Barcellona: città della Rambla e della Sagrada Familia, città di Gaudì, delle spiagge affollate e della cucina mar y montaña, come la definiscono i catalani stessi. La tradizione culinaria della capitale della Catalogna è una delle più importanti a livello mondiale, al punto che la città spagnola può vantare il titolo di prima città Gourmande non francese.

La cucina di Barcellona, eccellente nei piatti a base di pesce come in quelli a base di carne, grazie alla sua versatilità è in grado di soddisfare qualsiasi palato.

Per quanto riguarda gli antipasti, le verdure la fanno da padrone. Dal tradizionalissimo pa amb tomàquet (una specie di bruschetta (tapa) aromatizzata con aglio, olio e sale, sulla quale il pomodoro viene solamente strofinato), alle fabes a la catalana (fave alla catalana); dalla escalivada (composta da strisce di peperone rosso, melanzana e cipolla, il tutto cotto al forno e condito con olio d’oliva) ai buñuelos de bacalao (tipiche palline di baccalà lavorato con acqua, latte, uovo e farina). Non mancano, infine, gustose insalate spesso arricchite con cipolla, legumi, carne affumicata o crostacei.

pa-amb-tomaquet
L’antipasto tipico della cucina catalana: il pa amb tomàquet

Altro punto di forza della cucina catalana, in particolare quella di Barcellona, sono le salse. Tra queste ve ne sono quattro che è d’obbligo conoscere, prima fra tutte il sofrito. Ottima anche per condire pasta e riso, il sofrito è una crema di pomodoro, olio d’oliva, aglio e cipolla che, nella sua semplicità, è squisita come ripieno delle famose empanadas o per accompagnare secondi piatti, sia di carne che di pesce.

La samfaina è invece una salsa piccante a base di pomodoro, peperoncino e melanzane che si presta ad accompagnare molti piatti catalani, donandogli quel tocco in più grazie al sapore deciso tipico della tradizione culinaria spagnola. Dal gusto intenso e particolare, molto usata per aromatizzare risotti, zuppe di pesce e contorni a base di legumi, c’è poi la picada, preparata con mandorle, pinoli o nocciole, prezzemolo, aglio, zafferano e, a seconda delle ricette, cannella.

Ultima, ma non in ordine di importanza, è l’allioli. Preparata solitamente utilizzando aglio, olio d’oliva e uovo, l’allioli è una salsa molto densa, adatta ad insaporire carni, verdure e qualsiasi altro piatto su cui vorrete metterla alla prova.

allioli
L’allioli, una salsa ideale per accompagnare carne e verdura

E parliamo ora dei grandi piatti di questa eccezionale gastronomia rustica ma dai sapori sofisticati, cosmopolita ma pur sempre molto attenta alla valorizzazione delle materie prime, tutte provenienti dal territorio regionale. Il riso (arróz) spadroneggia, sia come piatto principale che come contorno d’accompagnamento a carne, pesce, selvaggina e crostacei. Da assaggiare assolutamente la famosissima paella,  l’arróz a banda  e l’arróz negre, tipico della Costa Brava. Degne di nota sono poi le zuppe a base di pesce, come la suquet e la zarzola, e la Graellada de marisc, una grigliata di crostacei obbligatoriamente accompagnata da salsa allioli.

paella
La paella, il piatto catalano conosciuto e apprezzato in tutto il mondo

Per quanto riguarda i piatti a base di carne, da ricordare la botifarra amb mongets, salsiccia nera alla brace accompagnata da fagioli bianchi, il pollastre amb samfaina, pollo arrosto con contorno di verdure grigliate e salsa samfaina, i canelons a la barcelonesa, tipici cannelloni al forno ripieni di fegatini di pollo e maiale, e i fideus a la cassola, spaghetti con peperoni rossi, filetto o braciola di maiale e salsiccia.

Sulla tavola dei barcellonesi non possono poi mancare gli insaccati, primo tra tutti il celebre jamón serrano, tipico di tutta la tradizione culinaria spagnola, che può vantare il riconoscimento di  Specialità tradizionale garantita (ETG). Prettamente catalano è invece il fuet, una salsiccia essiccata di carne magra di maiale, macinata e condita con pepe nero, sale e diverse spezie che gli conferiscono un sapore intenso e caratteristico.

fuet-pa-amb-tomaquet
Il fuet, tipico insaccato catalano, ideale da abbinare al pa amb tomàquet

Chi non ha mai sentito parlare della crema catalana? Ebbene, questa leccornìa è solo una delle specialità dolciarie che possiamo assaggiare a Barcellona. Ci sono poi i panellets de piñones, dolcetti di marzapane che ricordano le paste di mandorle siciliane, ma hanno alla base dell’impasto il boniato, una patata dolce e farinosa dalla polpa rossa. Tra i dolci tipici troviamo inoltre il Menjablanc (una specie di budino a base di crema di latte e scorza di limone), la leche frita (crema fritta servita in quadratini ricoperti da zucchero al velo e cannella) e il mel i mató (un formaggio bianco morbido, molto simile alla ricotta, che viene servito accompagnato dal miele).

crema-catalana
L’originale crema catalana, uno dei dolci più apprezzati dai turisti di tutto il mondo

Compagno fedele di ogni pasto catalano, il vino non manca mai. Con le sue 11 regioni viticole, la Catalogna vanta una produzione di vini tra le più importanti a livello mondiale. Tra i più apprezzati ricordiamo il Penedés, il Priorat e l’Allela. Per l’accompagnamento dei dolci tipici, invece, non si può fare a meno del Cava, tradizionale spumante ottenuto dalla lavorazione secondo il metodo classico (champenions)  delle migliori uve del Penedés.

Una volta giunti a Barcellona, allora, tra un’escursione alla Cattedrale di Sant’Eulalia e una visita al Parco Guell, o magari tra una passeggiata a Barceloneta e uno sguardo a La Monumental, lasciatevi guidare dai deliziosi profumi che invadono le sue strade a tutte le ore del giorno e della notte e…fate buon viaggio alla scoperta dei sapori unici della sua cucina!

Qualche consiglio per voi:

Lasarte

All’interno del lussuoso Hotel Condes di Barcellona, questo ristorante ha conquistato 2 stelle Michelin in soli quattro anni. Da provare la zuppa di jamón iberico. (menù da 75€)

Indirizzo: Mallorca, 259 – 08008, Barcellona
Telefono: 0034-934453242

7 Portes

Attivo dal 1836, costituisce una tappa fondamentale per gustare ogni giorno una paella diversa, in particolare la fideuá catalana, preparata con gli spaghettini a sostituire il più classico riso (menù da 35€).

Indirizzo: Pg. Isabel II, 14 – 08003, Barcellona
Telefono: 0034-933193033

Can culleretes

Aperto dal 1786, è il ristorante più antico di Barcellona. Consigliatissima la pica-pica de peix i marisc, ha anche un altro punto forte: i prezzi imbattibili (menù a partire da 20€).

Indirizzo: Calle Quintana, 5 Ciutat Vella – 08002, Barcellona
Telefono: 0034-933173022

Visual

Situato al 23° piano dell’Hotel Catalunya, offre ai clienti un panorama mozzafiato di Barcellona. Per il servizio offerto, prezzo anche relativamente basso, intorno ai 50 € di media.

Indirizzo: Avda de Roma, 2-4 – 08014, Barcellona
Telefono: 0034-936006966