I Caraibi sono sempre stati uno dei paradisi terrestri più conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo: dalle Antille alla miriade di isole che sorgono tra il Golfo del Messico e l’Oceano Atlantico, questa regione americana è sempre stata il sogno di molti turisti desiderosi di immergersi nel suo clima tropicale, tra frutta fresca, pesce delizioso, cocktail sulla spiaggia, sole cocente ed acque cristalline.

Tra le località di tutta questa magnifica area, L’Avana è la città più grande, e sebbene la sua provincia sia una tra le più piccole di Cuba, cionondimeno è senza dubbio la più popolata e la più festosa, quella nella quale si concentra il grosso della movida dell’isola. Si tratta infatti di una delle mete turistiche più importanti non solo del Paese, ma di tutta l’America Latina, e la sua vita notturna rispecchia in pieno il suo status di “regina dei Caraibi”.

Tra le tante zone turistiche che si animano quando cala il sole, il Malecon è una delle aree più festose di tutta L’Avana. Questo lungomare, che si estende per ben otto chilometri, è sempre stato uno dei luoghi di ritrovo più conosciuti e frequentati sia dalla popolazione locale, sia dai turisti in visita alla città. Qui gli habaneros si danno appuntamento per festeggiare insieme, ballando ed annaffiandosi la gola di ottimo rum cubano, ed i vecchi lampioni d’epoca posti a ridosso della strada contribuiscono ad alimentare un clima come sospeso nel tempo, illuminando di tinte nuove ed antiche insieme la grande onda di allegria che sciama lungo quell’interminabile serpente di calcestruzzo armato.

Il lunghissimo Malecon, una delle zone più frequentate di L'Avana durante la notte
Il lunghissimo Malecon, una delle zone più frequentate di L’Avana durante la notte

I quartieri più indicati per godersi una bella nottata a L’Avana sono quello di Habana Vieja, Centro Habana, Miramar e soprattutto Vedado, nel quale sorge il centro politico e sociale del Paese: Plaza de la Revolucion. Qui si può respirare l’anima stessa di Cuba, con l’altissimo Monumento a José Martí, il cosiddetto Padre della Patria, ed una riproduzione della celebre fotografia di Che Guevara scattata da Alberto Korda, che campeggia sulla facciata del Ministero degli Interni e che di notte viene illuminata artificialmente, per regalare agli astanti della piazza uno splendido ritratto di uno dei più grandi eroi nazionali del Paese. La Habana Vieja è il quartiere coloniale della città, le cui mura vennero demolite attorno al 1860 cosicché il centro urbano potesse espandersi verso quello che ora è il quartiere di Centro Habana.

La vita notturna de L’Avana si concentra infatti non solo nei locali, ma anche lungo le strade della città, laddove la gente si riunisce per cantare, ballare e bere all’aperto in compagnia; non è affatto difficile trovare musicisti improvvisare melodie lungo le strade della città, venendo presto circondati da persone che non aspettavano altro che una buona chitarra per danzare o cantare una canzone. Specialmente lungo il Malecon.

Ora, prima di iniziare ad andare per locali, una premessa è doverosa: evitate di uscire con molti soldi in tasca, e state sempre attenti ai legami che tessete una volta arrivati in città, specialmente di sera. Non che i cubani siano pericolosi anzi, una volta giunti a L’Avana si potrà facilmente comprendere quanto la popolazione locale sia straordinariamente amichevole, sebbene il rischio di subire rapine (specialmente se si gira di notte da soli) non sia certo da sottovalutare.

Ricordate sempre che L'Avana è una città fantastica, ma non è il vostro parco giochi. Un minimo di attenzione alle spese è sempre necessaria
Ricordate sempre che L’Avana è una città fantastica, ma non è il vostro parco giochi. Un minimo di attenzione alle spese è sempre necessaria

Ma questo vale anche per molte altre capitali, sia europee che sudamericane. Il nocciolo della questione è piuttosto che Cuba, essendo un vero e proprio paradiso turistico paradossalmente povero (ed una volta che sarete lì, potrete stupirvi di quanto le due realtà siano al contempo così vicine e così distanti), ha saputo evolversi e farsi furba, sfruttando proprio il fattore “turismo”. E la sua gente con lei. I cubani sono infatti eccezionali mediatori, il che significa che molto probabilmente se vi manderanno in un determinato ristorante ci guadagneranno, se vi procureranno una casa particular ci guadagneranno, se vi procureranno un mezzo di trasporto ci guadagneranno, persino presentandovi la cugina carina potrebbero riuscire a trovare un tornaconto personale.

Il punto è che se è vero che nessuno al giorno d’oggi fa niente per niente, a L’Avana (come in tante altre zone turistiche, specialmente nelle isole molto frequentate dai turisti come Cuba) in particolare questo concetto assurge quasi a modus operandi standard. Detto questo, non è certo impossibile riuscire a stabilire un’amicizia sincera con qualcuno del posto, perché come già detto i cubani sono molto socievoli. C’è solo da sincerarsi che per quella persona voi siate effettivamente “l’amico” e non “il turista”, categoria sulla quale si possono alzare facili creste visto il contesto.

