Data e durata:
August 20191 giorno
Tipologia di vacanza:
Arte e Cultura
Persone:
5 con bambini
Costo totale:
100€
Mezzi di trasporto:
Auto

I tre tempi di Paestum e Museo Nazionale

Visitare la zona archeologica di Paestum in provincia di Salerno, che sorge alle spalle del mare è davvero molto affascinante. Nell’ area sorgono tre mastodontici templi. Il più grande e imponente è quello di Nettuno, dedicato al dio del mare.

I primi due templi, il più imponente quello di Nettuno ed in primo piano quello di Hera

Gli altri due templi poco distanti dal tempio di Nettuno sono quello Hera ovvero la Basilica e quello di Athena.  Il tempio di Atena o tempio di Cerere è un tempio greco costruito nel Santuario settentrionale, in posizione diametralmente opposta rispetto al Santuario.

Frontale tempio di Nettuno

La visita dei Templi si completa con la visita al museo archeologico Nazionale di Paestum nato nel 1952 per soddisfare la necessità di raccogliere tutto il copioso materiale archeologico proveniente dai numerosi scavi che interessavano tutta la zona.

Tomba del Tuffatore

All’interno del museo tra i tanti ritrovamenti di particolare rilievo è la tomba del tuffatore. Tale tomba si tratta di un raro esempio di pittura greca e abbelliva una tomba a cassa. Sulla lastra di copertura della tomba del tuffatore è dipinto il tuffo simbolico che il defunto ha fatto nel momento in cui ha abbandonato il mondo dei vivi per raggiungere quello dei morti.  Dopo la visita ai templi è d’obbligo andare in spiaggia per un bagno rigenerante!

Cosa mi è piaciuto

Mi è piaciuta la grande maestosità dei templi e il fatto che dopo secoli di anni siano ancora quasi intatti nel posto dove sono stati costruiti. Molto affascinante è anche il museo e dove con molto interesse ho apprezzato i ritrovamenti rivenuti all’interno delle tombe. Un consiglio sarebbe bello vedere i templi a tramonto data la loro posizione.

Cosa non mi è piaciuto

Non mi è piaciuto il fatto di non avere strutture rinfrescante all’interno della stessa area, in quanto il caldo è davvero molto pesante. Comunque al di fuori dell’area ci sono bar e quanto altro per acquistare sfiziosi ricordi di ogni genere. Particolarmente simpatica è la pasta tricolore rossa, bianca e verde tutta italiana

Caterina Perna

I consigli di Caterina Perna

Nella zona archeologica è possibile arrivarci fin sotto con l’auto, il parcheggio è vicinissimo e i costi sono molto contenuti appena 3 euro per l’intera giornata. Vi consigli di portarvi il costume in quanto i lidi attrezzati sono davvero vicinissimi per un rinfrescante e rilassante bagno. Spettacolare è la sabbia d’oro.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si