Data e durata:
Aprile 20173 giorni
Tipologia di vacanza:
Arte e Cultura
Alloggio:
B&B
Persone:
5 con bambini
Costo a persona:
300€
Mezzi di trasporto:
Auto, Aereo
Tappa 1

Una giornata a Firenze

La prima giornata di questo week end toscano è stata dedicata alla città di Firenze. Arrivati la sera precedente a Pisa, con un volo Ryanair proveniente da Bari, abbiamo alloggiato al B&B La Corte di Stelio, a pochissimi metri dall’aeroporto pisano. Una posizione comoda, visto che il volo arrivava a Pisa alle 23.30. Recuperata un’auto a noleggio, dall’aeroporto ci siamo recati a Firenze per una giornata alla scoperta delle bellezze di questa città.

Il nostro itinerario, a piedi, ha attraversato Piazza Del Duomo, con la splendida Cattedrale di Santa Maria del Fiore, visitata all’interno, il Battistero di San Giovanni e il Campanile di Giotto, entrambi visti solo dall’esterno per via delle lunghe file per accedere.

Vista sul Duomo di Firenze dalla Torre di Palazzo Vecchio

La visita è proseguita verso Piazza della Signoria dove si erge Palazzo Vecchio, sede del municipio, ma anche contenitore di numerose opere d’arte. Eccezionale la visita che si vede dall’alto della sua Torre.

Salone dei Cinquecento – Palazzo Vecchio

La giornata fiorentina è continuata con una breve visita a Ponte Vecchio e, costeggiando l’Arno, siamo giunti a Piazza Santa Croce senza poter entrare nella omonima basilica perchè chiusa.

Basilica di Santa Croce

Non potevamo concludere la giornata senza degustare la classica bistecca alla fiorentina.

Tappa 2

Una giornata a Siena e un salto in serata a San Gimignano

Il secondo giorno di questo week end toscano è stato dedicato a Siena, raggiunta in auto. Nella famosa città del Palio, abbiamo visitato l’imponente Cattedrale di Santa Maria Assunta con i suoi musei.

Cattedrale di Santa Maria Assunta a Siena

Siamo saliti sul Facciatone, ove si può godere di una vista su piazza del Campo.

Piazza del Campo vista dal Facciatone

Proprio nella piazza dove due volte l’anno si svolge il famoso Palio di Siena, ci siamo recati per un breve spuntino, accompagnato da un breve ma intenso acquazzone, che non ha però scalfito la nostra voglia di vacanza.

Scorcio su Piazza del Campo. Sullo sfondo il Palazzo Comunale di Siena

Lasciata Siena, sulla strada del ritorno verso Pisa, abbiamo visitato San Gimignano, famosa per le sue torri. Oggi ne restano 16 delle 72 originali, che hanno fatto si che questa località sia divenuta Patrimonio dell’Umanità.

Dopo una cena in un tipico ristorante del posto, abbiamo fatto ritorno al nostro alloggio pisano, stanchi ma pronti per la terza e ultima giornata di vacanza toscana.

Tappa 3

Pisa e la sua Torre Pendente

L’ultimo giorno di questo week end toscano è stato dedicato interamente alla città di Pisa e alla visita di Piazza dei Miracoli. In questa piazza sorgono la Cattedrale, il Battistero, il Campo Santo e il Campanile, ovvero la Torre Pendente.

Piazza dei Miracoli – Pisa

Nella Cattedrale, dedicata a Santa Maria Assunta, abbiamo assistito alla Santa Messa Pasquale prima di visitare le bellezze di questo momumento, che è visitabile gratuitamente, ma munendosi di biglietto.

La Torre Pendente

Il pezzo forte della giornata pisana è stata la salita sulla Torre Pendente. Appena si entra in questo strano monumento, che ho definito “il flop architettonico che ha fatto la fortuna di Pisa”, si percepisce subito l’inclinazione della Torre. La salita lungo la scalinata circolare da la sensazione di stare su una barca con il mare mosso. Arrivati in cima, oltre a riprendere fiato, si può godere del panorama sulla piazza. Una breve sosta e poi bisogna scendere, perchè permettere al gruppo successivo di salire.

Vista di Piazza dei Miracoli dalla cima della Torre Pendente

Il nostro breve tour toscano si è concluso in serata imbarcandosi su un volo Ryanair che ci ha portato a casa, con un nuovo bagaglio culturale, ma sicuramente con la voglia di ritornare.

Cosa mi è piaciuto

Il week end toscano mi ha fatto scoprire alcune bellezze di Firenze, Siena e Pisa, che avevo visto solo in fotografia. La cosa che mi ha colpito maggiormente è stata la salita sulla Torre Pendente, una esperienza “particolare”, come è particolare questo monumento che sembra voglia cadere, ma ormai da centinaia di anni resta in piedi.

Cosa non mi è piaciuto

Forse l’unica cosa che non mi è piaciuta è stato il poco tempo a disposizione, considerando le code. Ma considero questa vacanza solo un assaggio, promettendomi di ritornare per dedicare più giorni soprattutto alla città di Firenze. Altro aspetto negativo, i troppi lavori in corso a Firenze, che mi hanno fatto perdere molto tempo nel traffico.

Costantino Ferrulli

I consigli di Costantino Ferrulli

Penso che l’accoppiata volo low cost sia il massimo per sfruttare un breve week end come quello raccontato. Anche la scelta del B&B a due passi dall’aeroporto (ma non si sentiva nessun rumore molesto) è stata vincente, tra l’altro con la fermata del bus per il centro di Pisa, a due passi. Cosa evitare? Di arrivare a Firenze senza aver prenotato le visite ai monumenti di Piazza del Duomo.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si