L’Oblivion a Gardaland è una delle montagne russe presenti nel parco divertimenti di Castelnuovo del Garda. Meno famosa del celeberrimo Blue Tornado, l’attrazione storica di Gardaland, l’Oblivion nel corso di pochi anni è comunque riuscito a conquistare gli ospiti del parco, grazie soprattutto alle velocità vertiginose che vi si raggiungono.

Oblivion (o meglio, Oblivion: The Black Hole) appartiene alla tipologia di montagne russe dive coaster (prima conosciute come diving machine), costruite per la prima volta dall’azienda svizzera Bolliger & Mabillard, che ha costruito anche la struttura di Gardaland. Si tratta di un tipo di montagna russa in acciaio dove i passeggeri provano il brivido di una caduta libera di 90 gradi che, a differenza delle altre montagne russe, non è preceduta dal momento di risalita.

Il momento della partenza dei passeggeri dell'Oblivion verso la missione spaziale!
Il momento della partenza dei passeggeri dell’Oblivion verso la missione spaziale!

L’Oblivion, infatti, come tutte le dive coaster, la caduta libera è preceduta da un tratto pianeggiante, seguita da un freno di stazionamento che, dopo qualche secondo di suspance, viene rilasciato per partire con una spaventosa discesa! Il nome dell’Oblivion richiama direttamente alla prima montagna russa di questo tipo, costruita dalla Bolliger & Mabillard nel parco divertimenti di Alton Towers che, appunto, aveva lo stesso nome della giostra di Gardaland.

In Italia, invece, le montagne russe a caduta in picchiata verticale di Gardaland sono state le prime. Inaugurato il 28 marzo 2015, l’esperienza dell’Oblivion è paragonabile a quella di un bungee-jumper o di un paracadutista; inoltre, con i suoi 566 metri, quelle di Gardaland sono le più lunghe dive coaster di tutta Europa! A differenza delle altre montagne russe di Gardaland, poi, l’Oblivion è quella che raggiunge la massima altezza: ben 42,5 metri!

Il momento prima della discesa da 42 metri di altezza e dell'ingresso nel tunnel sotterraneo: un panorama da togliere il fiato!
Il momento prima della discesa da 42 metri di altezza e dell’ingresso nel tunnel sotterraneo: un panorama da togliere il fiato!

Oltre al brivido della discesa, l’Oblivion infatti offre un grande panorama ai 18 passeggeri divisi in 3 gruppi dell’attrazione; il problema è che non c’è nemmeno il tempo di goderselo che… lo stomaco sale in gola! Una volta saliti in cima, infatti, i vagoni effettuano una leggera curva a sinistra prima di fermarsi in prossimità della caduta verticale.

Una volta scesi, verrete proiettati a grande velocità (circa 100 km orari!) in un tunnel sotterraneo. Dopo essere tornati in posizione ‘orizzontale’, uscendo fuori dal tunnel i binari portano a compiere una immelmann (ovvero una virata improvvisa che permette di invertire la rotta dei vagoni), prima di un giro su se stessi di 270°. Uscendo fuori da questa rotta ‘ad elica’, rientrerete in stazione. Saranno i 100 secondi più lunghi della vostra vita!

Molto interessante anche la scenografia, ispirata ad una missione in stile NASA, con una suggestiva serie di effetti speciali, suoni, giochi di luce e LED screen di ultima generazione che apriranno il vostro viaggio. Ispirato ad una missione spaziale anche gli effetti 3D del tunnel prima di partire: una vera e propria esperienza di un altro pianeta! Molto interessante il soggetto di partenza: si tratta di un risucchio del vostro shuttle all’interno di un misterioso condotto spazio-temporale che collega il pianeta Terra ad uno sconosciuto portale, dagli esiti inaspettati!

Una delle inversioni a 360° dell'Oblivion
Una delle inversioni a 360° dell’Oblivion

L’investimento per la creazione dell’Oblivion è stato decisamente impegnativo. Tutta la struttura è costata ben 20 milioni di euro e, oltre alla già citata svizzera Bollinger & Mabillard, hanno collaborato alla costruzione dell’Oblivion anche altre sei aziende europee, per un periodo di tempo di oltre 2 anni. L’area investita dal progetto è di ben 13 mila metri quadri, uno spazio enorme, “quasi quanto la superficie alare di ben 25 Boeing 747 Jumbo”, aggiunge Aldo Maria Vigevani, Amministratore Delegato di Gardaland srl, che ha deciso di affrontare questo investimento in concomitanza con il 40esimo anniversario della nascita del grande parco divertimenti.

Come arrivare all’Oblivion

Per poter raggiungere in maniera rapida l’Oblivion dall’entrata del Parco divertimenti di Gardaland, il percorso che vi consigliamo è questo: una volta entrati, dopo l’apertura dei cancelli, girate a destra e poi a sinistra una volta superato l’orologio floreale, sotto il tunnel ferroviario. Quindi, proseguite dritto fino a raggiungere l’ingresso di Prezzemolo Land, per poi svoltare a sinistra seguendo la direzione del Blue Tornado.

Percorrete, quindi, tutta la via rettilinea fino a superare il Mammut che troverete alla vostra sinistra. A quel punto, proseguite dritti fino a quando non comincerete ad intravedere Oblivion: l’entrata di questa attrazione è a sinistra (andando in direzione del tendone), prima di percorrere la discesa che raggiunge il ‘fortino’.