Giacarta è la capitale dell’Indonesia, e si trova sull’isola di Giava. Dovendo parlare di cosa mangiare da queste parti, può essere utile introdurre dapprima qualche dato geografico per contestualizzare la situazione: l’Indonesia è uno Stato insulare del Sudest asiatico, e la sua cucina risulta essere incredibilmente variegata proprio a causa di questo fattore.

Questo Paese può infatti vantare il titolo di arcipelago più esteso del globo, grazie alle sue 18.307 isole. Cosa possa centrare questo dato con l’ampiezza dell’offerta gastronomica locale? E’ presto detto: la frammentarietà intrinseca dell’Indonesia ha favorito lo sviluppo di una miriade di micro-realtà regionali, ognuna con le proprie varianti in materia di arte culinaria.

Inoltre la tradizione gastronomica indonesiana non si rifà unicamente alle sue micro-componenti, ma è stata fortemente influenzata anche da diverse culture straniere. La posizione geografica di questo Stato lo ha infatti posto nel bel mezzo di numerose rotte commerciali, tant’è che la cucina tipica indonesiana prevede l’utilizzo di ingredienti largamente usati anche in India, in Cina, nel Medio Oriente e persino contaminazioni europee più o meno latenti.

Dove e cosa mangiare a Giacarta
Un piatto tipico di Giacarta

In linea di massima, le diverse matrici che danno vita alla tradizione culinaria nazionale dell’Indonesia presentano un minimo comune denominatore, rappresentato dalle metodologie di cottura: esse sono cinque, fondamentalmente, e sono la frittura (goreng), la grigliatura (bakar o panggan), la frittura agitata (tumis), la bollitura (rebus) e la cottura al vapore (kukus). Ovviamente poi più si va nello specifico, e più la fragile unitarietà della cucina indonesiana va disgregandosi.

Prendendo in analisi la cucina di Sumatra ad esempio, la terza isola dell’arcipelago per estensione territoriale, si potranno riscontrare forti contaminazioni provenienti dalle culture indiana e mediorientale. Un esempio di ciò è il largo utilizzo che viene fatto del curry per speziare la carne.

Viceversa, la tradizione culinaria propriamente detta di Giava è molto più autoctona, ed ha assorbito in maniera marginale solo qualche vaga influenza proveniente dalla Cina. Ciò sempre rimanendo nell’ambito dei prodotti tipici, specifichiamo, perché Giava (e Giacarta nello specifico) sono state fortemente interessate dal consumismo introdotto dalla globalizzazione, a tal punto che oggi la città è disseminata di fast food delle catene più disparate. Ad ogni modo, in quest’isola è possibile degustare un gran numero di prodotti provenienti da diverse regioni indonesiane.

Altra caratteristica della cucina locale: non si fa uso di pane. Gli stessi dolciumi sono un qualcosa di gran poco presente sulle tavole di Giacarta, gli ingredienti fondamentali dei piatti locali sono infatti il riso, la verdura, la frutta, la carne ed il pesce. E le spezie, ovviamente.

Tolte le influenze estere quindi, l’offerta gastronomica di Giacarta risulta particolarmente salutare, oltre che molto saporita. In tutta Giava è molto diffuso il fenomeno dello street food, ovverosia delle bancarelle che vendono cibo direttamente lungo le strade, e non sarà affatto difficile poter ammirare nutriti gruppi di donne cucinare all’aperto le proprie pietanze su foglie di banano. Particolarmente consumati, sempre nell’ambito dello street food, sono i noodles (praticamente degli spaghetti, saltati con carne, pesce o verdure) ed i lumpia, degli involtini ripieni di verdure, pollo, uova e germogli di soia, che vengono di norma fritti al momento per essere serviti al cliente ancora caldi.

