Un altro dei grandi capolavori che Andrea Palladio ha regalato alla città è senz’ombra di dubbio il Palazzo del Capitanio (o Loggia del Capitanio o Palazzo del Capitaniato), situato di fronte alla Basilica Palladiana, in Piazza dei Signori.

Sede storica del potere della Serenissima, oggi il Palazzo del Capitanio è sede del consiglio comunale cittadino. Dal 1994 il Palazzo è stato inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità dall’UNESCO, a testimonianza della sua bellezza e del suo valore storico-artistico.

Cenni storici

Quando la città di Vicenza sentì l’esigenza di costruire un nuovo palazzo che ospitasse il capitanio, il rappresentante della Serenissima a Vicenza, il primo nome che uscì fuori fu ovviamente quello di Andrea Palladio, l’architetto padovano che, contemporaneamente, si stava dedicando alla costruzione della meravigliosa Basilica, anch’essa in Piazza dei Signori; è il 1565: comincia la costruzione del Palazzo del Capitanio.

capitello-palazzo-capitanio-vicenza
Il capitello corinzio sulla facciata principale del Palazzo del Capitanio

Il palazzo va a sostituire un edificio tardo medievale già esistente, e qui Palladio poté sfruttare le conoscenze acquisite durante la costruzione della Basilica, cominciata già da un ventennio. Se dovessimo inquadrare il Palazzo del Capitanio in uno stile architettonico, questo potrebbe essere manierista, ben lontano, quindi, dal codice classicista.

I lavori, fermati nel 1572, lasciarono di fatto l’edificio incompiuto, con la costruzione di tre sole campate al posto delle cinque (o sette) inizialmente previste. Alcune proposte di continuazione dell’edificio, peraltro senza seguito, furono concretamente avanzate negli anni ’30 del XX secolo.

Così come la Basilica Palladiana, inoltre, per celebrare i 500 anni dalla nascita di Andrea Palladio, nei primi anni del nuovo millennio il Palazzo del Capitanio fu sottoposto ad un’importante opera di restauro che riguardò principalmente la loggia e la facciata.

Descrizione

Al piano terra, troverete la meravigliosa loggia, che sorregge il piano nobile. La facciata è invece alternata da tre archi e quattro giganti semicolonne le quali, nell’idea del Palladio, avrebbero dovuto essere totalmente ricoperte da un intonaco bianco, per poi successivamente virare sul gioco di contrasto tra intonaco (presente alla base dei capitelli corinzi) e mattoni rossi delle colonne; tra le decorazioni della facciata (in pietra d’Istria e, soprattutto, in stucchi), ve ne sono alcune che rappresentano figure che versano dell’acqua, a simboleggiare i fiumi.

Nella trabeazione del palazzo, inoltre, noterete l’iscrizione: “JO. BAPTISTAE BERNARDO PRAEFECTO”, a ricordare il committente dell’opera.

Palazzo del Capitanio
La statua dea della pace

Il prospetto che affaccia su contrà Monte, invece, presenta quattro semicolonne più basse di quelle della facciata, ed è ornato da due magnifiche statue allegoriche, che ricordano la vittoria di Venezia su Lepanto nel 1571, a cui i vicentini contribuirono fortemente in termini di vite umane: la prima rappresenta la dea della vittoria navale, la seconda la dea della pace. Molto interessanti anche le quattro statue del piano superiore, in collegamento simbolico con le altre due, che rappresentano la Virtù, la Fede, la Pietà e l’Onore.

Oltre alla loggia a piano terra, che ospita alcune lapidi dei caduti di guerra, nel Palazzo del Capitanio potrete ammirare il piano nobile con la Sala Bernarda, che ospita alcuni importanti affreschi cinquecenteschi, dove attualmente si riunisce il consiglio comunale; tra il 2010 e il 2012, questa sala è stata oggetto di importanti lavori di ristrutturazione, che ha interessato sia la struttura architettonica che le tele qui presenti, come le nove di Gian Antonio Fasolo, già restaurate in precedenza, nel 1961.

Palazzo del Capitanio
La facciata principale del Palazzo del Capitanio

Come arrivare

Dal piazzale della stazione ferroviaria di Vicenza, imboccare Viale Milano e proseguire sullo stesso fino ad incontrare sulla destra via Gorizia. Imboccata via Gorizia, seguirla fino alla svolta a destra in Contrà Vescovado; girato a destra proseguire dritti su Contrà Giuseppe Garibaldi e svoltare poi a sinistra in Stradella dei Tre Scalini. Da qui imboccare prima Contrà Muscherie sulla destra e poi Contrà Cavour sulla sinistra. Proseguire quindi dritti fino a raggiungere Piazza dei Signori, dove troverete il Palazzo del Capitanio. Il tempo di percorrenza dell’intero percorso è di poco più di 10 minuti.

Contatti e info utili

Tel.: 0444-323681
Indirizzo: Piazza dei Signori – 36100 Vicenza
Visite: il palazzo è visitabile solo dall’esterno