Montevideo è la capitale e indubbiamente la città più importante dell’Uruguay. Situata nella parte meridionale del paese, si affaccia sulla parte settentrionale del Rio de la Plata, l’estuario che si trova al confine tra Uruguay ed Argentina.

Montevideo, inoltre, è la capitale più a sud del Sud America, 30 chilometri in più rispetto alla vicina Buenos Aires; ha un’estensione di circa 525 chilometri quadri, ed ha circa 2 milioni di abitanti, se ne consideriamo anche l’area metropolitana.

Oltre ad avere immense bellezze artistiche e paesaggistiche, Montevideo è anche la città del Sud America con la migliore qualità della vita: un motivo in più per visitarla!

Soggiornare a Montevideo

Prima di cominciare la vostra visita a Montevideo, è ovviamente fondamentale pianificare il vostro viaggio in ogni dettaglio. Il primo punto della lista è sicuramente quello di cercare un alloggio che faccia al vostro caso, partendo dalla zona della città che più si avvicina alle vostre esigenze.

Forse la migliore in assoluto è il quartiere della Ciudad Vieja, all’interno del quale troverete i principali monumenti della città, consigliato in particolare per gli amanti delle passeggiate a piedi e dello shopping, visto che i negozi delle grandi marche di abbigliamento si trovano proprio in questo quarteire.

La Ciudad Vieja va a formare una piccola penisola circondata dal mare: il nostro consiglio, pertanto, è quello di scegliere il vostro alloggio nei pressi della Rambla de Francia, della Rambla de Gran Bretaña o della Rambla Republica Argentina che, oltre ad offrirvi un panorama mozzafiato sulla baia di Montevideo, vi darà la possibilità di farvi delle piacevoli passeggiate sulla lungomare, una delle più affascinanti dell’intero Uruguay!

Guida di Montevideo
La costa di Mntevideo

Se volete respirare la storia della città appena svegli, allora tenete come punto di riferimento la Avenida 18 de Julio, al termine della quale si trova la famosa Plaza Independencia, la piazza più importante di Montevideo. Se invece siete amanti del mare, il posto che fa per voi è senza dubbio la costa di Montevideo che, nel periodo estivo, pullula di turisti: ricordiamo che in Uruguay l’estate è nei mesi di dicembre e gennaio: perché non approfittarne durante le vacanze natalizie?

Infine, le altre zone da noi consigliate per il vostro soggiorno a Montevideo sono il Barrio La Aguada, a nord rispetto al centro della città, dove potrete visitare, tra gli altri, il Palacio Legislativo, e il Barrio Tres Cruces, all’interno del quale troverete un grande centro commerciale (sempre comodo!) e, soprattutto, il capolinea degli autobus extraurbani e internazionali (ancora più comodo!), così da potervi spostare facilmente anche al di fuori della capitale uruguaiana.

Per ulteriori approfondimenti, potrete consultare la guida Soggiornare a Montevideo.

Cosa vedere

In una città meravigliosa come Montevideo, vi sono diverse attrazioni per le migliaia di turisti che, ogni anno, decidono di soggiornare nella capitale dell’Uruguay. In questa breve rassegna, abbiamo deciso di elencarvene solo alcune; quelle che, secondo noi, sono le più interessanti! La lista, ovviamente, non vuole essere esaustiva, ma piuttosto darvi un’idea di quanto possa essere affascinante questa magnifica città!

Il Teatro Solis

Uno degli edifici più importanti della città è sicuramente il Teatro Solis, uno dei simboli indiscussi di Montevideo. Inaugurato nel 1856, il Teatro Solis oggi rappresenta il principale punto di riferimento culturale non solo della capitale uruguaiana, ma dell’intero Paese. Attorno al teatro più grande dell’Uruguay – il secondo più grande di tutto il Sud America – si è sviluppata infatti la vita culturale dell’Uruguay, con la nascita di un’Accademia Nazionale, di un’orchestra, e dell’EMAD, una delle scuola di recitazione più importanti dell’America Latina.

Il Teatro Solis è rimasto chiuso per 6 anni (dal 1998 al 2004), durante i quali ha subìto il restauro più importante della sua ultracentenaria storia; dopo questa ristrutturazione l’edificio, splendido esempio di neoclassicismo, è stato restituito alla cittadinanza in tutto il suo splendore, con due sale teatrali, sale conferenze, una sala espositiva, una galleria fotografica, un centro di ricerca e di archivio, un negozio di souvenir, una caffetteria e, per chiudere in bellezza, anche un ristorante!

