Se avete intenzione di recarvi nella capitale francese per le prossime vacanze, probabilmente vi sarete posti il problema di cosa mangiare a Parigi. La città, tanto famosa per i suoi monumenti come l’Arco di Trionfo, la Cattedrale di Notre Dame o la Tour Eiffel, è anche nota per la sua cucina molto particolare, che viene definita come una delle migliori del mondo ma che spesso non è molto gradita dal pubblico italiano.

Cosa-mangiare-a-parigi
Paté e salumi francesi

Le abitudini alimentari francesi sono, infatti, ben lontane dalle tradizioni gastronomiche italiane e si basa su sapori e consistenze del tutto singolari. Giusto per avere un’idea di cosa mangiare a Parigi, si sappia che nella maggior parte dei casi l’olio d’oliva è sostituito dal burro e che nei menù sarà molto difficile trovare i tanto amati primi piatti italiani di pasta o riso, dal momento che questi vengono in genere accostati come contorno dei secondi piatti.

Prima di partire sarà il caso di cominciare ad acquisire una certa familiarità con le salse, in quanto costituiscono un’abitudine consolidata della cucina francese, che ne serve di tutti i tipi e colori, da quelle piccanti a quelle dolci, per donare alle pietanze un’armonia di sapori che una volta provata sarà difficile da dimenticare.

Cosa-mangiare-a-parigi
Una selezione di salse francesi

Vediamo, dunque, più nel dettaglio quali sono le abitudini culinarie francesi, in modo tale da sapere cosa mangiare a Parigi ed apprezzare anche questo aspetto decisamente caratteristico della città che ha lanciato nel mondo la Nouvelle Cuisine.

In genere, un pasto tipico francese prevede tre portate: antipasti o primi piatti (definiti  hors-d’oeuvres o entrées), il piatto principale (noto come plats) e il dolce. I locali, nella maggior parte dei casi, non servono frutta fresca ai clienti.

Nella prima categoria rientrano le insalate, mousse varie, patè di carni o di verdure, fantasie di ortaggi sottaceto crudi, gli immancabili salumi come il jambon de Paris o il saucisson, vellutate di verdure, brodini, zuppe ed, infine, per chi può permettersi di spendere qualche euro in più ostriche, frutti di mare e crostacei.

Cosa-mangiare-a-parigi
Le tipiche ostriche francesi servite con champagne

Il piatto principale francese per eccellenza è basato su una porzione di proteine, indifferentemente fra carne, pesce o selvaggina, a cui viene affiancata una garnitures di pasta, riso o patate (che troverete indicate nei menù come pommes de terre), sia fritte, che bollite che sotto forma di squisite crocchette.

Cosa-mangiare-a-parigi
Piatto nazionale francese: Coq ou Vin

Il pasto classico viene quasi sempre concluso con un dolce. Le specialità francesi sono, in genere, a base di ottima panna montata e crema chantilly, anche se non mancano creme al formaggio, creme bruleè, millefoglie, un savarin, profiterolles al cioccolato o il crochembouche, bignè con una cascata di caramello e riempiti panna, crema pasticciera o chantilly. Non bisogna stupirsi se vi verrà proposto di scegliere un formaggio locale come dolce, in quanto per il palato francese si tratta di una vera e propria leccornia che sostituisce il dolce, nel senso comunemente noto ad un italiano.

Cosa-mangiare-a-parigi
Buonissimi profiteroles al cioccolato

I vini assumono molta importanza nella tradizione eno-gastronomica francese e sono molti i brand che hanno reso la Francia e Parigi famosa nel mondo per il “nettare degli dei”. Il vino è talmente presente sulle tavole francesi che costituisce anche uno degli ingredienti fondamentali del piatto principale della nazione, il Coq ou Vin (galletto al vino).

I pregiati vini francesi sono spesso degustati con un tagliere di salumi e formaggi locali, costituendo di fatto una sorta di aperitivo che potrete fare in un Bar à Vin o nei lussuosi Bar à champagne.

Chi di noi sentendo la parola baguette non ha pensato per un secondo alla Francia? Ebbene sì, se non sapete cosa mangiare a Parigi, sappiate che le ottime baguette che siete abituati a mangiare saranno probabilmente il vostro punto di riferimento anche nella capitale parigina, che vanta numerose boulangerie (panetterie) che sfornano in continuazione calde baguette dalla crosta croccante ed interno soffice. Sono davvero appetitose e potrebbe addirittura capitare di vedere gente locale che passeggia mangiandone una.

Cosa-mangiare-a-parigi
Croccanti baguette francesi

Altro piatto che ben riesce alle mani francesi è il kebab, che viene accompagnato da una varietà di salse mai viste in altre località, così come le quiche, delle ottime torte salate con ripieni di ogni tipo.

Se tutto questo non vi basta e volete sapere ancora cosa mangiare a Parigi, allora potete annotarvi le bancarelle dello street food francese che vendono crepes a tutte le ore del giorno e per tutti i gusti: alla nutella, allo zucchero, al Bayles, con panna e pure salate con carni e formaggio, oppure potete fermarvi ad acquistare dei soffici croissant, che vi faranno dimenticare quelli consumati in Italia.

Cosa-mangiare-a-parigi
Golose crepes con cioccolato e fragole

In quanto a locali, beh a Parigi non ne mancano di certo. Sarà possibile gustare la cucina tipica francese in ogni angolo, dall’alto dei ristoranti presenti sulla Tour Eiffel a quelli creati nei sotterranei del Museo del Louvre, oppure potrete ampliare le prospettive delle vostre papille gustative e scegliere uno dei locali del Quartiere Latino o del Quartiere Montmartre, che prepararano ottimi piatti greci, messicani, marocchini, tunisini, indiani, cinesi e turchi, ovviamente caratterizzati da un uso massiccio di spezie ed aromi.

Un ultimo consiglio, prima di darvi qualche suggerimento circa i locali da visitare, riguarda la qualità del cibo. Nel caso sceglieste di consumare qualcosa in posti molto economici sappiate già che la qualità non regnerà sovrana nei prodotti che vi ritroverete sul piatto, mentre esistono ristoranti più costosi che eccellono per le materie prime utilizzate nella preparazione delle portate.

Infine, per concludere questo percorso fra le abitudini gastronomiche francesi, e dopo aver chiarito cosa mangiare a Parigi, vediamo anche tre locali molto rinomati dove mangiare:

La Fermette Marbeuf
Ristorante decorato in Art Nouveau vicino all’Avenue degli Champs Elysées. Il locale ha 60 posti a sedere, quindi si consiglia una prenotazione. I prezzi partono da circa 50 € a persona. Le specialità sono la feuilleté d’escargots, la fricassée de rognons o il soufflé au Grand- Marnier.

Indirizzo: 5 rue Marbeuf – 75008 Paris
Telefono: +33 (0) 1.72.03.28.28

La Brasserie Lipp
In un’area ricca di ceramiche ed affreschi si cela un ristorante rinomato e frequentato anche dai vip nazionali. I prezzi oscillano dalle 20 alle 60 euro ed è necessaria la prenotazione.

Indirizzo: 151, boulevard Saint Germain 75006 Paris
Telefono: +33 (0) 1.45.48.53.91

La Closerie des Lilas
Si tratta forse della più bella brasserie del quartiere Montparnasse e proprio per questo bisogna aspettarsi un conto decisamente alto, degno delle migliori carte di credito.

Indirizzo: 171 Boulevard du Montparnasse, 75006 Paris
Telefono: +33 (0)1 40 51 34 50