Fuerteventura è una delle tre isole maggiori dell’arcipelago delle Canarie, conta circa 103.000 abitanti e fa parte della provincia di Las Palmas. Quest’isola è la seconda più grande fra le sette, subito dopo Tenerife, nonché la più vicina alle coste africane, dalle quali dista solo 97 chilometri. Si tratta inoltre dell’isola che presenta il clima più arido delle Canarie, insieme a Lanzarote.

Le località

Ecco una lista delle principali località turistiche di Fuerteventura, con una breve descrizione ed un elenco dei punti di maggiore interesse che si potranno trovare una volta giunti in loco.

Puerto del Rosario

Si tratta della capitale di Fuerteventura, è situata a Nord dell’isola ed è famosa prevalentemente per le sue spiagge. Qui oltre alla spiaggia ed all’oceano si può trovare anche Parque Escultorico, un bellissimo museo all’aria aperta comprendente una cinquantina di sculture e situato nel centro della città. Anche Porto Vecchio merita una visita, mentre altri luoghi particolarmente apprezzabili possono essere Puerto Lajas e Casillas del Angel. Tra i luoghi più importanti a livello culturale si possono citare anche il Museo Unamuno e la Casa Museo del Dottor Mena, illustre medico e benefattore del XIX secolo, ubicata a La Ampuyenta.

Fuerteventura
Una bellissima immagine della spiaggia di Puerto del Rosario

Betancuria

Situata in una posizione centrale dell’isola, Betancuria venne fondata nel 1404 e fu capitale di Fuerteventura fino al 1835. L’edificio storico più importante di questo paese è la chiesa di Santa Maria de Betancuria, eretta anch’essa nel 1404, mentre altri luoghi di grande rilevanza sono l’Ermita de San Diego, il primo convento francescano delle Canarie, il Museo di Arte Sacra ed il Museo Archeologico ed Etnografico. Se si vuole godere di una splendida vista panoramica sull’isola ci si può invece recare a Morro Velosa, uno dei punti più alti di Fuerteventura (610 metri), situato ovviamente sulla cima di una montagna.

La Oliva

Questa zona di Fuerteventura è conosciuta prevalentemente per i suoi bellissimi paesaggi incontaminati, qui le attrazioni maggiori sono rappresentate dalla spiaggia di Corralejo, dall’isolotto di Los Lobos, dalla montagna di Tindaya e dal Monumento Naturale del Malpaís de la Arena. Sempre a La Oliva si trova inoltre l’esempio più grandioso di architettura canaria dell’intero arcipelago: il Palazzo del Municipio, conosciuto anche con il nome di Casa de los Coroneles (Casa dei Colonnelli). All’interno del municipio di La Oliva, una grotta s’inabissa verso le viscere della Terra: si tratta de La Cueva del Llano, un tubo vulcanico vecchio di milioni di anni, visitabile grazie a guide specializzate.

Nel centro del paese si può invece trovare la chiesa di Nuestra Señora, mentre tra questa ed il municipio sorge Casa Mane, un importante polo artistico. Meritano una menzione anche le Dune di Corralejo e l’area protetta di Los Lobos.

Lajares

Nell’entroterra dell’isola sorge questa piccola cittadina famosa per il Mercadillo Artesanía Lajares, un negozio di pizzi e ricami prodotti dalle donne del posto, mentre a Sud di Lajares si trovano due mulini a vento posti ai lati della chiesa paesana.

Tindaya

Questo paese si trova nella parte settentrionale di Fuerteventura, ai piedi del monte Tindaya, alto 400 metri. Nell’antichità questa montagna, chiamata Esmeralda, era considerato un luogo sacro, ed ancora oggi la sua cima presenta numerose sculture che ricordano questa caratteristica del suo passato.

Fuerteventura
Il monte Tindaya, sulla sommità del quale sono state rinvenuti reperti di un antico luogo sacro

El Cotillo

Si tratta di un paese di pescatori che conserva ancora tangibili tracce del suo passato, nonostante l’alone di antichità sia stato di recente alterato dal sorgere di residence ed alloggi per i turisti. Le sue attrattive maggiori sono rappresentate dalle spiagge, mentre a livello di strutture si possono visitare la Fortaleza del Tostòn, eretta nel 1790 per difendere il paese dalle incursioni piratesche, ed il vecchio porto.