Se siete in visita nella capitale dell’Uruguay, insomma, non potrete fare a meno di ammirarne il suo meraviglioso teatro, dall’immenso valore artistico sia nella sua magnifica struttura che nelle sue attività, attorno alle quali, come detto, gira la vita culturale del Paese.

Guida di Montevideo
Il Teatro Solis a Montevideo

La Cattedrale Metropolitana di Montevideo

Tra i monumenti imperdibili della città, vi è sicuramente la Cattedrale Metropolitana di Montevideo, uno degli edifici di culto cattolici più importanti non solo della capitale, ma dell’intero Uruguay, oltre ad essere una delle chiese più famose e apprezzate di tutto il Sud America. Voluto fortemente dal parroco Juan José Ortiz, la Cattedrale Metropolitana inglobò la Cappella del Santissimo, che fu la prima costruzione della struttura, in ordine di tempo, quando furono compiuti dei lavori per ingrandire il porto di Montevideo.

Il futuro papa Pio IX, che a Montevideo soggiornò durante la sua giovinezza, rimase a tal punto colpito dalla bellezza artistica ed architettonica dell’opera che, una volta salito al soglio pontificio, decise prima di proclamarla Basilica, poi di creare (1878) la diocesi di Montevideo, che aveva giurisdizione su tutto l’Uruguay, dandole al contempo il titolo di Cattedrale. Fu papa Leone XIII a trasformare Montevideo in Arcivescovado, con la cattedrale che diventa ufficialmente la Cattedrale Metropolitana e Primate dell’Uruguay.

Oltre al suo valore artistico, questo edificio di culto ha scandito, sin dai suoi esordi, la vita civile uruguaiana, ed è diventato uno dei luoghi di culto più apprezzati e visitati di tutto il Sud America!

cattedrale-metropolitana-montevideo
La Cattedrale Metropolitana di Montevideo

Il Cabildo de Montevideo

Tra gli edifici più importanti e conosciuti della città, vi è sicuramente il Cabildo, una struttura imponente che, durante il periodo coloniale, fu utilizzato come sede del governo durante il periodo coloniale: qui, infatti, risiedeva il Viceré di Rio de La Plata, la massima autorità della vecchia Montevideo, che era appunto sotto giurisdizione spagnola. Situato in Plaza Constitucion (o Plaza Matriz), nella Ciudad Vieja, oggi la struttura è visitata non solo per il suo valore storico e architettonico, ma anche – e soprattutto – perché ospita un importante museo e l’Archivio Storico della città.

L’edificio, costruito secondo i dettami del neoclassicismo spagnolo, fu realizzato tra il 1804 e il 1812 dall’architetto spagnolo Tomás Toribio, ma venne completato soltanto nel 1869. Il Cabildo divenne sede del Museo Storico soltanto a partire dal 1958: all’interno del museo, troverete materiale in gran parte documentario, ma anche alcune testimonianze di oggetti d’abbigliamento e di materiali metallici, che aiutano a ricostruire le tradizioni e gli usi degli anni passati.

L’Archivio Storico, una sottosezione del museo, conserva una grande mole di materiale documentario che, se non fosse stato raccolto e archiviato, avrebbe corso il rischio concreto di disperdersi tra i vari uffici.

sculture-cabildo-montevideo
Sculture del cortile interno del Cabildo

Il Palacio Legislativo

Il Palacio Legislativo di Montevideo è l’edificio che ospita il ramo legislativo dell’Uruguay: al suo interno, si riuniscono la Camera dei Rappresentanti, il Senato e l’Assemblea generale. Grazie al suo indubbio valore architettonico, il palazzo va ben oltre la sua importanza politica, essendo divenuto una delle principali attrazioni turistiche della capitale uruguaiana.

L’edificio venne costruito tra il 1908 e il 1925, secondo il progetto di Vittorio Meano, con la direzione dei lavori affidata all’architetto italiano Giuseppe Moretti, coadiuvato dall’architetto uruguaiano Eugenio Baroffio. La scelta del luogo fu tutt’altro che casuale: si tentò infatti, di prendere a modello la Place de la Concorde di Parigi, strutturando l’edificio in maniera tale che sia raggiungibile da più strade, diventando un punto di riferimento all’interno dell’infrastruttura urbanistica della città.

Oltre agli uffici dei parlamentari (dislocati anche nel palazzo antistante), all’interno del Palacio Legislativo si trova un’importantissima biblioteca pubblica, la seconda più grande del Paese, con una vastissima collezione andatasi ad ampliare durante il secolo scorso. Inutile dire che, per coloro i quali si recano in visita a Montevideo, il Palacio Legislativo è uno degli edifici da mettere in cima alla lista delle cose da vedere!

