derivazioni della storia, dell’architettura e della cultura moscovita. Senza contare tutti i misteri che circondano la capitale russa, sui quali si potrebbero effettivamente scrivere libri a non finire.

La città è insomma una vera e propria perla, ed è tutta da scoprire. La maniera migliore per farlo, sarebbe probabilmente quella di visitarla insieme a qualcuno che conosca la sua storia, e possa illustrarvi di volta in volta tutti i piccoli e grandi segreti che Mosca custodisce gelosamente nelle sue vie, nei suoi palazzi, nei suoi monumenti e persino sotto il suo stesso suolo.

Non potendovi fornire un supporto di questo genere, è comunque utile anche avere un’idea quantomeno indicativa di ciò che c’è da vedere una volta giunti in terreno moscovita, così da avere almeno un’idea di come orientarsi. Per questa ragione, una mappa dei principali monumenti della città potrebbe essere una cosa gradita ed apprezzata, almeno per cominciare a pianificare l’esplorazione. Se poi troverete anche il vostro Cicerone in loco, allora quella sarà la ciliegina sulla torta di un viaggio fantastico.

Mappa con l'ubicazione dei monumenti di Mosca
Mappa con l’ubicazione dei monumenti di Mosca

Mosca, dal punto di vista amministrativo, è suddivisa in 12 distretti: il distretto amministrativo centrale è, come suggerisce il nome, ubicato al centro della città, ed ingloba per l’appunto tutto il centro della capitale, nonché quasi tutte le stazioni ferroviarie, il Cremlino, la maggior parte delle sedi ministeriali della Federazione Russa, la sede del Governo e la Duma. Esso è a sua volta diviso in dieci quartieri, ed è circondato “a ruota” dai seguenti distretti:

Settentrionale
Nord-orientale
Orientale
Sud-orientale
Meridionale
Sud-occidentale
Occidentale
Nord-occidentale

Vi sono poi altri tre distretti, Novomoskovskij, situato a Sud dei distretti Sud-occidentale ed Occidentale, Troickij, a sua volta a Sud di Novomoskovskij e Zelenograd, facente parte dell’oblast di Mosca, e situato a 37 km a Nord-Ovest della capitale russa.

La suddivisione dei dodici distretti di Mosca
La suddivisione dei dodici distretti di Mosca

Insomma, dal punto di vista geopolitico Mosca è una metropoli davvero enorme. Tuttavia a noi ora interessa perlopiù cosa vedere sul suolo moscovita, e fortunatamente la storia della capitale è concentrata nel suo centro cittadino. Andremo pertanto a vedere un elenco di alcuni dei più importanti monumenti e luoghi di interesse culturale della città, che non ha la pretesa di ritenersi esaustivo, ma potrebbe agevolarvi nell’organizzare il vostro soggiorno sul suolo moscovita.

Ovviamente, anche se andremo a trattare solo i punti di interesse principali della città, nulla vi vieta di allargare i vostri orizzonti ad un’esplorazione più dettagliata della capitale russa, anzi vi si incoraggia decisamente a farlo se ve ne si presenterà la possibilità. Perché Mosca, come abbiamo già detto, custodisce in sé una miriade di piccoli e grandi segreti, e sono tutti da scoprire.

Cremlino di Mosca

Il Cremlino di Mosca è una cittadella che risale al periodo medievale, che divenne un fulcro dell’amministrazione della Russia da quando fu scelta quale residenza Principi di Mosca, nel 1264. Il Cremlino venne più volte ristrutturato e modernizzato nel corso della sua storia, nonché impreziosito con la costruzione di nuovi edifici tra i quali il Gran Palazzo, attuale sede del Presidente della Federazione Russa, il Palazzo dei Terems, il Palazzo delle Faccette, la Chiesa dell’Assunzione, il Palazzo dell’Armeria ed il Palazzo del Senato.

Il Cremlino di Mosca è probabilmente il complesso di monumenti più famoso di tutta la Russia, nonché la prima cosa (in ordine di importanza) da visitare una volta giunti in città.

Il Cremlino, il centro storico, culturale ed amministrativo di Mosca
Il Cremlino, il centro storico, culturale ed amministrativo di Mosca

Cattedrale di San Basilio

La Cattedrale di San Basilio fu eretta a ridosso della Piazza Rossa tra il 1555 ed il 1561 per volere di Ivan IV, che volle così commemorare l’annessione alla Russia dei Khanati di Kazan ed Astrachan. Essa sorge sul centro geometrico della città, non a caso, e fu il più alto edificio presente sul suolo della capitale fino alla costruzione della Grande Torre Campanaria voluta da Ivan il Grande nel 1600.

