Il Lago di Como (conosciuto anche con il vecchio nome di Lario) è il più profondo lago italiano, quinto in Europa dopo quattro laghi norvegesi; è un lago di origine naturale che bagna il territorio della Lombardia.

Situato a 199 metri sul livello del mare, con una superficie di circa 145 km², è il terzo lago italiano per dimensione, dopo il lago di Garda ed il lago Maggiore. Grazie ai suoi paesaggi suggestivi, è stato decantato dai maggiori poeti del Romanticismo, fra tutti Alessandro Manzoni nel romanzo “I promessi sposi”.

Lago-di-Como
Una vista suggestiva del Lago di Como

Territorio

La forma del lago di Como ricorda quella della lettera “Y”, solo capovolta; la morfologia del territorio è piuttosto varia: dai pendii smussati ed erbosi si passa alle rocce sedimentarie dentate e aguzze. I depositi delle alluvioni della post-glaciazione causarono la separazione dei laghi minori (il lago di Mezzola a nord e i laghi di Garlate e Olginate a sud) dal lago di Como.

Il bacino del lago è composto dal ramo di Como a sud-ovest, dal ramo di Lecco a sud-est e dal ramo di Colico a nord. Il territorio è caratterizzato da un paesaggio impervio; sulle sponde del lago, da una parte all’altra sono visibili i paesi e le grandi ville storiche, anche in virtù della larghezza del bacino che non va oltre il chilometro nei due rami meridionali.

Il principale immissario è il fiume Adda, che rappresenta anche l’unico emissario (a Lecco); altri emissari sono il Varrone, il Pioverna, il Mera, il Liro, il Breggia, il Telo e il Fiumelatte; la vegetazione è di tipo mediterraneo, caratterizzata da numerose varietà di piante, fiori e arbusti che normalmente sono tipici di regioni più meridionali. Questa varietà è legata soprattutto alle favorevoli condizioni climatiche del lago di Como; d’inverno la temperatura non è mai troppo rigida, mentre il caldo estivo è mitigato da venti come il Tivano, che spira al mattino da nord a sud, e il Breva, che viceversa soffia nel pomeriggio fino a tarda sera da sud a nord. Sulle rive del lago crescono azalee, magnolie, cipressi e palme; nella zona collinare sono presenti querce, pioppi e castagni, mentre nelle zone montane si trovano principalmente pini, abeti, larici e faggeti.

Per quanto riguarda la fauna, quella ittica è molto abbondante, con numerose specie di pesci d’acqua dolce, in particolare trote e lucci. Anche le specie di uccelli sono numerose, molte delle quali protette: si trovano cigni, anatre, cormorani, aironi e gabbiani. Nelle valli e sulle vette circostanti, invece, è possibile vedere volpi, lepri, cinghiali, cervi e caprioli.

Lago-di-Como
Lo specchio d’acqua del Lago di Como

Le località principali

Situato tra le province di Como e Lecco, il lago di Como è una delle mete turistiche più gettonate in Italia, praticamente in ogni periodo dell’anno. Ecco le principali località da visitare che sorgono nelle vicinanze del lago, suddivise in base alla provincia:

provincia di Como: Argegno, Bellagio, Brienno, Cernobbio, Como, Domaso, Dongo, Faggeto Lario, Gravedona, Laglio, Lenno, Lezzeno, Menaggio, Musso, Nesso, Tremezzo.

provincia di Lecco: Abbadia Lariana, Bellano, Colico, Dervio, Lecco, Lierna, Mandello del Lario, Perledo, Varenna.

Cosa vedere

Il lago di Como rappresenta un territorio ricco di arte, storia e cultura,  in cui si possono ammirare bellissimi paesini e villaggi lacustri, oltre che splendide ville circondate da pittoreschi giardini. Il turismo del lago di Como si differenzia da quello del lago di Garda, che può essere definito “di massa”, e riguarda principalmente le sfere dell’aristocrazia e dell’arte.

I due principali centri abitati sono Como, la città che dà il nome al lago, e Lecco, la cittadina famosa per via dei Promessi Sposi; entrambe le città sono situate nella parte inferiore dei due rami meridionali. Il centro storico di Como è ricco di arte e storia, con un patrimonio culturale non indifferente, che comprende mura, borghi e fortificazioni medievali, palazzi ottocenteschi e chiese, tra cui spiccano il Duomo e la Basilica di San Abbondio.

La seconda località più importante è Lecco, da cui è possibile scorgere delle suggestive viste panoramiche. Lecco vanta numerosi punti di interesse artistico, storico e monumentale come il Ponte Azzone Visconti, la Villa Manzoni, Santuario della Madonna della Vittoria, per non parlare degli itinerari manzoniani ed il suo magnifico lungolago.

Lago-di-Como
Il Lago di Como, sullo sfondo l’incantevole Bellagio

Dove dormire a Como

Se avete deciso di soggiornare qualche giorno sul lago di Como avrete certamente l’esigenza di prenotare una camera in uno dei vari hotel presenti sul lungolago. A tal proposito vi consigliamo il Grand Hotel Tremezzo, uno degli hotel di lusso più affascinanti di tutto il settentrione italiano. La struttura si presenta in pieno stile liberty, con dettagli di prestigio ed un’attenzione ai particolari che renderà il vostro soggiorno un’esperienza regale.

Se volete spendere meno, potrete invece prenotare all’Hotel Paradiso sul Lago, un valido esempio che dimostra che la convenienza non sempre gioca a sfavore della qualità. Stanze ampie e confortevoli, area benessere, piscina e possibilità di escursioni. Il personale molto gentile saprà esaudire ogni vostra richiesta.

Contatti

Grand Hotel Tremezzo (5 Stelle)

Telefono: 0344 42491
Indirizzo: Via Regina,8 – 22016 Tremezzo – Lago di Como – Italy
Sito Web: http://www.grandhoteltremezzo.com/
Email: info@grandhoteltremezzo.com

Hotel Paradiso sul Lago (3 Stelle)

Telefono: 031 364099
Indirizzo: Via Giacomo Scalini 74 – 22034 Brunate (Como)
Sito Web: http://www.hotelparadisosullago.com/
Email: info@paradisosullago.it