Data e durata:
Giugno 20174 giorni
Tipologia di vacanza:
Arte e Cultura
Alloggio:
Appartamento
Persone:
3 con bambini
Costo totale:
700€
Mezzi di trasporto:
Aereo, Treno, Traghetto

Venezia: la magia delle calli e panorami mozzafiato

Arrivati nella magica Venezia abbiamo optato per un giro tra le calli ed i ponti per ammirare l’infinita bellezza dei palazzi veneziani, incantevoli, che raccontano storie antiche di epoche lontane eppure, passeggiando, così attuali! Si rimane a bocca aperta ad ammirare ponti e palazzi medievali, segnati dai tanti viandanti che nel tempo hanno percorso le stesse vie.

Si rmane estasiati dallo sguardo da un qualsiasi ponte, piccole insenature e canali ricchi di fascino e bellezza. Le foto raccontono meglio di me l’immensa bellezza nel volgere lo sguardo al Canal Grande, appunto grande per dimensione e per panorami.

Vista del Canal Grande

Si potrebbe stare ore ad osservare ed ammirare – dal Ponte di Rialto – le gondole ed i motoscafi navigare con scioltezza per il canale. Ad ogni calle, da ogni ponte – pure il più insignificante all’apparenza – si scorgono viste, tramonti indimenticabili.

Le gondole, tipiche imbarcazioni veneziane

Per apprezzare Venezia a 360 gradi abbiamo preso il vaporetto cha – al costo di 7,50€ a persona (i bambini non pagano) – ci ha permesso di ammirare la città dal Canal Grande (linea 1). Siamo stati fortunati, in quanto abbiamo trovato i posti a prua ed abbiamo visto la città da una propsettiva magnifica. Il giro ci ha permesso di circumnavigare l’isola fino al lido di Venezia e ritorno, ammirando tutti i palazzi unici, splendidi del Canal Grande.

Abbiamo immortalato anche la recente opera d’arte di Lorenzo Quinn, le mani giganti che spuntano a sorreggere l’hotel Ca’ Sagredo, nella zona di Rialto, dal titolo “Support”, l’opera realizzata in occasione dell’apertura della biennale veneziana.

SUPPORT – opera di Lorenzo Quinn

Cosa mi è piaciuto

Venezia è la tipica città d’arte, tutto è studiato e programmato per accogliere al meglio i turisti. Gentilezza, disponibilità, competenza e professionalità sono il principio cardine di albergatori, ristoratori e negozianti! Abbiamo pranzato in un ristorante un po’ dubbiosi, pensando che a Venezia ci siano solo locali turistici di dubbia qualità, ed invece abbiamo mangiato bene e ad un prezzo ottimo!

Cosa non mi è piaciuto

Unica nota stonata di una città così unica e speciale è l’elevato numero di visitatori, turisti, avventori che affollano piazza San Marco, il ponte di Rialto, le calli e i Vaporetti, rendendo a tratti stressante la visita, e gli spostamenti. Anche fare una foto o un selfie diventa un’impresa; ma è lo scotto da pagare per ammirare Venezia!

Giuseppe Costantino

I consigli di Giuseppe Costantino

Venezia non è una città comune e ci siamo domandati – prima di organizzare il viaggio – se fosse una meta da affrontare con un bambino di tre anni. Innanzitutto abbiamo deciso di non portare il passeggino ed abbiamo fatto bene, sarebbe stato solo d’intralcio con i continui gradini da superare ed i ponti da attraversare, per non parlare dei traghetti, sarebbe stato solo un incomodo. Abbiamo camminato sempre con occhiali da sole e cappello, a Venezia i palazzi non sono molto alti, non ci sono alberi e di conseguenza c’è poca ombra, bisogna cautelarsi! Ultimo consiglio, ma non per ordine d’importanza, portatevi uno zaino con dentro il necessario: l’acqua! Anche se ad onor del vero non ho visto prezzi esagerati per l’acquisto delle bottiglie, e tra l’altro ci sono piccoli supermercati di note catene che permettono di acquistare a prezzi normali tutti i prodotti. Buon Viaggio!

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si