Brunico (Bruneck, in tedesco, lingua madre in questa zona) è un Comune di circa 16.000 abitanti appartenente alla provincia autonoma di Bolzano, in Trentino Alto Adige. Rappresenta il capoluogo storico, economico, culturale e amministrativo della Val Pusteria, una delle valli del Trentino più visitate dai turisti, in inverno come in estate.

Il territorio di Brunico, relativamente piccolo in relazione agli abitanti (45 chilometri quadri, con una delle densità più alte della zona), dista circa 35 chilometri da Bressanone e 70 chilometri dal capoluogo Bolzano e dal Passo del Brennero, ovvero dal confine con l’Austria. Numerose sono le piste sciistiche in zona, che scopriremo insieme nel prossimo paragrafo.

Il centro storico di Brunico, con la sua magica atmosfera
Il centro storico di Brunico, con la sua magica atmosfera

Cosa vedere a Brunico

Brunico offre ai suoi visitatori un gran bel centro storico, testimonianza della grande storia della località bolzanina, racchiuso all’interno di mura medievali che ne proteggono le bellezze. Sicuramente la sua maggiore attrazione è la via Centrale (meglio conosciuta come Stadtgasse), sulla quale si affacciano le case storiche della città, con l’aspetto medievale che ha massimo risalto proprio in queste strade.

Simbolo iconico di Brunico è senza dubbio il Castello con la sua torre, che sorge sulla collina Kuhbergl, costruito nel 1251 dal vescovo di Bressanone Bruno von Kirchberg, dal cui nome è sorta poi Brunico (caso rarissimo, peraltro, di sviluppo toponomastico). In questo castello furono ospiti molti personaggi illustri: da Niccolò Cusano all’imperatore Carlo V, fino ad arrivare alla granduchessa Maria Teresa d’Austria nel 1738.

L'imponente Castello di Brunico, principale attrattiva storica della località altoatesina
L’imponente Castello di Brunico, principale attrattiva storica della località altoatesina

In un ala del castello è ospitato il suggestivo Messner Mountain Museum, omaggio personale del famosissimo alpinista Reinhold Messner alla montagna, uno dei poli del complesso museale MMM (qui a Brunico, l’esposizione è denominata MMM Ripa), distribuito su sei sedi nel territorio del Trentino Alto Adige. E’ un museo atipico, che spiega la relazione profonda che intercorre tra l’uomo e la montagna, oltre a offrire un particolare approccio tra la comunità locale e lo sviluppo economico delle zone alpine del Trentino: una vera perla!

Numerosi, qui come nel resto del Trentino Alto Adige, sono i castelli. Oltre al già citato Castello di Brunico, sono decisamente da visitare anche Castel Badia e il Castello di Tures, quest’ultima località molto conosciuta anche per la Porta delle Orsoline, detta anche Porta Nuova o Porte delle Oche, con la sua bellissima torre. Delle Orsoline è possibile ammirare anche un Convento, costruito nel 1741, dove potrete gustarvi un’esposizione dei reperti medievali recuperati nell’area circostante. Tra l’architettura sacra, segnaliamo almeno la Chiesa di Santa Caterina am Rain e la Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, entrambe molto interessanti da un punto di vista storico.

Le suggestive atmosfere natalizie del Mercatino di Natale di Riscone del Brunico
Le suggestive atmosfere natalizie del Mercatino di Natale di Riscone del Brunico

Il centro propulsore del paese è la Kronplatz, dove è concentrata la movida della località bolzanina, oltre a numerosi negozi e ristoranti. Ma se volete respirare l’aria della tradizione di Brunico, allora vi consigliamo di scegliere una vacanza invernale e visitare i Mercatini di Natale di Riscone di Brunico, evento che parte dalla fine di novembre ed arriva fino all’Epifania, tra la via dei Bastioni e la Piazza del Municipio. Souvenir ma non solo; qui troverete delle vere e proprie perle dell’artigianato locale, che vi faranno capire perché questi mercatini sono così famosi e visitati!

Brunico, ovviamente, oltre alle bellezze storiche del suo centro offre anche delle meraviglie paesaggistiche mozzafiato. Le zone circostanti e le zone verdi di Brunico, ma potremmo estendere il discorso a tutta la Val Pusteria, sono un piccolo paradiso da tutto da esplorare! Addirittura tre i grandi parchi naturali che circondano Brunico, tra i più importanti del nord Italia: parliamo del Parco naturale Fanes – Sennes e Braies, il Parco naturale Vedrette di Ries-Aurina e il Parco naturale Puez-Odle.