Corralejo

Questa località è ubicata all’interno della municipalità di La Oliva, ed è senz’altro una delle più turistiche di tutta Fuerteventura; anche Corralejo è stata trasformata solo di recente da villaggio di pescatori, a vero e proprio fulcro del turismo locale. Il nucleo originale della città si sviluppa attorno al vecchio porto, e presenta architetture tipiche dei villaggi di pescatori, oltre a conservarne le tradizioni, mentre le zone nuove sono gremite di alberghi, bar, pub, ristoranti e discoteche. L’attrazione maggiore della zona sono le Dune di Corralejo, una sorta di deserto in miniatura nel quale si svolge la Fuerteventura Half Marathon, e che risulta parte di una riserva naturale insieme alle sue splendide spiagge.

Antigua

Qui si trovano numerosi mulini a vento ancora funzionanti, grazie ai quali viene prodotto il caratteristico gofio (ovverosia il mais tostato), uno degli ingredienti più utilizzati nella cucina delle Canarie. Ad Antigua si possono inoltre vedere la chiesa di Nuestra Señora de Antigua, che conserva al suo interno il famoso “quadro delle anime” risalente al XVIII secolo, il Museo del Sale, costituito dalle saline del Carmen ed il Molino de Antigua, un centro dell’artigianato che ospita anche un’importante collezione di arte moderna.

fuerteventura
Playa de la Concha, El cotillo – Fuerteventura

Caleta de Fuste

Questa località venne creata ad hoc come centro di villeggiatura negli anni del boom turistico, sorge all’interno di una bellissima baia ed è costellata di alberghi e complessi turistici. Anche la sua spiaggia è stata creata artificialmente, utilizzando sabbia proveniente da altre zone, e tra l’Hotel Sheraton ed il centro commerciale Atlantico sono state create delle lagune, quando prima quel territorio era occupato solamente da rocce.

Pajara

A Pajara si trovano alcune tra le spiagge più belle dell’isola, sebbene l’espansionismo edilizio abbia finito col deturpare alcuni suoi paesaggi prima meravigliosi. Il suo centro presenta numerosi chioschi e giardini, e la chiesa di Nuestra Señora de Regla risalente al XVII secoloProprio sulla spiaggia di Pajara si trova il relitto della nave da crociera American Star, un rudere arrugginito in mezzo al bellissimo paesaggio oceanico, ma che malgrado ciò è curiosamente diventato una delle attrazioni turistiche più gettonate della zona.

La Pared

Situata a Sud-Ovest di Fuerteventura, questa città offre degli splendidi scorci di natura incontaminata, ed è un posto adatto a chi ama il relax e la tranquillità. La maggior parte dei suoi abitanti sono di origine tedesca o britannica, ed i luoghi più belli nei suoi dintorni sono le spiagge di La Pared.

Jandia

Vicino a La Pared si trova Jandia, sempre a Sud-Ovest dell’isola, comprendente i complessi turistici di Costa Calma, Playas de Jandia e del porto di Morro Jable. Jandia consiste in una penisola che risultava anticamente separata dal resto di Fuerteventura, ed è costantemente battuta dai venti alisei, il che rende questa zona un posto molto frequentato dagli amanti degli sport acquatici. Coloro che volessero allontanarsi per un po’ dal mare, giusto per cambiare un po’, potrebbero trovare interessante l’idea di un’escursione su Pico de la Zara: si tratta del punto più alto dei monti che circondano Jandia (nonché dell’intera isola), s’eleva per 812 metri e concede una meravigliosa visione panoramica dell’isola.

Fuerteventura
Un tratto della bellissima e selvaggia spiaggia di Cofete a Jandia, una sconfinata distesa di sabbia, monti ed oceano

Costa Calma

Qui ci troviamo di fronte a quella che è senz’altro una delle località balneari più apprezzate di tutta Fuerteventura, grazie alle sue fantastiche spiagge di sabbia finissima. La strada che attraversa Costa Calma è affiancata da un gran numero di palme e pini canari, ed anche in questa zona sono molto praticati il surf ed il windsurf.

Tarajalejo

Anche Tarajalejo era un minuto villaggio di pescatori, diventato con il tempo una vera e propria città in virtù dello sviluppo economico dell’isola. La pesca è comunque rimasta una tradizione molto rispettata dalle genti del posto. Qui si può trovare una bellissima spiaggia vulcanica della lunghezza di circa un chilometro, e la sua piazza centrale è molto movimentata.

