Data e durata:
Giugno 20171 giorno
Tipologia di vacanza:
On the road
Persone:
4 con bambini
Costo totale:
100€
Mezzi di trasporto:
Auto
Tappa 1

Valeggio sul Mincio: non potrete non rimanerne affascinati

Arrivati a Valeggio sul Mincio avete due possibilità. O parcheggiare l’auto nel parcheggio che dista pochi metri dall’entrata principale, oppure parcheggiare più lontano, dove la navetta del parco vi porterà in loco. Io preferisco sempre la prima opzione. Mi basta fare pochi passi ed ecco che sono all’interno della struttura.

Il Parco Sigurtà

Pagato il biglietto di 12, 50 per adulti, 6,50 per ragazzi e muniti di cartina si varca la soglia del parco, ove vi immergerete da subito in quest’oasi fatta di fiori alberi e colori. La prima volta che ci sono andata ho seguito scrupolosamente la cartina, mentre ora mi reco direttamente nelle zone che per me sono le più degne d’interesse. Amando molto fare fotografie prediligo gli specchi d’acqua.

Uno scorcio del Parco Sigurtà, con vista al castello Scaligero, che dalla collina domina Valeggio.

Quelli più rilevanti per me sono i giardini acquatici, l’eremo e i quattro laghetti, i laghetti fioriti, ove in questa stagione si possono fare degli scatti fantastici alle ninfee, ma non sono da trascurare il viale delle rose, il viale delle aiuole fiorite, la fattoria didattica, il labirinto e molti altri.

Una delle tante fioriture del Parco Sigurtà
Tappa 2

Borghetto sul Mincio

Una volta finito il giro nel parco Sigurtà a Valeggio sul Mincio, prendete l’auto, perchè a pochissimi chilometri di distanza si trova Borghetto sul Mincio e parcheggiate l’auto sul Ponte Visconteo. Da questo punto strategico (il ponte lungo 650 metri) si può godere della vista di questo piccolo borgo dove tutto è affascinante, e nulla è lasciato al caso.

Uno scorcio di Borghetto visto dal Ponte Visconteo

Io solitamente lascio l’auto e mi incammino a piedi verso il piccolo borgo, ove ruote di antichi mulini ancora funzionanti lasciano inalterato il rapporto tra storia e natura. All’interno di questo borgo non manco mai di fermarmi in un piccolo negozio di saponi vegetali e oggettistica.

Il borgo di Borghetto sul Mincio

Di notevole interesse è anche la Chiesa di San Marco Evangelista, costruita sui resti di una precedente pieve romanica. Ora dirigetevi verso il ponte San Marco perchè di fronte alla chiesa è incastonata una statua di San Giovanni, che per tradizione protegge dall’annegamento coloro che cadono nelle acque del fiume.

Uno scorcio di Borghetto visto dal Ponte San Marco

Cosa mi è piaciuto

Il Parco Sigurtà oltre la bellezza delle fioriture, offre per tutta la stagione di apertura un calendario ricco di eventi gratuiti. Bello il passaggio della storica Mille Miglia, ma da non perdere assolutamente sono i Cosplayer. Ragazzi e ragazze vestite dal personaggio preferito animano per una giornata intera il magnifico Parco.

Cosa non mi è piaciuto

Personalmente non ho mai trovato nulla che non mi sia piaciuto nei due itinerari che vi ho descritto poco sopra, infatti sia il Parco giardino Sigurtà che il piccolo borgo di Borghetto sul Mincio sono mie mete da alcuni anni proprio perchè ogni volta che li vado a visitare mi danno nuovi spunti ed emozioni a livello fotografico.

Paola Assandri

I consigli di Paola Assandri

Se passate dalle parti di Verona, vi consiglio caldamente di fare un salto al Parco Sigurtà. Bello in ogni stagione regala fioriture e colori di cui vi innamorerete. Inoltre vista l’unicità di Borghetto vi consiglio una visita, visto che è una delle mete più visitate di quelle del “Club dei borghi più belli d’Italia”.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si