La Cattedrale di San Giorgio Martire è situata al centro della città, proprio di fronte al Palazzo Comunale, a fianco di quella che era un tempo nota con il nome di Piazza delle Erbe, oggi diventata piazza Trento e Trieste. Una bellissima volta coperta collega la cattedrale al Palazzo Arcivescovile.

Ad oggi la Cattedrale di San Giorgio Martire non è più una chiesa parrocchiale, ma rimane ad ogni modo la sede delle celebrazioni più significative della diocesi, dalle ordinazioni ai funerali, ai pontificati. Proprio in questa cattedrale, in primavera, viene eseguita la tradizionale cerimonia di Benedizione dei Palii, ovverosia dei quattro tessuti dipinti che rappresentano i rispettivi premi delle altrettante gare che compongono il tradizionale Palio di Siena.

I lavori per la costruzione della Cattedrale di San Giorgio Martire iniziarono attorno al XII secolo, grazie ai contributi di Guglielmo degli Adelardi e del Principe Federico Giocoli; quest’ultimo in particolare si occupò di finanziare i lavori per la sua costruzione, con il benestare di Papa Anacleto II, nel 1135. Ferrara stava al tempo ampliandosi in direzione della riva sinistra del Po, il che stava portando inevitabilmente ad un decentramento del baricentro urbano, che ad ogni ampliamento in quella direzione migrava inesorabilmente verso Nord.

La precedente cattedrale cittadina era infatti la chiesa di San Giorgio, che oggi sorge al di fuori della cinta muraria sula riva destra del Po’, laddove si trovava in precedenza il primo nucleo della città di Ferrara.

Cattedrale di San Giorgio Martire
La facciata principale della Cattedrale di San Giorgio Martire

Consacrata nel 1135 e dedicata a San Giorgio, cosa ribadita anche nell’iscrizione in volgare presente nell’atrio della chiesa, la Cattedrale di San Giorgio fu progettata seguendo lo stile romanico, com’è possibile notare immediatamente dall’estetica della facciata anteriore.

I lavori per la costruzione dell’edificio procedettero negli anni successivi, e tra il 1451 ed il 1493 venne innalzato il campanile della cattedrale, su progetto di Leon Battista Alberti. Il campanile non venne però mai terminato, tant’è che ancora oggi manca della copertura a cuspide che avrebbe dovuto essere collocata sulla sua sommità, secondo il progetto originale.

Nel corso del XVII un enorme incendio distrusse buona parte della cattedrale, tanto che fu necessario avviare i lavori per un massiccio restauro, durante lo svolgimento dei quali non vi furono però particolari attinenze con il progetto originale: l’interno della struttura fu infatti radicalmente trasformato, e ricostruito secondo uno stile barocco decisamente più congeniale all’epoca.

Descrizione

La facciata della cattedrale presenta numerosi rosoni, strombati, statue, logge, arcatelle e bassorilievi, e sul protiro (sorretto da due colonne poste su due ippogrifi) presente nella sua parte centrale è scolpito uno stupendo Giudizio Universale realizzato in stile gotico da un artista ignoto; sempre sul protiro della facciata si trova anche una statua della Madonna con il bambino, un’aggiunta tardogotica, ed al di sopra del portone troneggiano due statue, la Statua di San Giorgio protettore di Ferrara ed alcune scene del Nuovo Testamento, opere dello scultore Nicholaus.

E’ probabile che sia stato lo stesso Nicholaus l’artefice del progetto dell’intera facciata, così come anche delle absidi, delle fiancate e della struttura interna della cattedrale.

Cattedrale di San Giorgio Martire
Alcuni particolari della Cattedrale di San Giorgio Martire

Vi sono poi una statua di Alberto V d’Este ed un busto in bronzo di Papa Clemente VIII sulla parte destra della chiesa; l’opera che raffigura il pontefice, in particolare, è posta al di sopra di una lapide che commemora la sua presa di Ferrara.

Il lato sud dell’edificio è invece decorato da due logge con colonnette scolpite, e sempre sullo stesso versante della Cattedrale di San Giorgio Martire si trovava un tempo un enorme portale, che fu demolito nel corso dei restauri settecenteschi; era questo il portale che, affacciandosi in direzione di via San Romano (e più in là, verso Bologna) veniva attraversato da coloro che stavano recandosi in pellegrinaggio a Roma.

Mantenendoci sul versante sud della cattedrale potremo scorgere un campanile rivestito in pietra calcarea, edificato durante il periodo rinascimentale e progettato da Leon Battista Alberti. Anch’esso, benché sia stato progettato tra il 1451 ed il 1493 ed ultimato (nella sua versione che possiamo ammirare ancora oggi) verso la fine del XVI secolo, non è mai stato effettivamente completato.

