In soli 224 chilometri quadrati l’isola d’Elba riesce a racchiudere tutto: mare, splendide spiagge, suggestivi paesi e una natura tutta da scoprire. Se allora avete scelto questa isola come prossima meta di viaggio, ecco alcune informazioni necessarie per iniziare a conoscerla ma soprattutto per capire come strutturare un itinerario che ve ne possa far apprezzare tutte le bellezze.

elba
La spiaggia di Fetovaia

La storia

Dici isola d’Elba e pensi Napoleone Bonaparte. Eppure su questa che è la terza isola per grandezza dell’Italia la storia comincia molto prima, sin dal Paleolitico. Qui gli Etruschi venivano a scavare nelle miniere per ricavere ferro che poi commerciavano in tutto il Mediterraneo e qui i Romani continuarono nell’industria siderurgica affiancandola però allo sfruttamento del granito e delle sorgenti termali dell’isola. Passata sotto il dominio della Repubblica di Pisa durante il Medioevo, nel 1548 fu la volta dei Medici fin quando, intorno al XVIII secolo, venne contesa tra varie potenze europee fino a divenire proprietà di Napoleone. Di questa storia così intensa restano ancora oggi molte testimonianze che potete vedere.

villa-san-martino
Villa San Martino: la residenza estiva di Napoleone

Il territorio

Maggiore terreno rimasto a testimonianza di quella che un tempo fu una terra unica tra Italia e Corsica, l’isola d’Elba ha una struttura morfologica molto interessante: da una parte c’è il Monte Capanne con i suoi 1.018 metri mentre al centro vi sono pianure per poi arrivare alla costa orientale, la più antica geologicamente parlando, dove, tra le colline, ci sono i rinomati giacimenti minerari che hanno fatto la ricchezza dell’Elba. Se sulla costa orientale vengono estratti per lo più ematite, limonite, pirite e magnitite, sulla costa ovest i minerali estratti sono quarzo, berillo, tormaline e ortoclasio. Un’altra risorsa molto importante dell’isola è il granito, da sempre esportato: anche 7 colonne del Pantheon sono state fatte con il granito di questa isola. Dal punto di vista della flora invece l’isola è caratterizzata dalla classica macchia mediterranea mentre la fauna vede una grande varietà di volatili, rettili, anfibi, mammiferi e pesci: alcune specie sia vegetali che animali sono endemiche.

Quando visitare l’isola d’Elba? Con il suo clima mediterraneo questo territorio è visitabile tutto l’anno perché anche in inverno le temperature restano miti. Anche le precipitazioni sono rare e sono per lo più concentrate nei mesi autunnali ma anche in questo caso non si tratta di piogge che impediscano un viaggio all’Elba. Solamente sul Monte Capanne i mesi invernali sono rigidi. Infine, è raro che vengano interrotti i collegamenti con la terraferma: può accadere un paio di volte l’anno e mai per tutto il giorno.

Cabinovia-Monte-Capanne
La cabinovia con la quale raggiungere Monte Capanne

Cosa fare e cosa vedere all’isola d’Elba

L’isola d’Elba offre ai suoi visitatori tante cosa da fare e da vedere. Se decidete di venire qui in estate non potete non trascorrere qualche giorno a mare, scoprendo le tante spiagge e le calette che caratterizzano le coste frastagliate dell’isola. Se preferite fuggire dalla massa di turisti andate alla ricerca delle varie baie rocciose come quelle di Chiessi e Patresi mentre, se preferite la sabbia, non avrete che l’imbarazzo della scelta. Soprattutto se siete con i vostri bambini, potete rilassarvi sulle spiagge di Cavoli e Fetovaia, due delle più famose ma potete anche scegliere quella della Padulella o La Biodola e ancora Secchetto e L’Enfola.

cavoli
La spiaggia di Cavoli

Durante il vostro soggiorno all’isola d’Elba potete poi visitare gli 8 comuni che la compongono a partire da Portoferraio, che è la capitale, per poi passare a Rio nell’Elba, Rio Marina, Marciana, Marciana Marina, Porto Azzurro, Capoliveri e Campo nell’Elba. In ognuno di essi troverete qualche interessante monumento storico e archeologico. Uno su tutti? La Palazzina dei Mulini, oggi Museo Nazionale e un tempo residenza ufficiale di Napoleone Bonaparte durante la sua permanenza qui. E se siete interessati all’imperatore francese visitate anche Villa di San Martino, la sua residenza estiva.

palazzina-dei-mulini-interno
Una stanza della Palazzina dei Mulini

Se invece siete più interessati alla natura, l’isola d’Elba saprà accontentare anche voi. Visitate allora l’Orto dei Semplici, un museo vivente di specie vegetali che si trova presso l’Eremo di Santa Caterina a Rio nell’Elba: qui potrete vedere molte piante tipiche dell’Arcipelago Toscano che sono state recuperate e valorizzate. In generale l’isola permette anche agli appassionati di escursioni e trekking di divertirsi scoprendo le bellezze naturalistiche del territorio: contattate una guida esperta e fatevi condurre nelle località più affascinanti dell’isola. Una delle cooperative che offre questo servizio è il Genio del Bosco che potete contattare al numero 0565-944374.

orto-dei-semplici
L’Orto dei Semplici

Come arrivare

Come raggiungere l’isola d’Elba? Da Piombino Marittima è possibile prendere il traghetto che in circa un’ora e un quarto raggiunge Portoferraio. Sono quattro le compagnie di navigazione che effettuano questa tratta con più corse giornaliere: Corsica-Sardinia Ferries, Toremar, Blu Navy e Moby Lines. Potete scegliere di imbarcarvi con la vostra auto o parcheggiarla a Piombino Marittima in uno dei parcheggi custoditi presenti.

Potete raggiungere l’isola d’Elba anche in aereo dalle principali città europee come Berna, Lugano e Monaco. Le compagnie aeree alle quali rivolgervi sono la Skywork, la Silver Air e la Intersky. Dal 2014 è possibile volare anche da Milano Malpensa: la compagnia che effettua questo volo è la Silver Air e in un’ora e venti minuti sarete a destinazione. Atterrerete presso l’aeroporto civile dell’Elba che si tova in Località La Pila a circa 2 km da Marina di Campo.

traghetto
Uno dei traghetti col quale raggiungere l’Elba

Dove dormire

L’isola d’Elba offre ai visitatori molte soluzioni differenti per il soggiorno. Potete scegliere tra alberghi, agriturismi, hotel di lusso, appartamenti da affittare, B&B, case vacanze, residence e campeggi. Qualunque sia il vostro budget sarà facile trovare la sistemazione che risponderà alle vostre esigenze. Se preferite una vacanza all’insegna della natura scegliete tra i tanti campeggi vicini alle spiagge più belle mentre, se desiderate farvi coccolare, cercate uno dei magnifici hotel di lusso dell’isola. In ogni caso, cliccate qui e la vostra ricerca sarà facile.

bedandbreakfast
Cercate la vostra sistemazione sul portale Infoelba