L’edificio originale contava ben otto chiese, disposte attorno ad una nona centrale, e dal 1990 è inclusa nella lista dei Patrimoni dell’Umanità stilata dall’UNESCO. Particolare molto interessante è l’asimmetria delle proporzioni, che dall’esterno richiama la forma di un fuoco che s’eleva verso il cielo, una palese allegoria del protendere al divino.

La Cattedrale di San Basilio
La Cattedrale di San Basilio

La Piazza Rossa

E’ la piazza principale della città, considerata oltretutto la piazza centrale della stessa Russia poiché le sue vie, una volta fuori dalla capitale, diventano autostrade che si diramano in tutto il Paese. Nata (come spesso accade nel caso delle piazze) come luogo di scambio culturale e soprattutto commerciale, essa assunse col tempo un ruolo sempre più centrale nella storia della nazione: qui si tennero numerosissime cerimonie pubbliche, incoronazioni degli Zar e famose parate militari.

Ai margini della piazza sono presenti diversi monumenti di elevatissimo valore storico-culturale come la Cattedrale di San Basilio, il Mausoleo di Lenin, i magazzini GUM (diventati oggi il più famoso centro commerciale di Mosca) ed il Museo statale di storia.

La Piazza Rossa
La Piazza Rossa

Teatro Bolshoi

Il Teatro Bolshoi è il più importante centro teatrale di Mosca, conosciuto per la compagnia del Bolshoi Ballet, la più grande compagnia di balletto del mondo. Inaugurato nel 1825 con la rappresentazione del balletto “Cenerentola“, ospitò fra le sue mura dei geni assoluti nel campo artistico-musicale, come ad esempio Wagner e Caikovskij; proprio quest’ultimo in particolare fece debuttare al Bolshoi molti dei suoi più grandi classici.

Ad oggi il Teatro Bolshoi è uno dei più rinomati al mondo, ed il suo repertorio continua ad offrire molti capolavori intramontabili dell’opera, della musica classica, del canto lirico e del balletto.

Il Teatro Bolshoi
Il Teatro Bolshoi

Via Arbat

La Via Arbat è una strada pedonale lunga circa un chilometro, situata nel quartiere di Arbat, il quartiere per eccellenza degli artisti e dei grandi pensatori. Oggi essa rappresenta un’importantissima attrazione turistica, con i suoi numerosi negozi di souvenir, ristoranti, fast food e le sue rinomate boutique; ma Via Arbat non è solo commercio, perché continua a mantenere l’impronta artistica che l’ha resa uno dei luoghi più famosi di Mosca. Lungo questa via pedonale potremo infatti imbatterci in monumenti di alto valore storico-culturale come la statua dedicata alla principessa Turandot, il muro di graffiti dedicato a Tsoy e la casa di Pushkin, dove potrete ammirare anche la statua che raffigura il celebre scrittore e drammaturgo russo insieme alla moglie.

La Via Arbat
La Via Arbat

Cattedrale di Cristo Salvatore

Questa cattedrale conserva il primato quale chiesa ortodossa più alta di tutto l’Oriente, e fu edificata per volere dello Zar Alessandro I, dopo la vittoria sui francesi di Napoleone che minacciavano di distruggere la Russia nella famosa spedizione del 1812.

Essa fu barbaramente demolita da Stalin il 5 Dicembre 1931, nel corso della guerra che il regime sovietico intraprese contro ogni sorta di simbologia e credenza religiosi, a prescindere dal valore culturale degli enti stessi. Nel 1992 venne tuttavia avviato un fondo per la sua ricostruzione, che venne completata il 19 Agosto 2000. Per questa ragione la Cattedrale di Cristo Salvatore, nonostante la sua storia “simbolica”, è un’edificio molto recente, e la cosa potrà risultare chiara anche ad un’occhio inesperto, basta trovarsela davanti per capirlo.

Nonostante la struttura in sé manchi di offrire quella sensazione d’antico alla vista, cosa che potrà sembrare ancor più lampante soprattutto dopo aver visitato altre splendide cattedrali (come ad esempio quella di San Basilio), la Cattedrale di Cristo Salvatore rimane una delle più belle ed importanti di tutta la Russia. Questo perché la sua storia, andando a ritroso nel tempo, non si ferma a quando furono deposte le attuali pietre che la compongono, ma ha effettivamente inizio ben due secoli prima.

La Cattedrale di Cristo Salvatore
La Cattedrale di Cristo Salvatore