L’interno della Cattedrale di San Giorgio Martire è a tre navate con triplice transetto, in pieno stile barocco, e presenta al centro l’altare maggiore, un’opera di Celio Tirini consacrata nel 1728. A sinistra di questo altare si può trovare la tomba di Papa Urbano III, morto proprio a Ferrara nell’anno 1187.

Nel catino absidale, al di sopra del coro, si può ammirare il Giudizio Universale dipinto da Bastianino tra il 1577 ed il 1581, ispirato proprio allo straordinario capolavoro di Michelangelo presente nella Cappella Sistina.

Il museo della Cattedrale di San Giorgio Martire

Il Museo della Cattedrale raccoglie un gran numero di opere legate alla storia dell’edificio, le quali vennero rimosse dalla struttura proprio nel corso dei restauri operati nel XVII secolo. Tra le opere più importanti si possono citare le ante d’organo raffiguranti L’annunciazione e San Giorgio e il drago, dipinte da Cosmè Tura, la Madonna della melagrana di Jacopo della Quercia, otto arazzi ispirati alle storie dei due patroni di Ferrara, mentre tra le sculture spiccano le formelle duecentesche ed il capitello, che raffigura le storie della vita di san Giovanni Battista.

Il Museo della Cattedrale è attualmente ospitato dalla ex chiesa di San Romano, situata in piazza Trento e Trieste.

Se vi resta del tempo, potreste visitare le altre attrazioni ferraresi, fra cui il Castello Estense, il Palazzo dei Diamanti e la Casa di Ariosto.

Cattedrale di San Giorgio Martire
Campanile della Cattedrale di San Giorgio Martire

Come arrivare alla Cattedrale di San Giorgio Martire

La cattedrale si trova a soli 3 minuti a piedi dal Castello Estense, è situata in una zona pedonale e le fermate degli autobus più vicine sono la fermata Corso Giovecca Teatini, servita dalle linee 1, 3, 4, 6, 7, 9, 13, 21, 323, 390, 392, 396 e 399, e la fermata Corso Porta Reno, servita dalle linee 4 e 11.

Orari

Cattedrale di San Giorgio Martire

  • Orario feriale: aperta dalle 7:30 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 18:30
  • Orario festivo: aperta dalle 7:30 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:30

Museo della Cattedrale

  • Aperto dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00
  • Chiuso tutti i lunedì, ad eccezione del lunedì dell’Angelo, e nei seguenti giorni: 1 e 6 Gennaio, Pasqua, 1 Novembre, 25 e 26 Dicembre.

Tariffe

L’ingresso alla Cattedrale di San Giorgio Martire è completamente gratuito, mentre per la visita al Museo della Cattedrale vale il seguente tariffario:

Biglietto intero: 6 euro;
Biglietto ridotto: 3 euro (over 65, studenti universitari con tessera, espositori e partecipanti a manifestazioni organizzate fa Ferrara Fiere, soci TOURING, ARCI, ENDAS, UISP, AICS, ACLI, AUSER, IBO, ITALIA NOSTRA, F.A.I., gruppi di 10 o più persone (9 ridotti ed il decimo è gratuito), insegnanti di primo e secondo grado con tesserino, soci tesserati Ente Palio, giovani dai 18 ai 30 anni possessori di “Carta Giovani”, fruitori del Sistema Museale Ferrarese, possesori di “Carta Doc” Emilia-Romagna o di “Carta Emozioni”, tesserati CGIL, ETSI-CSL, UIL Emilia-Romagna, AVIS, UNPLI, CNA, CTG e possessori del biglietto intero delle mostre di Ferrara Arte Spa a Palazzo Diamanti.

L’ingresso al Museo della Cattedrale è invece gratuito per: militari in divisa, guide turistiche e giornalisti con tesserino, per la decima persona di ogni gruppo, scolaresche elementari e medie di primo e secondo grado con accompagnatori, giovani fino a 17 anni compiuti, portatori di handicap ed accompagnatori, clero e nuclei familiari con apposita Ferrara Family card.

Contatti

Cattedrale di San Giorgio Martire

Indirizzo: Piazza della Cattedrale, Ferrara
Telefono: 0532 207449

Museo della Cattedrale

Telefono: 0532 207449
Indirizzo: Via San Romano, 1, 44121 Ferrara
Telefono: 0532 761299
Sito web: http://www.artecultura.fe.it/152/museo-della-cattedrale