Stintino è un piccolo comune di meno di 60 chilometri quadri di estensione, che rappresenta l’estremità nord-occidentale della Sardegna e della provincia di Sassari, all’interno della quale il suo territorio si dipana. I suoi circa 1.600 abitanti, ovviamente, diventano molti di più nel periodo estivo, nel quale Stintino viene letteralmente presa d’assalto dai turisti, che vogliono godere delle bellezze di questa meravigliosa località!

Stintino è situata sull’omonima penisola, l’ultima parte del territorio dell’isola che dalla piana di Nurra si protende verso l’isola di Asinara, distante solo pochi chilometri, al cui interno vi è il Parco Nazionale dell’Asinara (istituito nel 1997), di cui il porto di Stintino rappresenta l’imbarco più veloce ed economico. Cale di sabbia e sassi al termine di piccole valli (come ad esempio Biggiu Marinu, letteralmente ‘Bue Marino’, il nome sardo della foca monaca) ne caratterizzano il territorio.

Un'immagine dall'alto del Parco Nazionale dell'Asinara
Un’immagine dall’alto del Parco Nazionale dell’Asinara

Cosa vedere a Stintino

Oltre alla Spiaggia La Pelosa, di cui parleremo nel paragrafo successivo, qui a Stentino secoli di storia sono ben visibili anche all’interno del piccolo paese, che ha rappresentato sempre un punto importante e strategico della Sardegna grazie alla sua posizione geografica, che può godere anche di bellezze naturalistiche senza pari.

Come già accennato in precedenza, Stintino rappresenta una meta turistica importante anche per il ‘dirimpettaio’ Parco Nazionale dell’Asinara, situato sull’omonima isola, che rappresenta una delle principali attrattive della zona; da Stintino partono quotidianamente numerose imbarcazioni che portano proprio sull’Isola dell’Asinara.

678 specie floristiche diverse, di cui ben 29 endemiche, anche la fauna presenta un gran numero di esemplari di specie diverse: si contano circa 80 specie selvatiche di vertebrati, come il cinghiale, il muflone, il falco pellegrino e l’asinello albino, tipico di queste zone. Tra gli uccelli vi si trovano il gabbiano corso, il marangone dal ciuffo e la pernice sarda. Pendii ripidi e aspri ne caratterizzano il territorio, imperdibile per gli amanti della natura!

Un'immagine del centro storico di Stintino
Un’immagine del centro storico di Stintino

Bellissimo anche il porto turistico della città, ma è il suo centro storico, pittoresco e caratteristico con le sue case basse e colorate, ad essere il punto di approdo principale per coloro i quali vogliono visitare la parte storica e architettonica della località sassarese, il cui unico monumento vero e proprio è la Chiesa dell’Immacolata Concezione, l’unica della piccola città di Stintino.

A circa 3 chilometri di distanza, ma ancora all’interno del territorio di Stintino, è situato lo stagno di Casaraccio, un’importante zona umida della Sardegna, classificato come sito di importanza comunitaria. E’ situato nella penisola di Capo Falcone, nella parte occidentale del Golfo di Asinara, ed ha una estensione di circa 85 ettari, mentre la sua profondità massima non supera i 2 metri; numerose sono le specie floristiche e faunistiche della zona, che è stata inclusa nel 1996 dalla Regione Sardegna in una “oasi permanente di protezione faunistica e di cattura“.

Capo Falcone vista da Stintino
Capo Falcone vista da Stintino

La parte delle spiagge coralline che si alternano a scogliere, comunque, resta il punto forte di Stintino. Le acque che dal verde smeraldo arrivano al blu intenso, infatti sono la caratteristica dell’appena citata Capo Falcone, uno dei principali poli attrattivi della località.

Da qui si può raggiungere anche la bellissima Isola Piana, caratterizzata da una splendida torre seicentesca che in un certo senso ‘chiude’ l’intero golfo. Si tratta di una zona in cui si possono praticare numerosi sport acquatici, come immersioni, surf o anche canoa, con il noleggio a vostra disposizione.

Isola Piana e la sua torre
Isola Piana e la sua torre

Spiaggia La Pelosa a Stintino

Il simbolo della località sarda, però, e anche della costa nord-occidentale della Sardegna, è senza dubbio la Spiaggia La Pelosa, da molti considerata come una delle più belle spiagge della Sardegna, con un’acqua dal colore così incantevole da non avere eguali, o quasi. E non sono solo ‘chiacchiere’: è stata infatti eletta la seconda spiaggia più bella d’Italia (la prima in Sardegna) e la quarta in Europa!