Guida di Montevideo
Il Palacio Legislativo di Montevideo

La Fortaleza del Cerro

La Fortaleza General Artigas, meglio conosciuta come Fortaleza del Cerro, è una delle principali attrattive di Montevideo. Situata in una posizione dominante sul più alto colle del dipartimento di Montevideo, El Cerro (conosciuto meglio come Cerro de Montevideo), che raggiunge un’altezza di 134 metri sul livello del mare, e si trova sul lato opposto a quello della collina Bahía.

La funzione della fortezza era quella di difendere la popolazione di Montevideo dagli attacchi via mare, sulla riva sinistra del Rio de la Plata. Oltre all’imponenza della struttura, la Fortaleza del Cerro è conosciuta anche per essere stata l’ultima fortezza spagnola costruita in Uruguay. La fortezza fu costruita dagli spagnoli per tenere sotto controllo questo tratto di costa, che subì gli attacchi dei portoghesi prima, e degli inglesi poi.

Una volta raggiunta l’indipendenza, col passare degli anni questa struttura ebbe sempre meno importanza da un punto di vista militare, ma divenne sempre maggiore la consapevolezza del suo valore storico, tanto da essere insignita del titolo di Monumento Storico Nazionale nel 1931; negli stessi anni, su iniziativa dello storico uruguaiano Horacio Arredondo, la Fortaleza del Cerro venne convertita in museo delle armi. In questa imponente struttura, infatti, potrete ripercorrere la storia militare di questo paese: una visita, è d’obbligo!

fortaleza-artigas-cerro-montevideo
La Fortaleza General Artigas (anche detta del Cerro) di Montevideo

Il Museo Blanes

Il Museo di Belle Arti di Juan Manuel Blanes, meglio conosciuto come Museo Blanes, si trova sulla Avenida Millán, nel Barrio Prado di Montevideo. Specializzato nella Storia dell’Arte Nazionale, questo museo espone in modo permanente opere di Juan Manuel Blanes, Pedro Figari e di altri importanti artisti uruguaiani. Tra i numerosi musei di Montevideo, questo è uno dei più importanti e visitati.

L’edificio è stato dichiarato Monumento Storico Nazionale dal 1975, grazie al suo valore artistico ma anche – e soprattutto – per il valore che, nel frattempo, ha assunto l’imponente collezione del museo: circa 2.500 dipinti, disegni e stampe, da sommare ad oltre 200 sculture di varia origine, per lo più prodotti da artisti uruguaiani del XX secolo. Di Juan Manuel Blanes, a cui il museo è dedicato, sono degne di nota le opere El Juramento de los Treinta y Tres OrientalesLa revista de 1885La Cautiva, Alegorìa del Golpe de Estado e Demonio, mundo y carne; di Pedro Figari sono invece presenti le opere giovanili e la documentazione e l’oggettistica della Scuola di Arti e Mestieri che Figari diresse col supporto del figlio Juan Carlos, nel 1916.

La collezione del Museo Blanes comprende anche opere di José Cuneo, Rafael Barradas e Alfredo De Simone, e di altri importanti artisti uruguaiani ed europei, come Gustave Courbet, Maurice de Vlaminck, Utrillo, Dufy, Othon Friesz e Julio Romero de Torres. Il Museo Blanes, inoltre, comprende un’importante collezione di stampe originali realizzate tra il XVI e il XX secolo ad opera, tra gli altri, di Dürer, Rembrandt, Piranesi, Goya, Gauguin, Matisse, Miró e Picasso.

museo-blanes-montevideo-facciata
Il Museo Blanes

Plaza Independencia

La Plaza Independencia è la piazza principale di Montevideo, e delimita il confine tra la Ciudad Vieja, il centro storico della città, e la zona del Centro, precedentemente nota come Ciudad Nueva.

La piazza fu originariamente progettata dall’architetto italiano Carlo Zucchi, nel 1837, quando si decise di ampliare la città come da progetto del nuovo piano urbanistico. Il lavoro fu ispirato dai suoi insegnanti Percier e Fontaine, autori della Rue de Rivoli a Parigi; la piazza come la conosciamo noi, comunque, è figlia delle modifiche al progetto apportate da Bernardo Poncini nel 1860.

Attrattiva principale della piazza è soprattutto il Monumento ad Artigas, una statua equestre dedicata all’eroe nazionale uruguaiano, al di sotto della quale viene custodita, in un mausoleo costruito al di sotto della stessa, un’urna contenente i resti di Artigas. In questa piazza, situata come detto al centro della città, vengono svolti i principali eventi pubblici di Montevideo: per chiudere la vostra visita nella capitale uruguaiana, questo è proprio il luogo che vi consigliamo!

