Data e durata:
August 201715 giorni
Tipologia di vacanza:
On the road
Alloggio:
Appartamento
Persone:
2
Costo a persona:
2300€
Mezzi di trasporto:
Auto
Tappa 1

Due giorni a Lisbona, città di “saliscendi” e sferraglianti tram

Siamo arrivati a Lisbona sabato pomeriggio e abbiamo subito esplorato la zona del Barrio Alto, dove si trovava il nostro alloggio.

Il giorno seguente abbiamo visitato il Castello di San Giorgio ed il quartiere Alfama e abbiamo più volte usufruito di un passaggio sugli sferraglianti e storici tram della città che si muovono velocemente, passando per strade strette ed estremamente pendenti, nonché scoscese. 

Panorama dal castello di Lisbona

Guardare Lisbona dai finestrini del tram è un’esperienza da provare assolutamente!

Uno dei tanti tram di Lisbona

Ci siamo poi concessi un’ottima cena presso uno dei ristoranti della zona dell’Alfama, dove abbiamo assistito ad uno spettacolo di Fado, assolutamente consigliato.

Il giorno seguente abbiamo visitato Belém, il Monastero dos Geronimos (Mosteiro dos Jerónimos), la Torre, Padrão dos Descobrimentos. Non ci siamo fatti mancare i fragranti ed avvolgenti pasteis de nata della storica pasticceria di Belém. Abbiamo poi visitato l’Oceanário, anche a causa della pioggia e del vento sopraggiunti all’improvviso, ed infine la zona del Rossio. 

La città è bellissima, ma non grande, 2-3 giorni sono sufficienti per apprezzarla e godersela.

Gli azulejos di Lisbona

E’ bello camminare, vedere i monumenti ma, soprattutto, assaporarne l’atmosfera, perdersi nei vicoli, provare specialità quali il baccalà, le sardine, la ginjinha. Una zona molto bella in cui alloggiare è sicuramente il Barrio Alto, molto animato, pieno di giovani e di attività: locali notturni, bar, pasticcerie, bistrot.

Lisbona è una città romantica, ha un’aria leggermente decadente, che la rende molto interessante ed unica.

Tappa 2

Visita di un giorno a Sintra, una cittadina fatata

A Sintra abbiamo visitato il Palácio da Pena, la Quinta da Regaleira con le sue mille attrazioni ed il centro storico. Ci siamo fermati in un bar-pasticceria assaporando pasteis de Bacalhau e di pollo. L’atmosfera di Sintra, con i suoi giardini e palazzi è unica. Al ritorno da Sintra ci siamo fermati a Cabo da Roca per vedere il tramonto.

Tra i tanti monumenti di Sintra vale sicuramente la pena iniziare dal Palácio da Pena, ricchissimo di storia. Un palazzo colorato e sfarzoso, visitabile anche all’interno, ben arredato e con un grande giardino.

Palacio da Pena

La Quinta da Regaleira è poi raggiungibile a piedi ed è un enorme parco, ricco di attrazioni originali: un giardino con labirinti, statue, palazzi…

Pozzo di San Patrizio a Quinta da Regaleira

Sintra non dista molto da Lisbona, in meno di un’ora la si raggiunge. E’ altamente consigliato arrivarci per tempo, perché è sempre affollatissima: in agosto è quasi impraticabile e sicuramente trovare parcheggio è molto complesso. Salire in auto o in tuk tuk (una sorta di ape car) al Palácio da Pena può essere un modo per risparmiare molto tempo se si ha un giorno solo.

Vista dal Palacio da Pena

Cosa mi è piaciuto

I viaggi in tram, le specialità culinarie (baccalà, sardine in particolare), l’atmosfera, il Fado all’Alfama, le persone (molto accoglienti e disponibili), il sistema di trasporti, la Torre di Belém, il Monastero dos Jerónimos, la pasticceria di Belém, i negozi antichi con insegne caratteristiche, il Palácio da Pena, la Quinta da Regaleira.

Cosa non mi è piaciuto

La difficoltà nel guidare l’auto e nel trovare parcheggio. I prezzi dei ristoranti, descritti come molto economici, ma piuttosto vicini a quelli italiani. Il Castello di Lisbona non mi è parso molto interessante. In agosto Sintra è talmente piena di turisti da essere quasi impossibile da visitare. Nei ristoranti spesso vengono proposti pane, olive e burro che sembra siano gratis ma sono in realtà a pagamento.

Laura Betti

I consigli di Laura Betti

Personalmente non consiglierei di trascorrere più di tre giorni a Lisbona. Nella città suggerirei di non entrare al Castello, ma di non snobbare l’Oceanário, un bellissimo acquario, ricco di specie e comunque curioso. Noi non abbiamo visitato musei, poiché preferiamo godere dell’atmosfera della città. Consiglio di recarsi ad uno spettacolo di Fado, ma non a pagamento: si trovano tante performance gratis.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si