Color turchese, l’acqua è limpida e cristallina, con una sabbia finissima bianca che dà l’idea di trovarsi in una zona tropicale, piuttosto che mediterranea; ma la macchia mediterranea alle sue spalle ci ricorda dove ci troviamo, con la fitta vegetazione che lambisce la spiaggia stessa.

Le acque cristalline della Spiaggia La Pelosa, che quasi si confondono con la sabbia
Le acque cristalline della Spiaggia La Pelosa, che quasi si confondono con la sabbia

Geograficamente questa spiaggia è situata nel Golfo dell’Asinara, alla punta a nord-est di Capo Falcone. Oltre al bellissimo mare, a ‘proteggere’ questa spiaggia ci pensano i faraglioni di Capo Falcone, oltre all’Isola Piana e all’Isola dell’Asinara. Questa ‘barriera naturale’ fa sì che qui la corrente sia sempre calma, anche quando soffia il maestrale, molto frequente in queste zone.

Di fronte alla spiaggia si trova un isolotto, l’Isolotto della Pelosa, che è caratterizzato dalla sua torre aragonese, edificata nel 1578 proprio per difendere il litorale. Questo isolotto ha il vantaggio di poter essere raggiunto a piedi seguendo un guado naturale in un punto all’estremità nord della Spiaggia La Pelosa.

Hotel a Stintino

Tra le varie località della zona nord-occidentale della Sardegna, Stintino è una delle più conosciute e visitate dai turisti. Il paese, anche se abbastanza piccolo, dispone di un’adeguata struttura ricettiva, utilizzata spesso anche da qui vuole andare in visita nella vicina Isola di Asinara. Ecco quali sono gli alberghi di Stintino che, secondo noi, hanno il miglior rapporto qualità prezzo.

Il piccolo ristorante dell'Hotel Silvestrino
Il piccolo ristorante dell’Hotel Silvestrino

Partiamo con il 3 stelle Hotel Silvestrino, situato ad appena 100 metri dalla costa, e ad appena 5 minuti di auto dalla Spiaggia La Pelosa. Questo albergo offre ai propri clienti una connessione wifi gratuita, oltre ad un ottimo ristorante specializzato in piatti di pesce fresco e in ricette e vini tipici sardi, all’interno del quale verrà servita anche una colazione a base di prodotti dolci. Le camere, tutte climatizzate, dispongono di TV a schermo piatto con canali satellitari e bagno interno con asciugacapelli. Ottima scelta, soprattutto per la posizione!

Altra struttura a 3 stelle di Stintino è il bel Park Hotel Asinara, situato a circa 10 minuti a piedi dal centro di Stintino e circondato da piccoli giardinetti tutti intorno. Molto interessanti le interazioni con le attrattive circostanti: qui il personale della reception organizza per voi escursioni al Parco dell’Asinara, oltre a fornirvi un servizio navetta gratuito per la spiaggia La Pelosa. Ottimo il ristorante, qui potrete anche godere (nel periodo che va da aprile a settembre) di una piscina situata a 150 metri dall’albergo. Le sistemazioni, anch’esse tutte climatizzate, sono dotate di  connessione Wi-Fi gratuita, TV satellitare a schermo piatto, minibar, pavimenti piastrellati e bagno privato con asciugacapelli e set di cortesia. Niente male per un 3 stelle!

La piscina dell'Hotel Cala Reale
La piscina dell’Hotel Cala Reale

Chiudiamo, infine, con l’Hotel Cala Reale. Si tratta di un ottimo 3 stelle, che dista circa 1 chilometro dalle splendide coste di Stintino, mentre la Spiaggia La Pelosa si trova a circa 3 chilometri di distanza, ed è situato nelle vicinanze del Molo di Stintino. L’hotel offre ai propri clienti un giardino con piscina all’aperto e una terrazza solarium, oltre a campi da tennis, parco giochi per bambini e un delizioso ristorante dove provare tutte le specialità sarde. Consigliatissimo!

Clima e Meteo di Stintino

Temperature generalmente elevate, come tipico della Sardegna, ma gli ‘spifferi’ del maestrale, che quasi mai disturbano la vostra quiete, rendono comunque l’aria più fresca e ventilata. Pochissima umidità, le piogge non sono particolarmente abbondanti durante la stagione estiva, che rappresenta senza dubbio il momento migliore dell’anno per visitare questa splendida località!