C’erano una volta due splendide sirene sorelle, che vivevano negli abissi sulle sponde del Mar Baltico. Una delle due decise di allontanarsi nuotando verso lo stretto di Danimarca e oggi la potete ammirare seduta sul suo scoglio all’ingresso del porto di Copenhagen.

L’altra nuotò fino a Gdansk e, risalendo il fiume Vistola, arrivò alla città Vecchia di Varsavia, un luogo così bello che decise di non andarsene più. La sirena ogni sera intratteneva i pescatori con il suo dolce canto finché, un giorno, un ricco mercante la vide e pensò che, se l’avesse catturata, avrebbe potuto guadagnare molto denaro.

L’avaro uomo, con un trucco, catturò la sirena e la rinchiuse in una baracca di legno lontano dall’acqua. Una sera, un giovane bracciante del luogo sentì i pianti della creatura e durante la notte andò a liberarla. La sirena, per ringraziare il giovane promise che, se la città avesse avuto bisogno d’aiuto, sarebbe tornata per proteggerla.

Per questo, la sirena di Varsavia, posta al centro della Piazza del mercato è armata di spada e scudo. Di certo non possiamo promettervi che durante la vostra visita a Varsavia incontrerete una sirena, ma la città ha splendidi monumenti e luoghi da favola.

La stagione migliore per arrivare in città è tra maggio e ottobre quando le temperature salgono a 18-20° e in estate possono arrivare anche a 30°. In inverno le giornate sono molto corte,con freddo, nebbie e nevicate. Durante tutto l’anno le piogge sono frequenti perciò meglio non dimenticare a casa l’ombrello.

sirena
Piazza Mercato con la statua della Sirena

Quartieri di Varsavia

I tre quartieri più famosi di Varsavia sono: Stare Miasto, Nowe Miasto e Muranów. 

A circa 4 km a nord est della stazione centrale si trova la città vecchia (Stare Miasto), il quartiere più turistico di Varsavia, caratterizzato dalla piazza del mercato con numerosi bar e ristoranti. Ricostruita usando i mattoni delle case crollate, dopo la distruzione nel corso della II guerra mondiale, la città vecchia, Starówka, come è chiamata dai polacchi, è stata inserita nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità.

Nowe Miasto, la Città Nuova di Varsavia, si estende a nord di quella vecchia, sempre nel distretto di Sródmiescie. Il quartiere cominciò a svilupparsi agli inizi del XV secolo ed è sempre stata considerata di rango inferiore rispetto a Stare Miasto. Anche questa zona fu completamente distrutta nel corso della II guerra mondiale.

Muranów è un quartiere che si trova subito a ovest della città vecchia e fu realizzato su progetto dell’architetto veneziano Giuseppe Bellotti e prende il suo nome dall’isola di Murano. In questa zona, abitata soprattutto da ebrei, i tedeschi stabilirono il Grande Ghetto e, nel 1943 l’intera zona fu rasa al suolo.

the-old-town-291866_1280
La città vecchia

Dove soggiornare

Non avrete difficoltà a trovare un buon alloggio a Varsavia, sia nelle vicinanze del centro città che nella periferia. Hotel, ostelli e B&B sono sparsi in tutta la città e vi garantiranno una vasta scelta, dagli alloggi decisamente economici a quelli più impegnativi e di lusso.

L’argomento è così vasto che merita un approfondimento a parte, che troverete nella guida Soggiornare a Varsavia, con tanti consigli e suggerimenti per trovare un buon posto in cui trascorre le vostre notti polacche.

warsaw-77754_1280
La zona del quartiere finanziario con hotel di lusso

Cosa vedere

Varsavia è ricca di luoghi d’interesse che meritano di essere visitati o almeno visti durante una bella passeggiata per le vie della città. La città ha una struttura concentrata e non troppo vasta che vi permetterà di girarla a piedi ammirando vie, piazze e palazzi.

Il Palazzo della Cultura e della Scienza è la struttura più conosciuta di Varsavia ed è un’imponente palazzo, il più alto di tutta la Polonia, che sovrasta la bella zona del quartiere finanziario. Il palazzo fu realizzato da Stalin come dono alla popolazione polacca ed è un luogo perfetto dove andare per ammirare lo spettacolare panorama della città, infatti dalla terrazza panoramica del trentesimo piano, godrete di una vista impareggiabile.

warsaw-250086_1280
Palazzo della Cultura e della Scienza

Da inserire nella visita della città la Tomba del Milite Ignoto che si trova sotto i tre archi superstiti dalla distruzione di palazzo Saski. In questo luogo, il 2 Novembre 1925, furono interrate le ceneri di un soldato sconosciuto. Ogni ora la guardia viene cambiata ma, se vi trovate da queste parti di domenica a mezzogiorno, avrete modo di assistere ad una suggestiva cerimonia.

Da vedere anche il campus universitario che riunisce molti palazzi storici, tra cui palazzo Tyszkiewicz-Potocki che ospita il museo dell’università e palazzo Kazimierzowski, il più antico palazzo del complesso, risalente al 1660.

Altre due splendide strutture sono la residenza del presidente della repubblica, il Palazzo Presidenziale e Palazzo del Parlamento.

Tra gli edifici religiosi vanno sicuramente ricordati la Chiesa di Sant’Anna, un edificio molto ricco di decorazioni, uno dei pochi che non è stato distrutto durante la guerra. Il campanile è staccato dalla chiesa e vi si può salire per godere di una magnifica vista della Città Vecchia.

IMG_3450_1024
Tomba del Milite Ignoto

La Chiesa di Santa Croce si trova nelle vicinanze dell’università e nei suoi pilastri sono murate le urne che contengono il cuore di Chopin e Reymont. Un’altra chiesa che vale la pena di visitare è la Chiesa di Sant’Alessandro che sorge al centro di plac Trzech Krzyzy (piazza delle Tre Croci).

