Innovazione, giardini fioriti, storia, bellezze naturali e tanto altro ancora: questa è Parigi, una delle mete turistiche più apprezzate in tutto il mondo, soprattutto per i suoi simboli monumentali come l’Arco di Trionfo.

La storia

L’Arco di Trionfo è certamente meno maestoso e più vecchio rispetto alla imponente Tour Eiffel, ma rappresenta comunque il secondo simbolo della città di Parigi. La realizzazione dell’Arco di Trionfo è stata ordinata nel 1806 da Napoleone Bonaparte, che volle fortemente questa costruzione in onore dei successi e della gloria della Grande Armata, dopo la vittoria nella battaglia di Austerlitz. Queste furono le sue parole “Tornerete alle vostre case solo passando sotto archi di trionfo”. Anche dopo la fine della Prima Guerra Mondiale, le truppe francesi marciarono sotto l’Arco di Trionfo.

Arco-di-Trionfo-di-Parigi
L’Arco di Trionfo: il secondo simbolo di Parigi

Sotto il centro del monumento si trova sepolta la tomba del Milite Ignoto che giunse, infatti, nell’Arco di trionfo nel 1920 e l’anno successivo venne inumato, in presenza del premier britannico e dell’intero governo francese. Sulla tomba del Milite Ignoto è stata incisa la frase Ici repose un soldat français mort pour la patrie 1914-1918 (Qui riposa un soldato francese morto per la patria 1914-1918).

L’edificio fu costruito da Jean François Chalgrin e si ispira agli archi dell’antichità e monumenti romani, prendendo come riferimento l’arco romano di Tito. La struttura dell’edificio ha misure di tutto rispetto, con i suoi 50 metri di altezza e 45 metri di larghezza, ed offre dall’alto della sua terrazza, raggiungibile dopo aver salito 284 gradini, una vista affascinante del capoluogo parigino.

Arco-di-Trionfo-di-Parigi
Particolare della scala a spirale per salire sulla Terrazza dell’Arco di Trionfo

Sorge al centro della trafficata rotatoria di Place de l’Etoile ed in cima agli Champs-Elysées, ed è considerato quasi un luogo sacro dai parigini per via delle figure storiche associate ad esso. Le pareti laterali sono decorate con fregi particolari, che mostrano scene di guerra come la “Partenza dei Volontari”, nota anche come “La Marseillaise” di François Rude.

Ogni sera, alle 18:30, una fiamma eterna viene ravvivata dal 11 Novembre 1923 durante una cerimonia davvero singolare. La fiamma del ricordo, accesa per la prima volta da André Maginot, da allora non si è mai spenta ed costantemente gestita da una delle associazioni francesi di ex combattenti.

Arco-di-Trionfo-di-Parigi
Fiamma del ricordo dell’Arco di Trionfo

Nel 2008, invece, all’interno dell’edificio è stato realizzato un museo ad opera dell’architetto Christophe Girault, in collaborazione con l’artista Maurice Benayoun, che grazie a schermi interattivi e multimediali consentono di rivivere i 200 anni di rumoroso passato prima di arrivare sul tetto dell’Arco di Trionfo ed apprezzare una delle più belle vedute di Parigi, con prospettive particolari della Tour Eiffel, del museo del Louvre e del Sacro Cuore.

Cosa vedere nell’Arco di Trionfo

Una volta giunti nelle prossimità dell’Arco di Trionfo è bene soffermarsi ad apprezzare le forme armoniose della struttura, ben integrate nel contesto cittadino, facendo qualche scatto dall’effetto assicurato. Il momento migliore per visitare il monumento è dopo le 18,30 quando viene ravvivata la fiamma del ricordo e gli Champs Elysées vengono illuminati.

Arco-di-Trionfo-di-Parigi
Champs Elysées con festose illuminazioni, sullo sfondo l’Arco di Trionfo

La visita vera e propria dell’Arco di Trionfo dura circa 1 ora e sono previste anche visite con percorsi idonei ai portatori di handicap.Il monumento è suddiviso in diverse sezioni quali l’ammezzato, ricavato nell’altezza della trabeazione, cioè la parte sovrastante l’architrave, la sala dell’attico, la terrazza ed il terrapieno.

