Cala Luna è una delle spiagge più suggestive dello splendido Golfo di Orosei. Da un punto di vista amministrativo, questa spiaggia è situata a metà tra il comune di Dorgali, l’ottavo per estensione dell’intera Sardegna, e quello di Baunei, entrambi nella provincia di Nuoro, e può vantare un gran numero di paesaggi meravigliosi al suo interno, come ad esempio le splendide Cala Mariolu Cala Goloritzé.

Cala Luna rappresenta senza dubbio uno dei simboli della Sardegna, soprattutto nell’immaginario collettivo. Non è un caso se a questa cala un gruppo di fama mondiale, i cileni Inti Illimani, abbia dedicato addirittura un pezzo: Danza di Cala Luna.

Il meraviglioso panorama di Cala Luna, una delle più belle spiagge del Golfo di Orisei
Il meraviglioso panorama di Cala Luna, una delle più belle spiagge del Golfo di Orosei

Questa spiaggia, inoltre, è stata teatro di ben 3 filmScarabea – Di quanta terra ha bisogno un uomo?Il signor Robinson, mostruosa storia d’amore e di avventure e soprattutto la deliziosa commedia di Lina Wertmuller, Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto, con protagonisti attori del calibro di Giancarlo Giannini e Mariangela Melato. Ultimamente, si è deciso di fare un remake di questo splendido film, con protagonista niente meno che la star internazionale del pop mondiale, la mitica Madonna!

E il motivo di tanta fama è presto detto: si tratta di una delle perle del Golfo di Orosei, il vero simbolo della costa sarda che affaccia sul Tirreno, ovvero la sua parte orientale. Caratterizzata dalla foce del torrente Codula di Luna, la cala si trova incastonata tra ripide pareti di roccia e costellata di bellissime grotte naturali, ampie e ‘funzionali’, in quanto offrono riparo dal sole nei mesi più caldi della stagione estiva.

La foce del torrente Codula di Luna, che sfocia nella cala
La foce del torrente Codula di Luna, che sfocia nella cala

Il suo mare, azzurro e cristallino dal tipico colore turchese, è particolarmente indicata per gli amanti di sport acquatici quali pesca subacquea sportivasnorkelingimmersione. Nonostante si tratti di una spiaggia incontaminata, è ben attrezzata anche per i turisti, con un bar e un punto ristoro appena sopra la spiaggia; il tutto, ovviamente, con una fortissima attenzione all’ambiente circostante, come da tradizione in tutta la Sardegna. Molto indicata per le famiglie con i bambini a carico, a causa del suo caratteristico fondale basso, che rende facile e sicura la balneazione nelle sue splendide acque.

Intorno alla baia, come se non bastasse la bellezza della costa in sé e delle sue acque, troverete le montagne del Parco Nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu, con le sue caratteristiche vette impervie e il terreno ‘imbiancato’ da piccoli e numerosissimi sassi di color bianco, appunto. Le ampie vallate verdi che si vengono ad aprire allo sguardo del visitatore, sono teatro perfetto per numerosi tracciati di trekking che, come vedremo nel paragrafo successivo, sono indispensabili da percorrere per coloro i quali vogliano raggiungere la spiaggia di Cala Luna via terra.

Un'immagine suggestiva del Parco Nazionale del Golfo di Orosei
Un’immagine suggestiva del Parco Nazionale del Golfo di Orosei

Boschi di lecci, corbezzoli e numerose e maestose querce fanno sì che il paesaggio circostante della cala sia un perfetto soggetto ‘da cartolina’ in ogni periodo dell’anno, anche se ovviamente Cala Luna dà il meglio di sé nella stagione estiva, coi colori che risplendono grazie al sole battente.

Ma il territorio del Golfo di Orosei offre numerosi paesaggi che sono quantomeno equiparabili a quello della Cala Luna: poco più a sud, sempre nel territorio comunale di Baunei, troverete altri paradisi incontaminati con le acque turchesi e cristalline: Cala Biriola, Cala Sisine e le già citate Cala Mariolu Cala Goloritzé, infatti, offrono dei paesaggi che rendono questa zona della Sardegna una delle più amate dai turisti di tutto il mondo!

Come arrivare a Cala Luna

Sono due i modi principali per raggiungere la meravigliosa Cala Luna: via mare, approfittando di una bella gita panoramica nelle limpide acque della Sardegna, o via terra, per gli appassionati di escursioni tra le coste rocciose di questo splendido litorale. Ecco nel dettaglio come fare:

via mare

Il modo migliore (nel senso di ‘più facile’) per raggiungere Cala Luna è sicuramente quello via mare, usufruendo del servizio fornito da alcune aziende, che con le loro imbarcazioni partono ogni giorno da e per il vicini porti di Cala Gonone, Santa Maria Navarrese, La Caletta o Arbatax.

via terra

Per arrivare alla spiaggia di Cala Luna via terra ci vogliono all’incirca un paio d’ore, percorrendo il sentiero che parte da Cala Fuili, un tracciato sulle scogliere decisamente impegnativo, che sovrasta le splendide grotte del Bue Marino, con una diramazione che porta all’ingresso via terra della grotta, e da Cala Oddoana, che percorrerete prima di scendere definitivamente verso la Cala Luna.

Le maestose Grotte del Bue Marino, parte del percorso via terra che conduce a Cala Luna
Le maestose Grotte del Bue Marino, parte del percorso via terra che conduce a Cala Luna

Una alternativa può essere quella di raggiungere la spiaggia dal bivio situato al chilometro 172,100 della SS 125. In questo caso, bisogna percorrere una strada stretta asfaltata, con tratti decisamente ripidi sia in salita che in discesa, per circa 10 chilometri fino alla località di Telettotes. Da qui, poi, dovrete continuare il vostro percorso a piedi per circa altri 10 chilometri circa, all’interno della Codula di Luna, seguendo il torrente circostante.

Vi è anche una terza possibilità, in realtà, che consiste nell’imboccare una strada sterrata che comincia all’altezza del Malopès, situato a circa 250 metri sul livello del mare, dalla strada Dorgali – Cala Gonone. Da qui dovrete proseguire per poco meno di 8 chilometri in direzione Cuili Bucchiarta. Da qui, infine, dovrete percorrere un ripido sentiero, chiamato ‘S’iscala ‘e su molente’, che vi condurrà nella Codula di Luna, situata a circa 2 chilometri dalla spiaggia di Cala Luna.