Giniginamar

Questo piccolo villaggio è situato al termine di una grande vallata, e lungo la sua strada principale si può trovare la chiesa di Nuestra Señora del Carmen, un moderno edificio eretto nel 1992. La sua spiaggia è composta da ciottoli ed è riparata dal vento, cosa tutt’altro che frequente a Fuerteventura, ed anche questo paesino rappresenta una piccola oasi di pace lontana dalle zone maggiormente frequentate dai turisti.

fuerteventura
Una delle meravigliose spiagge di Fuerteventura

Gran Tarajal

Nota per essere una delle città più popolose di tutta l’isola, Gran Tarajal-come molte altre località della zona-è decisamente legata alla pesca. Sebbene non offra nessuna attrazione turistica particolarmente rilevante di per sé, rimane comunque nel complesso un posto altamente folkloristico, vivacemente tinteggiato dai colori caldi delle abitazioni. Tra le cose da vedere del posto citiamo la spiaggia vulcanica, il centro del paese con la sua bella fontana e la chiesa locale, decisamente pittoresca.

Le spiagge

Parlando delle spiagge di Fuerteventura si può benissimo partire da Corralejo, una delle più famose e frequentate a livello turistico, ubicata in una zona a Nord-Est dell’isola. Non viene annoverata fra le spiagge più belle che si possano trovare nei paraggi, ma offre ogni genere di servizi e sorge in una posizione decisamente comoda. Il contraltare di Corralejo, “comoda, normale e turistica” è la spiaggia di Cofete, che si trova a Sud di Fuerteventura, nella penisola di Jandia. Non semplice da raggiungere (ma nemmeno così difficile in realtà), Cofete viene spesso indicata come la spiaggia più bella di tutta isola; vuoi per il suo aspetto incontaminato che coniuga splendidamente oceano, spiaggia e montagna, vuoi per la sua chilometrica spiaggia deserta di sabbia finissima, vuoi per la sua posizione isolata che la rende il luogo ideale per chi è alla ricerca di un po’ di tranquillità.

La spiaggia di Sotavento è invece una delle tappe obbligate per gli amanti del windsurf, si tratta infatti di uno dei luoghi più famosi in tutto il mondo per la pratica di questo sport. Contornata da un paesaggio desertico altamente suggestivo, Sotavento ospita ogni anno importanti competizioni di windsurf e kitesurf. Anche la spiaggia di El Burro è rinomata per la pratica di questi sport, mentre due perle come Playa Chica e Caleta de Fuste sono l’emblema della “spiaggia-paradiso” per eccellenza, quella classica da film: sabbia bianca, acque tranquille e cristalline ed un buon numero di turisti. Parlando del capoluogo invece, a Puerto del Rosario si possono trovare la bellissima Playa Blanca, oltre a Puerto Escondido ed El Pertito.

Fuerteventura
La spiaggia di Cofete, ritenuta da alcuni il luogo più bello di tutta l’isola

Arrivando alla Costa Calma, la spiaggia più famosa che si può trovare qui è senz’altro la Esmeralda, caratterizzata anch’essa da spiaggia finissima, acque sorprendentemente quiete e da una splendida cornice di palme. Singolare è invece Pozo Negro, una baia caratterizzata da un arenile formato da sabbia e ciottoli neri, il cui colore contrasta fortemente con il bianco delle abitazioni che sorgono nei suoi pressi. Molto famose sono anche Gran Tarajal, premiata con la Bandiera Blu e fornita di ogni genere di servizi, vista la sua vicinanza con il centro urbano ed Esquinzo, che trovandosi invece ben più lontana dalla civiltà ha mantenuto intatto gran parte del suo aspetto incontaminato. Il centro più vicino dista infatti ben sei chilometri da qui, nei suoi dintorni si snoda una miriade di cunicoli e sentieri ideali per gli amanti del trekking e dell’avventura, e le sue onde sono ottime per praticare il surf. Questa spiaggia si trova nei pressi di Jandia, a Sud di Fuerteventura.

Sempre rimanendo nell’ambito delle “spiagge da surfisti” si può citare anche Ajibe de la Cueva (o La Escalera), che sorge a Sud del paese di El Cotillo (a sua volta situato a Nord-Ovest dell’isola), priva di qualsivoglia servizio e comodità, mentre tornando ad acque più tranquille chiudiamo con La Concha, una piccola spiaggia (lunga poco più di 200 metri) poco ventosa e bagnata da un tratto di oceano decisamente quieto, che ben si presta alla balneazione tranquilla.