Data e durata:
Giugno 20173 giorni
Tipologia di vacanza:
On the road
Alloggio:
Hotel
Persone:
5 con bambini
Costo totale:
1000€
Mezzi di trasporto:
Aereo, Bicicletta
Tappa 1

Amsterdam in bicicletta

L’Olanda è uno dei Paesi europei più adatto ai piccoli viaggiatori; gli olandesi riservano ai bambini un’accoglienza calorosa. Molte attrattive sono a misura di bimbo, inoltre castelli e mulini a vento affascinano i bambini quanto i genitori. L’Olanda è anche un Paese ideale da esplorare in bicicletta (fiets), e così il nostro viaggio è iniziato noleggiando le biciclette vicino alla stazione ferroviaria di Amsterdam.

Quindi abbiamo percorso la cintura occidentale dei canali, una delle zone più belle di Amsterdam, ricca di sontuose case d’epoca e di negozietti di prodotti tipici. Siamo quindi giunti alla casa di Anna Frank.

Vista dietro la casa di Anna Frank

Qui abbiamo visitato l’appartamento segreto che comprende una visita guidata con le audio lingue anche in italiano. È un’esperienza che lascia davvero il segno, a noi adulti ma anche ai bambini: è un luogo che trabocca di osservazioni ottimistiche ma che si percepisce essere pervaso da una profonda disperazione.

Scorcio di uno dei tantissimi canali di Amsterdam

Risaliti in bicicletta siamo arrivati davanti alla Westerkerk, uno tra i principali luoghi di culto, la Chiesa riformata olandese ad Amsterdam; fu costruita nel 1620 per i ricchi protestanti, la sua navata è la più grande d’Olanda ed è sormontata da una volta a botte di legno. Si può ammirare il grande organo principale che presenta pannelli decorati con strumenti musicali e scene bibliche. Qui si trova la tomba anonima di Rembrandt.

Ripresa la bicicletta ci siamo diretti verso Vondelpark, che si trova più a sud nella cintura meridionale dei canali, proprio accanto al movimentato quartiere dei musei. Quest’angolo verde rappresenta uno dei luoghi più incantevoli di Amsterdam: una via distesa di giardini all’inglese, con laghetti, prati, ponti pedonali e sentieri. 

Dopo esserci riposati, nel parco abbiamo proseguito in direzione nord fino a raggiungere la piazza centrale di Amsterdam, Piazza Dam.

Foto su piazza Dam

Piena di turisti e artisti di strada, dalla piazza si possono osservare l’Amsterdam Museum, il Palazzo Reale ed il madame Tussauds Amsterdam, ossia il museo delle cere.

Tappa 2

Itinerario ad anello da Leida ai campi di fiori da bulbo

Il secondo giorno si parte da Leida, noleggiando una bici alla stazione ferroviaria o direttamente dall’albergo. Dalla stazione ci siamo diretti a nord lungo le piste ciclabili lungo i sentieri sul lato est della ferrovia. Dopo circa 3 km e diversi ponti si apre una distesa d’acqua e sulla destra si incontra il villaggio di Warmond.

Si prosegue quindi lungo la ferrovia passando sotto la A44. A Rijksstraatweg si svolta a destra, verso nord-est e si segue la strada per 4 km fino a quando cambia nome in Hoofdstraat, raggiungendo così il bellissimo villaggio di Sassenheim. Proseguendo in bicicletta si superano diverse chiese fino a raggiungere la N 443. La attraversate e rimanete sulle belle piste ciclabili che fiancheggiano Heereweg fino al villaggio di Lisse, dove si può visitare il museum de Zwarte Tulp, molto affascinante.

Da Lisse basta proseguire per circa 1 km e mezzo verso ovest fino ai giardini di Keukenhof. Quindi si prosegue ancora verso ovest per circa 7 km fino alla spiaggia. Dopo i campi di Delftweg restate sulla pista ciclabile fino alla N 206, dove si può osservare una grande distesa di sabbia.

