Data e durata:
March 20181 giorno
Tipologia di vacanza:
Montagna
Persone:
1
Costo a persona:
1000€
Mezzi di trasporto:
Auto

Dalla montagna al mare

La costiera amalfitana è giustamente famosa per la bellezza di alcune sue località, come Amalfi e Positano, che attirano turisti da ogni parte del mondo. Esiste tuttavia un modo alternativo di conoscere questi luoghi, a patto di essere buoni camminatori e di avere un minimo di esperienza sui sentieri di montagna.

Lo sforzo fisico alla fine sarà ripagato da uno spettacolo naturale riservato a pochi, che permetterà di vedere l’intera penisola sorrentina, con i suoi borghi pittoreschi, in un connubio felice di mare e monti.

Si lascia l’automobile in un comodo parcheggio di Bomerano, frazione di Agerola, dove numerosi cartelli indicheranno la direzione da prendere. Il percorso è lungo circa 7 km e corre lungo un sentiero fino a Nocelle, frazione di Positano.

Siamo all’inizio

Non ci sono costruzioni se non qualche ovile, si cammina a volte all’ombra del bosco a volte lungo costoni di roccia a precipizio sul mare, a volte è possibile sostare su qualche prato e ammirare il panorama mozzafiato.

Il panorama

Sovente ci si imbatte in greggi di pecore al pascolo, oppure in altri escursionisti.

Incontri con altri escursionisti

Arrivati infine a Nocelle, fatta una pausa ristoratrice nella sua bella piazzetta, è possibile raggiungere Positano tramite una scalinata di 1500 gradini oppure, più semplicemente, utilizzando uno dei piccoli autobus di linea.

Cosa mi è piaciuto

Il sentiero degli dei offre uno spettacolo unico, dato dalla maestosità del panorama e dal senso di libertà che vi si prova. La natura è protagonista di questo spettacolo. Il mare, il cielo, il vento, i colori, i suoni ti accompagnano lungo tutto il tragitto, donandoti la sensazione di vivere veramente in un mondo senza confini.

Cosa non mi è piaciuto

Raggiungere Bomerano, il punto di partenza del sentiero, e soprattutto farvi ritorno con i mezzi pubblici si rivela un’impresa complicata, sia per la scarsa frequenza delle corse sia per l’attesa che sottrae tempo utile all’escursione. Si può tornare con una combinazione di traghetto e autobus da Amalfi oppure, come ho fatto io, ripercorrendo il sentiero all’inverso.

Giambattista Lazazzera

I consigli di Giambattista Lazazzera

Il sentiero degli dei, pur essendo considerato “facile” dagli amanti del trekking, è pur sempre un sentiero di montagna con possibili rischi per chi non lo conosce bene. Chi non lo ha mai fatto è opportuno che si affidi a una guida o a una associazione di escursionisti locali (ve ne sono tante sui social). E’ importante attrezzarsi di scarpe da trekking, abbigliamento comodo e leggero, acqua e generi di prima necessità. Fatto questo, non resta che lanciarsi in questa meravigliosa esperienza.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si