Dove e cosa mangiare a Giacarta
I lumpia, molto simili agli involtini primavera cinesi dai quali derivano, farciti solitamente con carne, verdure e germogli di soia

Tipico di Giava è anche il pollo cotto nel latte di cocco, il quale può essere accompagnato dalle verdure più disparate e dal riso (utilizzato praticamente come sostitutivo del pane). Il nasi goreng è invece un prodotto diffuso in tutta l’Indonesia, e consiste in riso bollito e saltato in padella con uova, verdure e carne (perlopiù pollo), pesce o crostacei. Si tratta di un vero e proprio cavallo di battaglia di questo arcipelago, così come famosissimi sono anche i saté ayam (i satay malesi, per intenderci), degli spiedini dei quali esiste un’infinità di versioni, accompagnate da altrettanti tipi di salse: possono essere bocconcini di pollo, di manzo o di altri tipi di carne, brasati e poi infilzati in uno spiedo, e possono venire serviti con contorni a piacere (di solito cetrioli, riso e cipolle). Tra le salse con le quali vengono conditi i saté ayam, la più famosa è probabilmente l’omonima salsa saté, ma ne esistono anche a base di peperoncino, di arachidi, di ananas…

Molto diffuso è anche il pollo fritto (ayam goreng) insaporito da spezie varie e crema di cocco, mentre arrivando ai piatti di pesce e crostacei, qui si possono mangiare ottime carpe grigliate (ikan mas bakar), nonché gamberi (udong pancet), calamari al barbecue (cumicumi bakar) ed insalate miste con gamberi e peperoncino (lalap cobek). Il soto è un piatto a base di carne e verdura molto piccante, mentre il bakmi goreng è una pietanza di origini cinesi, preparata con pasta cinese, polpa di granchio e uova. Il pesce in agrodolce, altra prelibatezza indonesiana, è invece chiamato ikan esam manis.

Dove e cosa mangiare a Giacarta
Il famelico (ed anche un po’ bruttino) barracuda: ci credete che, una volta grigliato, diventa buonissimo?

La carne di capra è un altro alimento molto consumato a Giava, ed anche il barracuda alla griglia, insaporito con lime e peperoncino, può rivelarsi una graditissima sorpresa per il palato. Non può ovviamente mancare la frutta, la quale occupa un posto di rilievo nelle cucine di Giacarta, di Giava e di tutta l’Indonesia. Ne sono un esempio lampante prodotti come le banane fritte ed i pancakes alla banana; ma anche gustati al naturale frutti come il mango, la papaya ed il salak, il caratteristico frutto-serpente, sono eccezionalmente gustosi, oltre che utili a mantenere una dieta sana ed equilibrata. Anche il cocco viene consumato in quantità industriali, sia dai turisti che dalla gente del posto, che usa poi il suo latte per la preparazione dei piatti più disparati.

Contatti

Burgreens

Il Burgreens è un locale che propone un gran numero di veggie burgers, ovverosia hamburger vegetariani, ed è orientato verso un tipo di cucina per l’appunto vegetariana e a basso contenuto calorico.

Indirizzo: Jl. Flamboyan no 19 | Rempoa, Giacarta 15412
Telefono: +62 878 8200 5070
Sito web: http://www.burgreens.com/soon.html

Lavera Pizza Ristorante

Il Lavera è un ristorante-pizzeria caratterizzato da un ambiente tranquillo e rilassante, offre un’ampia selezione di vini ed il servizio è impeccabile. Ovviamente il punto forte di questo locale sono le pizze, tra le migliori che si possano mangiare in tutta Giacarta.

Indirizzo: Jl. Kebon Kacang Raya | Thamrin Residence
Telefono: +62 21 2929 1157

Namaaz Dining

Il Namaaz Dining propone un menù costituito da piatti tipici indonesiani, ed è uno dei migliori ristoranti di Giacarta nel quale poter godere di tutti i sapori che caratterizzano l’offerta gastronomica tradizionale dell’Indonesia.

Indirizzo: Jl. Gunawarman no.42, Jakarta, Indonesia
Telefono: +62 21 3306 1000
Sito web: http://www.namaazdining.com/#_=_

Bengawan Solo Restaurant

Così come il Namaaz Dining, anche il Bengawang propone piatti tipici della cucina asiatica ed indonesiana. Situato all’interno del Grand Sahid Jaya Hotel, questo ristorante, al pari del precedente, è uno dei migliori in città dove poter gustare le prelibatezze tipiche di Giava e dintorni.

Indirizzo: Jl. Jend Sudirman Kav 86 | Lobby Level Grand Sahid Jaya Hotel, Giacarta 10220
Telefono: +62 21 570 4444
Sito web: http://www.grandsahidjaya.com/bengawan.html#_=_