Infine, tra gli edifici di culto, vi citiamo la Cattedrale di San Giovanni Battista, che è il luogo di culto più antico di Varsavia e nella cripta si trovano le tombe dei duchi di Masovia, degli arcivescovi di Varsavia e di personaggi famosi e il Santuario di Nostra Signora della Grazia, dove potrete ammirare il dipinto che rappresenta la Nostra Signora della Grazia patrona della città.

Tra i luoghi più belli in città e che non potete proprio mancare di visitare, vi è il Parco Reale Lazienki, uno dei più bei parchi d’Europa, in cui si trovano degli splendidi edifici che si inseriscono perfettamente nel contesto ambientale. Tra le costruzioni spicca il magnifico Palazzo sull’Acqua che potrete anche visitare internamente. Splendido anche il Complesso del palazzo e del parco Wilanów, considerato uno dei più importanti monumenti del barocco polacco.

P1300197
Parco Reale Lazienki

Infine, tra i più bei palazzi di Varsavia, dobbiamo sicuramente raccomandarvi una visita al Castello Reale. Come tutti i monumenti della città, dopo la seconda guerra mondiale, il palazzo venne ricostruito, infatti, la bellissima struttura in mattoni che vedete oggi è una copia che include molti elementi architettonici provenienti dal palazzo originale.

Durante le vostre passeggiate, se vi trovate nei pressi di Plac Zamkowy, avrete modo di vedere la Colonna di Sigismondo, eretta nel 1644 in onore del re che trasferì la capitale da Cracovia a Varsavia.

Una capatina in Piazza del Mercato della Città Vecchia vale la pena di farla, infatti è uno dei luoghi più pittoreschi della città. Non potrete dimenticare di portare un saluto alla Sirena che si trova al centro della piazza del mercato.

castello reale
La piazza del Castello Reale

A Varsavia ci sono numerosi musei, che sono il luogo adatto dove ritrarvi nei giorni piovosi, tra cui il Museo storico di Varsavia,  che raccoglie reperti che raccontano la storia della capitale dai periodi più antichi fino ai giorni nostri e il Museo Maria Sklodowska Curie, che sorge nella storica casa in cui Maria Curie nacque e conserva una collezione permanente dedicata alla vita e alle scoperte della celebre scienziata.

Per concludere vi raccomandiamo di organizzare un giro tra i “luoghi degli ebrei” come il Muro del ghetto, il Cimitero ebraico, fondato nel 1806 ed uno dei pochi ancora in uso in Polonia, Umschlagplatz, il punto da cui partivano i treni per portare gli ebrei dal ghetto al campo di sterminio di Treblinka e il Monumento agli eroi del ghetto, dedicato alle migliaia di persone che morirono nella rivolta del 1943.

monument-92826_1280
Monumento agli eroi del ghetto,

Cosa fare a Varsavia

Varsavia è una città viva e in continua espansione. Negli ultimi anni bar, ristoranti e locali si sono moltiplicati, nel centro e nella periferia. Non troverete difficoltà ad individuare un ottimo ristorante dove andare a provare la particolare cucina polacca. Pub, ristoranti e bar vi offriranno assaggi di ogni tipo. Per conoscere nel dettaglio tutte le specialità locali consultate la guida Dove e cosa mangiare a Varsavia.

Anche di sera troverete molti locali, discoteche e bar dove potrete tirar mattina ballando e bevendo dell’ottima birra. In centro come nei quartieri di periferia, tra cui l’eclettico Praga, ci sono tantissimi luoghi in cui divertirsi. Volete qualche consiglio? Trovate tutto nella guida Cosa fare a Varsavia di sera.

citta vecchia
Di sera in città vecchia…

Come spostarsi in città

I mezzi pubblici a Varsavia sono efficienti ed economici. Gli autobus urbani sono in servizio dalle 05:00 alle 23:00 e sono contraddistinti dalla lettera “N” che indica gli autobus notturni e la “E” per gli espressi con minor numero di fermate.

La Metro di Varsavia ha una sola linea che collega il nord con il sud passando per il centro. I treni sono in servizio fino a mezzanotte e hanno una frequenza dai 3 ai 10 minuti. Inoltre ci sono una trentina di linee di tram e una corsa operata da tram d’epoca che, nei mesi estivi, si riempe di turisti.

I biglietti sono validi su metro, autobus e tram, ma non sui treni. Possono essere acquistati nelle edicole, alle macchinette automatiche che si trovano a molte fermate e anche a bordo.

mappa_varsavia_5
Mappa della città di Varsavia

Come arrivare

Varsavia ha due aeroporti: il primo è l’Aeroporto di Varsavia-Chopin, situato nella periferia sud, nel distretto di Wlochy, a 10 km circa dal centro. Lo scalo è collegato con il centro da tre linee di treni (S2d, S3S, S3C) che fanno capolinea in diversi punti della città e passano per il centro e da cinque linee di autobus che raggiungono le zone principali di Varsavia: bus 148, 175, 188, 331 il notturno N32.

Il secondo scalo è l’Aeroporto della Masovia di Varsavia-Modlin è situato a Modlin, una frazione di Nowy Dwór Mazowiecki, 40 km a nord-ovest di Varsavia. Se volate con una compagnia low cost è probabile che atterriate a Modlin. L’aeroporto Varsavia-Modlin è collegato al centro città tramite bus.

Varsavia ha tre stazioni ferroviarie per i treni a lunga distanza:Varsavia Centrale, Varsavia Est e Varsavia Ovest. La linea di treni più usata dai turisti è la “Berlino-Varsavia Express”.

Warsaw_Chopin_Airport_logo
Aeroporto di Varsavia-Chopin