Il Parco Nazionale del Gargano è uno dei luoghi più belli e incantevoli della Puglia, ricco nella bellezza dei suoi paesaggi e per la grande biodiversità dei suoi habitat differenti.

L’area del Gargano è conosciuta per tantissimi motivi diversi che sono tutti dei validissimi punti di riconoscimento: è un perfetto luogo di villeggiatura, dove immergersi nel suo splendido mare cristallino tra le sabbie bianche; per chi crede, è il luogo della predicazione di Padre Pio; il Gargano è anche la terra delle bianche casette e delle località più famose, come Peschici, Vieste, la Foresta Umbra, le Isole Tremiti.

L’area del Parco Nazionale del Gargano è geograficamente particolare, con un habitat ricco e vario, quasi unico in Italia: una sorta puzzle di ambienti concentrati in un territorio abbastanza ristretto. I profumi del Gargano sono freschi e mediterranei: ammantata da pini e lecci e da coltivazioni di mandorli, aranci e ulivi, quest’area è davvero uno spettacolo sensoriale!

L’interno del promontorio garganico è in gran parte coperto dalla vegetazione della Foresta Umbra ma la costa è bassa e sabbiosa nel tratto settentrionale per poi diventare via via scoscesa con splendide calette di sabbia finissima, in cui passare momenti di puro relax stesi al sole, nei mesi caldi estivi. Tra i punti panoramici più belli vi segnaliamo Grotta degli Dei a Baia di Manaccora a Peschici.

Grotta-di-Manaccora-foto-pre-allest
Grotta degli Dei a Baia di Manaccora

Cosa vedere

Se volete riempire le vostre giornate con qualche bella escursione alla scoperta dei borghi più belli all’interno del Parco Nazionale del Gargano, potreste organizzarvi per visitare la località di Capoiale, frazione del comune di Cagnano Varano. Nato come villaggio di pescatori, questo borgo sorge sulla foce della laguna di Varano, località storicamente importante per il porticciolo e per la possibilità dell’ingresso delle barche in laguna.

L’identità originaria del posto è stata, negli ultimi anni, un po’ alterata dalla forte attività balneare, caratterizzando Capoiale, non solo per il porto, ma anche per i campeggi, gli alberghi e i villaggi turistici. La coltura di mitili e l’allevamento di anguille sono però ancora attività economiche rilevanti.

capoiale
Capoiale – foce della laguna di Varano

Davvero affascinante la località di Foce Varano, frazione del comune di Ischitella. Nell’intera frazione risiedono tutto l’anno 45 abitanti, che aumentano in modo esponenziale nel periodo estivo. Belle le due torri costiere, denominate Foce Varano piccola e grande, che si possono vedere tra le casette sparse nel borgo e davvero suggestivi i dintorni di Foce Varano con la fitta pineta d’Aleppo e qualche filare di eucalipto.

Nei dintorni della borgata di Marina di Lesina, meritano una visita la foce del fiume Fortore e l’omonima torre cinquecentesca, la laguna di Lesina e l’oasi LIPU presente nei pressi dell’imbocco di Foce Acquarotta presso la riva della laguna.

marina-di-lesina04
Il mare a Marina di Lesina

Nelle vicinanze, tra il territorio comunale di Lesina e quello di Sannicandro, è situato il borgo di Torre Mileto, che prende il nome dalla presenza dell’omonima torre costiera di avvistamento, probabilmente una delle più grandi ed antiche della costa adriatica.

Al largo i fondali marini ospitano il relitto di una marsiliana, la Poma Santa Maria, affondata in circostanze misteriose nel 1607. Dal relitto sono stati recuperati nel 1975, dalla Soprintendenza Archeologica della Puglia, tre cannoni conservati all’interno della torre.

DSCF4719
Il tramonto a Vieste

Un’altra piacevole località è borgo di Siponto, situato lungo la costa tra  il centro urbano di Manfredonia e la foce del Candelaro. Siponto è stata un importante insediamento in epoca romana, con un imponente porto dal quale salpavano le navi; a testimonianza di quell’epoca rimangono la Basilica di S. Maria Maggiore di Siponto e il Parco Archeologico di Siponto.