Data e durata:
September 20171 giorno
Tipologia di vacanza:
Arte e Cultura
Persone:
3
Costo totale:
100€
Mezzi di trasporto:
Auto

Cattedrale di San Matteo

La Cattedrale di San Matteo non è solo la chiesa più famosa ed importante di Salerno ma è anche (e soprattutto) quella dedicata al santo patrono di Salerno, un culto molto sentito dai salernitani.

Fu costruita in stile romanico e in seguito è stata modificata e subito le influenze di vari altri stili, come quello arabo-normanno visibile sopratutto nel campanile. La pianta del corpo centrale è a base rettangolare ed è divisa in tre navate che sorreggono arcate bianche e molto semplici, mentre la base delle colonne è rivestita di marmo nero.

Ci sono tantissime cappelle laterali dedicate ai Santi al cui interno sono poste non solo statue e altari ma anche dipinti e reliquie. Il contenuto delle cappelle e i Santi sono descritti accuratamente su cartelloni ben leggibili.

Cappella laterale con dipinti

Nella navata centrale, verso l’altare principale ci sono varie strutture riccamente decorate a mosaico nei toni dell’oro e del nero. Si respira molta opulenza in tutta la Cattedrale e ci sono due absidi, uno principale e uno laterale, ricoperti da foglia d’oro e da bellissimi affreschi.

Le decorazioni della Cattedrale, in generale, sono molto belle e particolari e si può notare, da altare ad altare, la differenza degli stili utilizzati per la decorazione. Prima dell’abside principale, inoltre, è ben visibile una parte della primissima struttura, lasciata di proposito come in una crepa del muro per mantenerne uno storico e una memoria.

Abside centrale con affresco in foglia d’oro

Alla fine della navata di sinistra è possibile scendere le scale che portano alla cripta di San Matteo in cui sono custodite le sue reliquie ed è posto l’altare a lui dedicato. Non è una cripta buia, anzi, è spaziosa e luminosa, regnano sovrani i colori del bianco e dell’oro.

Cripta

Ci sono tantissime colonne e il soffitto è decorato con una moltitudine incredibile di affreschi. E’ una cripta ben tenuta e curata e sono molte le persone che scendono a visitarla e a pregarci in un clima più intimo.

Nel complesso, la Cattedrale di San Matteo, è una costruzione imponente, ricca e piena di decori e statue. Un vero e proprio gioiello architettonico sacro.

Cosa mi è piaciuto

La ricchezza dei fregi e dei decori è tipica del lusso della Chiesa e mi piaciuto il fatto che, con il passare del tempo, hanno sempre restaurato le opere e le strutture in modo da non farle decadere. Bellissima la cripta in particolare, ci vorrebbero giorni e giorni solo per studiarne gli affreschi.

Cosa non mi è piaciuto

Difficile trovare qualcosa che non mi sia piaciuto, addirittura pensavo mi sarei impressionata a guardare le reliquie ma non mi hanno fatto tanto effetto. Non so se c’era la possibilità di prenotare anche una guida, anche se in realtà non se ne vedeva traccia; forse solo questa è una piccola nota negativa.

Rita Serretiello

I consigli di Rita Serretiello

Vi consiglio vivamente di visitare questo duomo perché ne vale assolutamente la pena. Si respira un’aria di solennità e splendore all’interno, che credo sia unica nel suo genere. Non ci si mette tanto a visitarlo a meno che non ci sofferma a fare tantissime foto come ho fatto io e ci vuole molto tempo anche per leggere ogni nicchia cosa racchiude, ma in compenso è tutto spiegato benissimo ed è visitabile anche senza guida, che al massimo potrebbe fornire aneddoti ed informazioni sulla struttura stessa.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si