Nonostante Belluno presenti diverse attrattive turistiche, come il Palazzo della Crepadona o la Chiesa di Santo Stefano, è all’interno della piazza del Duomo, situata al centro della città, che potrete trovare i luoghi di maggior interesse di Belluno e le principali attrattive per i turisti: oltre alla basilica cattedrale di San Martino, troviamo il Palazzo Belluno, il Vescovado Vecchio, il Palazzo dei Rettori, la fontana ai piedi della statua di San Gioatà, Palazzo Piloni e il Museo Civico.

Di particolare interesse è il Palazzo Belluno (denominato così in su proposta del sindaco), detto anche Palazzo Rosso. L’attuale sede del Comune di Belluno sorge, come il Palazzo di Giustizia, su un’area un tempo occupata dal Palazzo del Consiglio dei Nobili. Nel 1835 questo palazzo fu abbattuto, e ne furono costruiti due su disegno del Segusini: uno, nella parte sinistra, ex-novo; l’altro, l’attuale Palazzo Belluno, con alcuni elementi ornamentali da lui inseriti richiamanti il vecchio Palazzo del Consiglio dei Nobili (detto anche “Caminada”), in stile neogotico. Questo palazzo ha subito un importante restauro nel luglio del 2000, con interventi volti a richiamare il più possibile la struttura originaria.

palazzo-rosso-belluno
Il Palazzo Belluno (o Palazzo Rosso), sede del Municipio di Belluno

Il Palazzo dei Rettori, per secoli sede del governo veneziano della città, è un altro dei principali monumenti presenti in piazza del Duomo. La sua costruzione iniziò nel 1409, ma fu sul finire del XV secolo che, grazie agli sforzi del rettore Matteo Tiepolo e per mano dell’architetto Giovanni Candi, il palazzo assume l’attuale configurazione: un grande portico, due logge e delle finestre gotiche con decorazioni rinascimentali. Di particolare interesse è anche la Torre dell’Orologio, costruita solo in un secondo momento, nel secolo XVI. Attualmente, il palazzo è sede della Prefettura.

palazzo-dei-rettori-belluno
Il Palazzo dei Rettori, sede della Prefettura di Belluno

Al centro della piazza, spicca la bellissima fontana di San Gioatà, ai piedi della statua raffigurante il santo co-patrono (insieme al più celebre San Martino) della città, costruite entrambe nel 1411. Il terzo palazzo istituzionale presente nella piazza principale della città è il Palazzo Piloni, attuale sede della Provincia di Belluno. Il palazzo è la ‘somma’ di due costruzioni: una, che rappresenta il nucleo originario, è appartenente alla famiglia Piloni, e contiene al suo interno interessantissimi ritratti dei membri della famiglia ad opera del Vecellio (cugino di Tiziano); l’altra, risalente agli anni ’20 del ‘900 (precisamente tra il 1926 e il 1928) costruita dall’architetto Alberto-Alpago Novello, che è sulla parte destra dell’attuale edificio.

palazzo-piloni-belluno
Il Palazzo Piloni di Belluno, sede della Provincia

Per chiudere la vostra visita alla piazza del Duomo di Belluno, vi consigliamo di visitare il bellissimo Museo Civico, che presenta un’importante sezione archeologica che spazia dal Paleolitico medio al Neo-eneolitico. Di particolare importanza sono i reperti di una sepoltura di un cacciatore rinvenuta nella Val Cismon, oltre ai manufatti di bronzo risalenti all’età del ferro, come la famosissima chiave cerimoniale di bronzo da Trichiana.

Come arrivare

Dalla stazione centrale di Belluno, la piazza è facilmente raggiungibile a piedi in 10 minuti. Una volta usciti, girate a sinistra e poi subito a destra incamminandovi su via Dante Alighieri; da qui, basta proseguire per circa 700 metri su questa via, che diventa prima via Loreto e poi via Matteotti; poi girate a destra per Piazza Castello, proseguite per altri 200 metri, e troverete la piazza sulla vostra destra.