Plaza Independencia a Montevideo
La statua equestre del generale Artiguas

Enogastronomia di Montevideo

Se c’è una cosa che vi resterà nel cuore di Montevideo, quella è certamente la sua meravigliosa cucina! Colonia spagnola prima, presa d’assalto dagli immigrati italiani poi, l’Uruguay può infatti vantare un grandissimo numero di allevamenti di bestiame, il cui risultato è una delle carni più pregiate di tutto il mondo, in particolare quella di manzo. La parillada (così si chiama la carne arrostita allo spiedo in Uruguay) a Montevideo è quanto di più vicino ci sia ad una religione! Questa deliziosa carne barbecue è davvero una carne mista – a differenza del churrasco brasiliano e dell’asado argentino – : interiora, sanguinaccio e persino testicoli di toro (le criadillas) e mammelle di vacca sono grigliate in questo delizioso mix: non preoccupatevi, è qualcosa di veramente delizioso!

In effetti, Montevideo rappresenta davvero il paradiso per gli amanti della carne, magari da accompagnare con la piccantissima chimichurri, salsa tipica locale che potrete ordinare in ogni locale di Montevideo. Una volta nella capitale uruguaiana, non potrete fare a meno di gustare il chivito, una sorta di hamburger locale, il choripan, il panino con salsiccia tipico di Montevideo; se invece siete amanti del caro vecchio manzo, impossibile inoltre non assaggiare il puchero, servito con fagioli, verdura e diversi salumi.

Se pensate che il vino sia il perfetto accompagnamento a della buona carne, sappiate che a Montevideo preferiscono di gran lunga la birra! Peraltro, del vino simile al nostro non c’è traccia in Uruguay: per assaggiare del buon vino, meglio spostarsi nella vicina Argentina. Oltre alla birra, tra le bevande più in voga a Montevideo vi sono il mate, un’infusione preparata con l’omonima erba, il clerico, un misto di vino bianco e di succo di frutta, e la deliziosa grappa al miele, ideale per chiudere la vostra cena!

Un ultimo consiglio: per provare tutte queste squisitezze, oltre ai numerosissimi ristoranti sparsi per la città, non c’è niente di meglio del Mercado del Puerto, un vero tripudio di rosticcerie, ristoranti e negozi di alimentari, dove gustare il meglio della carne di Montevideo, tra musicisti e artisti di strada: cosa volete di più?!

Per ulteriori approfondimenti, consultare la guida Dove e cosa mangiare a Montevideo.

Vita notturna di Montevideo

Montevideo rappresenta senza dubbio il principale centro del divertimento dell’Uruguay, e uno dei principali dell’inter0 Sud America! Le migliaia di turisti che, ogni giorno, affollano le strade della capitale, non resteranno certamente delusi quando, al calar delle tenebre, partirà la scatenata movida montevideana!

Sicuramente, se amate le passeggiate serali in mezzo a migliaia di persone, la Ciudad Vieja è il quartiere che fa per voi! Una passeggiata per il Paseo, l’area pedonale che introduce al centro storico di Montevideo, è un vero e proprio must per incominciare la vostra serata nel migliore dei modi: ricchissima di locali di ogni tipo, non potrete fare a meno di fare il vostro aperitivo prima di mettervi in marcia alla ricerca di un pub o una discoteca dove passare il resto della vostra serata!

Un’altra imperdibile meta delle vostre serate a Montevideo sono certamente le ramblas (la Rambla de Francia, la Rambla de Gran Bretaña e la Rambla Republica Argentina), che vi regaleranno un suggestivo scorcio paesaggistico sulla meravigliosa baia di Montevideo, magari sorseggiando un cocktail tra i tanti locali che costeggiano questi splendidi lungomari!

montevideo-sera
La bellissima Montevideo di notte

A coloro i quali che in Italia, come in Uruguay, come in ogni altra parte del mondo antepongono il cibo a qualsiasi altra cosa nella loro vita, consigliamo invece il Mercado del Puerto, il vero paradiso della parrillas (la deliziosa carne uruguaiana); qui, di giorno come di sera, vi sono decine di locali studiati appositamente per offrire un’irripetibile esperienza a voi e alle vostre papille gustative: una volta giunti qui, vi dovranno portare via con la forza! I modi per passare una serata indimenticabile a Montevideo, come – speriamo – avrete modo di testare di persona, sono tanti e tutti diversi… provare per credere!

Per approfondire l’argomento ed avere ulteriori consigli, potrete consultare la guida Cosa fare a Montevideo di sera.