Le grandi piste del comprensorio sciistico Plan de Corones
Le grandi piste del comprensorio sciistico Plan de Corones

Imperdibili, poi sono le bellissime piramidi di Plata, monumento naturale del vicino comune di Perca; si tratta di colonne ‘modellate’ dalle frane (alcune artificiali), che hanno fatto crollare parte della montagna, creando delle suggestive forme nella roccia somiglianti, appunto a delle piramidi. Non dimenticatevi, poi, che Brunico è ben collegata al famoso comprensorio sciistico Plan de Corones, e la stessa Brunico è famosissima per le sue piste, tra le più difficili dell’intero comprensorio. Insomma, qui a Brunico non manca proprio niente per la vacanza perfetta!

Hotel a Brunico

Brunico, come detto, è il centro propulsore della meravigliosa Val Pusteria. Proprio per questo, e per la possibilità di escursioni in estate e sciate di inverno che offre ai propri visitatori, ha sviluppato un importante turismo nell’area. Non è difficile, quindi, immaginare l’impatto che ha avuto sulla qualità (e la quantità) delle strutture ricettive qui presenti, decisamente adatte ad ogni tipo di esigenza.

Un'elegante camera dell'Hotel Andreas Hofer di Brunico, albergo a 4 stelle della capitale della Val Pusteria
Un’elegante camera dell’Hotel Andreas Hofer di Brunico, albergo a 4 stelle della capitale della Val Pusteria

Innanzitutto, vi segnaliamo il lussuoso Hotel Andreas Hofer, albergo a 4 stelle situato a soli 5 minuti a piedi dal centro di Brunico e ad appena 4 chilometri dal comprensorio sciistico di Plan de Corones, facilmente raggiungibile da un treno gratuito che parte proprio davanti all’edificio. Le aree comuni sono fornitissime: area benessere con saune, vasche idromassaggio, bagno di vapore e sala massaggi, ampio giardino con piscina e terrazza, un centro fitness e un ottimo ristorante che offre sia specialità mediterranee che piatti altoatesini. Le spaziose camere, invece, hanno una TV satellitare e, in alcune di esse, anche una bella vista sulle montagne circostanti. A circa 3 chilometri di distanza, c’è inoltre un centro polisportivo dove praticare tennis, equitazione e golf. E cosa volete di più?!

Situato a Riscone di Brunico è invece uno degli alberghi meglio recensiti della località altoatesina: il Garni Hotel Clara, struttura a 3 stelle situata ad appena 700 metri dagli impianti di risalita del Plan de Corones, e a 2 chilometri dal centro di Brunico. E’ una zona particolarmente comoda sia d’estate per le escursioni che in inverno, per la sua vicinanza al comprensorio. L’albergo offre una connessione wifi gratuita e camere con mobili in legno, balcone, TV a schermo piatto e bagno privato. Inoltre, con la prenotazione in questo hotel potrete avere ogni mattina una colazione a buffet altoatesina, degli sconti su una vicina Spa e l’accesso ad una piscina a 150 metri dalla struttura. Rapporto qualità-prezzo ottimo, servizio cortese: consigliatissimo!

Il Garni Hotel Clara di Riscone di Brunico, situato a poche centinaia di metri dal comprensorio sciistico Plan de Corones
Il Garni Hotel Clara di Riscone di Brunico, situato a poche centinaia di metri dal comprensorio sciistico Plan de Corones

Clima e Meteo a Brunico

Nonostante l’altitudine della zona (più di 800 metri sul livello del mare), l’estate ha temperature miti che possono arrivare anche ai 30 gradi: non dimenticatevi le creme solari, dato che il sole in montagna picchia ancora più forte! Comunque, si tratta di condizioni ideali per una bella escursione in Val Pusteria!

L’inverno resta però il momento ideale per visitare Brunico, e non solo per i Mercatini di Natale di Riscone! Temperature rigide, spesso anche sotto lo zero, ideali però per poter mantenere una neve adatta alle vostre sciate. Qui l’inverno si protrae, nelle stagioni fortunate, anche fino agli inizi di aprile, mese in cui cominciano a chiudere i comprensori sciistici: un buon modo per godersi la neve della Val Pusteria e risparmiare qualcosina!