Tradizioni, mare splendido, natura, città d’arte: ecco a voi il Salento. Territorio della Puglia diventato ormai famoso in tutto il mondo, offre ai turisti vacanze economiche senza rinunciare a divertimento, comfort e relax assecondando le esigenze di tutta la famiglia.

Scopriamo insieme le bellezze che offre questa zona della puglia, cercando di trovare le informazioni utili che permettano di pianificare al meglio un itinerario.

ulivi-salento
I famosi ulivi del Salento

La storia

Il Salento si distingue dal resto della regione Puglia per caratteristiche differenti dal punto di vista dialettale, folkloristico, enogastronomico e architettonico. Abitata dai Messapi, la penisola salentina venne poi conquistata dai tarantini e in seguito dai romani per poi passare sotto il dominio longobardo e bizantino intorno al VII secolo. Assalita dai saraceni, la penisola fu poi conquistata dai normanni, dagli aragonesi e subì diversi attacchi da parte dei turchi (è per questo che vennero costruite mura difensive e forti). Toccò poi agli spagnoli e ai borboni fino ad arrivare all’Unità d’Italia. Queste continue conquiste hanno permesso la creazione di uno stile che mescola le diverse culture, ancora oggi riscontrabile soprattutto a livello architettonico.

gallipoli
Il castello angioino che difendeva Otranto

Il territorio

Il Salento, tra il Mare Adriatico e lo Ionio, è una penisola che geograficamente ha i suoi confini tra la provincia di Taranto, Pilone in provincia di Brindisi e Santa Maria di Leuca, il comune più meridionale della Puglia che si trova in provincia di Lecce. Territorio per lo più pianeggiante, è caratterizzato da rilievi collinari soprattutto nel sud e nel nord della penisola. Il paesaggio tipico salentino è fatto di ulivi secolari circondati dai tipici muretti a secco, da antiche masserie costruite per lo più tra il XVI ed il XVIII secolo e da paesini in stile mediterraneo con le case bianche che sono in netto contrasto con il blu del cielo e del mare ed il verde della vegetazione mediterranea che comprende anche specie vegetali dei vicini Balcani. Il clima? Mediterraneo: inverni miti ed estati calde e secche.

masseria
Una suggestiva masseria immersa in un uliveto

Cosa fare nel Salento

Trascorrere una vacanza in Salento è un’ottima occasione per conoscere davvero le tradizioni di questa terra. Per prima cosa allora assaggiate le prelibatezze locali come le friselle da mangiare condite con pomodori e buon olio extravergine d’oliva, il pasticciotto (il dolce tipico salentino) o degustate un buon calice di Primitivo o Negroamaro. Per scoprire delizie sempre nuove cercate le sagre di paese che nei mesi estivi sono sempre presenti. Se siete in zona nei giorni precisi andate invece a ballare nella famosa Notte delle Taranta, evento ormai imperdibile di Melpignano o in una dancehall dove scatenarsi al ritmo del reggae.

friselle
Le tipiche friselle salentine

Cosa vedere

Sono tante le località del Salento da visitare. Eccovene un assaggio a partire dalle spiagge più belle. Immancabile una giornata a Punta Prosciutto e a Torre Lapillo: siamo a Porto Cesareo per un mare caraibico dai fondali spettacolari. Anche Torre dell’Orso è una spiaggia molto famosa e il suo panorama con i due faraglioni è uno dei più suggestivi della Puglia. Se vi piacciono spiagge più selvagge circondate dalla natura andate a Porto Selvaggio (Nardò) o a Punta della Suina (Gallipoli): in entrambe c’è una pineta dove godersi il fresco dell’ombra e concedervi passeggiate rilassanti. Se preferite gli scogli andate invece a Porto Badisco dove potrete anche visitare la Grotta dei Cervi con i graffiti del Paleolitico.

porto-badisco
L’acqua cristallina di Porto Badisco

E se siete in Salento non potete non dedicare qualche giorno all’esplorazione della tante magnifiche città della zona, prima su tutte Lecce. Capitale del barocco, vi stupirà con i suoi palazzi seicenteschi, le tante chiese, le torri medievali e le testimonianze della dominazione romana. Sempre caratterizzata dal baroco salentino è Gallipoli, la Perla dello Ionio, con il suo imponente castello angioino. A Otranto c’è invece il castello aragonese oltre che un centro storico che la fa entrare di diritto nel club dei borghi più belli d’Italia. Fate poi una capatina a Specchia, piccolo comune dal fascino rimasto inalterato nel tempo.

lecce-centro
L’affascinante centro storico di Lecce

Come arrivare

Se dovete raggiungere il Salento in auto dovete percorrere l’Autostrada A-14 ed uscire a Bari Nord; continuate ora sulla superstrada gratuita Brindisi-Lecce fino ad arrivare al capoluogo. Da qui potete seguire le diverse indicazioni per le varie destinazioni: le vie sono ben tenute e se volete godervi il panorama percorrete la Strada Provinciale 358 da Otranto a Santa Maria di Leuca. Se arrivate invece in treno sappiate che la stazione di riferimento è quella di Lecce che ha collegamenti diretti con le maggiori città italiane (Milano, Roma, Bologna, Torino, Bolzano, Venezia oltre che le città adriatiche e calabresi). In aereo invece atterrerete all’aeroporto di Brindisi che si trova a circa 50 km da Lecce.

stazione-lecce
La stazione ferroviaria di Lecce

Dove soggiornare

Il Salento è una delle mete preferite da turisti di tutto il mondo anche grazie alla enorme scelta di strutture dove soggiornare: ce n’è infatti per tutti i gusti e tutte le tasche. Se preferite essere circondati dalla natura scegliete gli agriturismi: sono a pochi chilometri dal mare e sono oasi tranquille dove rigenerarsi. Lo stesso potete trovarlo nelle masserie: risalenti al 1500 – 1600, queste costruzioni sono solitamente circondate da uliveti e hanno un fascino tutto particolare. Chi desidera dormire in un luogo diverso del solito dovrebbe allora sceglierle per vivere davvero nel pieno dell’atmosfera salentina.

agriturismo
L’Agriturismo Masseria Alcorico a Santa Maria di Leuca

Ma se davvero volete essere originali, allora prenotate un trullo salentino, l’antica abitazione in pietra a secco e pianta circolare che caratterizza i panorami della Puglia: Patrimonio Mondiale dell’Umanità, vi farà vivere un’esperienza davvero unica. Se preferite rimanere invece entro un budget più limitato potete scegliere tra i tanti hotel, B&B, pensioni o ancora affittare un appartamento. Al contrario, se volete regalarvi un soggiorno da sogno, il Salento offre anche molti hotel di lusso dove farsi coccolare.

trullo
Il tipico trullo salentino