Merita particolare attenzione la sala dell’attico, che è stata da sempre destinata alla mostra di opere d’arte e sculture e nelle sue pareti è possibile ammirare palme in bronzo, sempre alla memoria del Milite Ignoto. Si può proseguire, quindi, lungo un percorso che mostra in modo originale altre opere di artisti internazionali.

Arco-di-Trionfo-di-Parigi
Vista interna del museo dentro l’Arco di Trionfo

Alla base di ciascuna colonna dell’Arco di Trionfo è presente una scultura ed in particolare:

  • “Il trionfo del 1810” di Jean Pierre Cortot
  • “La Resistenza” e “La Pace” di Antoine Etex
  • “La Marseillaise” di François Rude.

Sulle pareti dell’Arco di Trionfo sono incisi i nomi dei 558 generali francesi, alcuni dei quali sono sottolineati per evidenziare quelli che morirono in guerra.

Arco-di-Trionfo-di-Parigi
La terrazza dell’Arco di Trionfo

Tariffe per accedere all’Arco di Trionfo

Ecco uno schema dettagliato delle tariffe dei ticket per visitare uno dei monumenti più belli di tutta la Francia:

Adulti: 9.50 €              Ridotto: 6.00 €

Per i gruppi di adulti (minimo 20 persone) applica la tariffa scontata di 7.50 €, mentre le scolaresche di massimo 35 studenti (più due accompagnatori) pagheranno una quota una tamtum di 30 €.

L’accesso è, invece, gratuito per i minori di 18 anni che visitano l’Arco di Trionfo con la famiglia, per cittadini europei con età inferiore a 26 anni, per i disoccupati e portatori di handicap (compreso l’accompagnatore).

Inoltre, viene accettata la comoda carta Paris Museum Pass.

Arco-di-Trionfo-di-Parigi
Una prospettiva affascinante dell’Arco di Trionfo

Orari di apertura

L’Arco di Trionfo è aperto tutto l’anno a visitatori e turisti secondo il seguente calendario:

dal 1 Aprile all 11 Settembre  dalle ore 10:00 alle ore 23:00
dal 1 Ottobre al 31 Marzo  dalle ore 10:00 alle ore 22:30

L’edificio rimarrà chiuso nei soli giorni del 1 Gennaio, 1 Maggio ed, infine, il 25 Dicembre. Nei giorni del 8 Maggio, 14 Luglio ed 11 Novembre, l’Arco di Trionfo osserverà solo un chiusura mattutina, aprendo le porte ai turisti nelle ore pomeridiane.

Si ricorda che, per questioni organizzative, l’ultimo accesso è consentito fino a 45 minuti prima dell’orario di chiusura. In ogni caso, tali orari potrebbero subire variazioni sulla base delle condizioni meteorologiche.

Arco-di-Trionfo-di-Parigi
Il maestoso Arco di Trionfo domina la Place de l’Etoile

Come arrivare all’Arco di Trionfo

Lo stupendo monumento si trova all’indirizzo Place Charles-de-Gaulle 75008 Paris ed è raggiungibile in modo molto semplice percorrendo gli Chaps Elysées oppure con le seguenti linee di trasporto:

Metro Stazione Charles-de-Gaulle-Etoile linea 1, 2 e 6
RER Linea A, fermata Charles-de-Gaulle-Etoile
Bus Linee 22, 30, 31, 52, 73, 92 e Balabus

Da fuori Parigi, uscire alla Porte Maillot e seguire Avenue de la Grande Armée oppure uscire alla Porte Dauphine ed imboccare Avenue Foch.

Arco-di-Trionfo-di-Parigi
L’Arco di Trionfo risplende nell’atmosfera notturna

Contatti

Telefono: + 33 / (0)1 55 37 73 77
Sito web: http://arc-de-triomphe.monuments-nationaux.fr/