Piazza del Campo è il cuore di Siena; in questa magnifica piazza si svolge una delle più grandi competizioni folkloristiche al mondo: il Palio di Siena. Questa manifestazione è di basilare importanza per la città, poiché elegge la contrada vincitrice del palio, la quale sarà glorificata e messa in un luce rispetto le altre.

Questa pare un’usanza abbastanza medievale, ma il sangue della popolazione senese riconosce in questa manifestazione e in questa piazza la propria identità e il proprio retaggio storico. Non è solo una corsa, ma un motivo di competizione e orgoglio nella città.

Cenni storici

La piazza in principio era una zona non edificabile; fu bonificata con il ritiro progressivo delle acque piovane e si decise di spostare qui il nucleo della città. La posizione era davvero conveniente poiché si trovava in una sorte di crocevia delle principali strade che collegavano le grandi città di allora, Roma e Firenze, con Siena.

La zona non vedeva ancora la presenza del Palazzo Pubblico quindi risultava unita alla piazza del Mercato. Le prime testimonianze di suddivisone delle piazze si hanno verso il 1193. Con l’avvento del Governo dei Ventiquattro, la piazza venne usata come sede di fiere e mercati e ci furono sostanziali modifiche per dare più aria alla zona che si stava racchiudendo tra i vari palazzi presenti. Con l’avvento del Governo dei Nove, invece, ci fu una sostanziale lavorazione per renderla più funzionale.

Ad oggi, Piazza del Campo è un centro di scambio di idee per la città. Su di essa si affaciano il Palazzo Comunale con la Torre del Mangia e la Cappella di Piazza, la Fonte Gaia, il Palazzo Chigi-Zondadari, il Palazzo Sansedoni, la Loggia della Mercanzia, le case de Metz, la Costarella dei Barbieri e il Palazzo d’Elci.

Piazza del Campo in attesa del Palio
Piazza del Campo in attesa del Palio

Il Palio di Siena

Il Palio di Siena è la corsa più antica di cavalli a carattere folkloristico al mondo. Il suo circuito è sostanzialmente il perimetro di Piazza del Campo che parte prima della Fonte Gaia dove vi è la Mossa, segue una leggera curva che porta prima alla curva di San Martino e successivamente alla curva del Casato.

Il circuito viene coperto con una miscela di tufo, argilla e sabbia per dare più aderenza agli zoccoli dei cavalli. Il percorso è di 339 metri e devono essere svolti 3 giri per una corsa di circa 1017 metri totali.

Il palio si tiene 2 volte: una il 2 luglio per la Madonna di Provenzano e l’atra, più famosa, il 16 agosto in onore della Madonna Assunta. La partecipazione a questa competizione è destinata ai soli senesi che vanno a rappresentare le 17 contrade della città. E’ una delle corse di cavalli più cruenta al mondo, molto criticata ma allo stesso tempo molto amata.

Palazzo Pubblico, Piazza del campo
Palazzo Pubblico, Piazza del campo

Storia del Palio di Siena

Non si è certi della sua origine ma già nel 1200 si scrive di corse di cavalli a Siena e anche prima di un palio dedicato a San Bonifazio. Fu nel periodo del Rinascimento che i nobili iniziarono a sedere sugli spalti e a goderne come spettatori. In quel tempo il palio iniziò a richiamare un sacco di persone di ogni rango da tutta la penisola e non solo. Oltre a quelli tradizionali iniziarono a comparire numerose nuove giostre incrementando le entrate nelle casse del comune di Siena.

Fu nel Seicento che il palio iniziò a prendere la forma attuale. Con il passare dei secoli vennero poste modifiche e create migliorie per rendere il palio più corretto e più lineare, ma nonostante questi provvedimenti vi furono incredibili episodi di complotti, scorrettezze senza pari e grandi perdite di vite. Di fatti il palio era più importante di ogni cosa nella città, regalava il prestigio della vittoria alla contrada e la gloria nell’eternità del tempo ai fantini vincenti.

Palio di Siena
Palio di Siena

Come arrivare

La Piazza del Campo è un zona non accessibile alle macchine, come gran parte della città di Siena. Le opzioni per raggiungere questo luogo sono due: dalla stazione centrale, tramite autobus (linea che ferma in “via di Città” ovvero la 10 o la 003) oppure a piedi impiegandoci circa 30 minuti scendendo verso via Mazzini e successivamente in via Banchi di Sopra. La zona è molto ben segnalata quindi è difficile perdersi.

Contatti

Esiste un sito di riferimento per l’evento del Palio di Siena, ecco i contatti:

Telefono: 338 6998010
Web: www.ilpalio.org
Email: siena@ilpalio.org