Ci si dirige verso sud e, arrivati a Langeveldarslag, prendere il sentiero parallelo tra le dune così, attraversando la LF1, si arriverà fino in spiaggia, da dove si potrà ammirare il mare del Nord.

North Sea (Mare del Nord)

Al ritorno abbiamo pedalato fino a Katwijk aan Zee, passando per Noordwijk aan Zee. Quindi siamo tornati a Leida, stanchi ma ricchi di emozioni e paesaggi bellissimi nei ricordi.

Leida
Tappa 3

Terzo ed ultimo giorno: visita ai musei

Trascinare i bambini ad una mostra di coppi dipinti da grandi maestri olandesi può essere un incubo anche per i genitori pazienti, per fortuna esistono tanti altri musei istruttivi divertenti più adatti a loro.

Il primo museo che abbiamo visitato è stato il Corpus a Leida, un edificio di 35 m di altezza a forma di corpo umano. Il viaggio parte salendo con una scala mobile verso la bocca, vitamina sulla lingua morbida e si entra così all’interno del corpo umano. Ciascuna tappa è commentata attraverso l’audioguida e attraverso degli esperti che ammaliano i bambini, ma anche i grandi, spiegando tutto ciò che accade all’interno del nostro corpo. Viaggio spettacolare, distruttivo ma interessante.

Quindi ci siamo diretti ad Amsterdam per visitare NEMO, museo ricco di laboratori interattivi per i piccoli e sul tetto giochi d’acqua ed una splendida vista panoramica.

Tour tra i musei di Amsterdam

Het scheepvaartmuseum si trova sempre ad Amsterdam, la riproduzione a grandezza naturale di una nave del 17º secolo con tanto di cannoni. I bambini rimangono affascinati ed entusiasti, si lasciano catturare dalla fantasia; sembra così di tornare indietro nel tempo e di tornare un po’ pirati. 

Non si può non andare a visitare il Rijksmuseum, il museo nazionale, il più importante museo d’arte olandese, un patrimonio di opere artistiche. Il pezzo forte della collezione è costituito dalle opere del Secolo d’oro, dai quadri di Rembrandt, da non perdere nemmeno le ceramiche blu e bianche di delft, le case delle bambole – incredibilmente rifinite nel dettaglio – ed il nuovissimo padiglione asiatico. Quindi, prima di ripartire, ci si può rilassare nel giardino delle sculture che circonda l’edificio.

Ritorno a casa da Asterdam

Cosa mi è piaciuto

Amsterdam è una città veramente a misura di bambino, fatta eccezione per il quartiere a luci rosse; tutte le zone della capitale riservano ai bambini aree che si prestano ad essere esplorate con loro. Musei divertenti ed istruttivi, sempre a portata di bambino e con audio lingua in italiano. Appena fuori da Amsterdam si possono osservare graziose cittadine storiche, pedalare fiancheggiando lunghissimi canali d’acqua ed ammirare infinite distese verdi.

Cosa non mi è piaciuto

L’Olanda è un bellissimo paese e la sua capitale, Amsterdam, è stupenda, ma i prezzi sono veramente alti. Il costo dei biglietti sia del treno che del pullman sono altissimi. Il costo delle attrazioni è molto alto anche se si riescono ad avere prezzi ridotti per i bambini. E quindi bisogna sempre avere un piano B in caso di forte pioggia.

Silvana Franchini

I consigli di Silvana Franchini

Un’ottima fonte al di fuori dell’Olanda è il sito internet holland.com. All’interno del paese invece la rete degli uffici turistici è gestita dal VVV, l’ente olandese per il turismo E gli uffici turistici sono molto utili per comprare cartine e guide, strumenti indispensabili se si vuole viaggiare in bicicletta senza perdersi. Attenzione agli orari di apertura delle attività commerciali e dei negozi; le attività commerciali solitamente rimangono aperte dalle 8.30 alle 17 dal lunedì al venerdì. I negozi invece rimangono aperti dalle 9.00 alle 18.00 dal martedì al sabato. State dunque molto attenti – se noleggiate le biciclette giornalmente – all’orario di chiusura del noleggio bici.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si