In ultima, non è una cattiva idea tenere un occhio aperto anche con i turisti stessi. Molti di loro sono lì semplicemente per divertirsi e farsi una bella vacanza, ma quando si trova qualcuno che promette “tour del posto” imbastendo argomentazioni come “…ma qui i cubani son furbi, ti spennano, vieni con me che ti spiego io come funziona…”, cercando di far leva sulla solidarietà fra stranieri in terra straniera, probabilmente sarà un qualcuno che la saprà lunga riguardo a come funziona la storia da quelle parti. Starà a voi poi decidere fino a che punto fidarvi, ma personalmente, un occhio aperto sul portafoglio lo terrei sempre e comunque; perché Cuba non è affatto cara di per sé (a meno che non si faccia consapevolmente la spola tra un posto di lusso ed un altro), ma è sufficiente un’unghia di ingenuità di troppo e ci mette terribilmente poco a diventarlo.

Localo a L’Avana

Terminato il doveroso disclaimer, andiamo a vedere qualche locale dove poter passare una bella serata in questa stupenda città. Se siete amanti delle sonorità jazz, non potete perdervi posti come il Jazz Café, situato nel centro commerciale di Galeria del Paseo nel quartiere di Vedado. Arredato in stile moderno, questo locale è uno dei migliori dove poter ascoltare ottima musica, sorseggiando cocktails veramente ben preparati. Anche La Zorra y el Cuervo è una vera e propria roccaforte di questo genere musicale, particolarmente in voga in quel di L’Avana.

Il Jazz Cafè è uno dei posti migliori dove poter ascoltare del buon jazz a L'Avana
Il Jazz Cafè è uno dei posti migliori dove poter ascoltare del buon jazz a L’Avana

La migliore musica afro-cubana invece si dice venga suonata ad El Diablo Tun Tun, un locale aperto nel 2002 nella Casa della Musica di Miramar. Ed Diablo è sempre affollato, e tra l’offerta del piano bar e varie altre soluzioni di divertimento è riuscito negli anni ad attirare una clientela molto variegata, e prevalentemente nottambula. Forse ribadire, come taluni dicono, che andare a L’Avana senza passare una serata al Diablo Tun Tun significa perdersi la metà della vera notte habanera può suonare esagerato; di certo c’è da dire che se ci si trova da queste parti, e si sta cercando un locale dove poter trascorrere una bella nottata, allora El Diablo rappresenta molto più che un’opzione.

La Casa della Musica di Miramar venne invece inaugurata negli anni novanta, ed è uno dei luoghi più conosciuti in assoluto dove poter ballare al ritmo della migliore musica cubana. Una sola precisazione: bisogna riuscire a beccare la serata giusta, perché con la recente aggiunta di tavolini in mezzo alla pista s’è un po’ persa l’anima del luogo, pienamente intatta solo fino ad un paio d’anni fa. Insomma il locale è storico, i nomi che ci suonano sono di altissimo livello, ma c’è da andarci al momento opportuno, altrimenti rischia di essere una delusione.

Passando alle serate animate dal cabaret, una specialità dalle parti di L’Avana, raggiungiamo il Tropicana, un locale costruito nel 1939 e famoso fin dagli anni cinquanta, che rappresenta oggi un vero e proprio punto di riferimento per i turisti di tutta l’isola. All’interno di un rigoglioso giardino tropicale, il Cabaret Tropicana delizia i suoi clienti con spettacoli di comici e cabarettisti tra i migliori in circolazione, l’illuminazione è praticamente perfetta, ed i ballerini che vi si esibiscono sono la crema della crema di Cuba.

L’altra faccia della medaglia sono i prezzi, a dir poco altissimi. Diretto concorrente del Tropicana è il Cabaret Parisién, una sorta di piccolo ed elegante teatro anch’esso costantemente pieno, che può vantare una vera e propria icona musicale cubana come Alberto Herrero. Qui si respira un’aria d’altri tempi, non a caso sorge proprio all’interno dell’Hotel Nacional, l’hotel storico per antonomasia di Cuba; il genere di intrattenimento proposto dal Parisién riporta ai classici varietà degli anni ’50: stesso clima, stessa location, persino stessi usi e costumi. Indicatissimo per i nostalgici amanti del genere, ma anche per coloro che intendessero passare una nottata diversa, alternativa rispetto alle bevute ed ai balli nei locali notturni.

Il Tropicana, uno dei locali storici di maggior successo di tutta Cuba, aperto sin dal 1939
Il Tropicana, uno dei locali storici di maggior successo di tutta Cuba, aperto sin dal 1939

Discoteche a L’Avana

Rimanendo in tema di balli e bevute, andiamo a vedere quali sono alcune delle migliori discoteche che si possano trovare a L’Avana. La prima tappa sarà all’Hotel Habana Libre, nel quale sorge la leggendaria Las Cañitas. Questa discoteca ha subito un processo di forte rinnovamento nel 2002, cambiando stile ed orientando la propria offerta verso una clientela prevalentemente giovanile.

Sempre nello stesso hotel si trova anche El Turquino, situata all’ultimo piano dell’edificio: il panorama offerto dalle sue vetrate è decisamente spettacolare, specie in notturna, ed il suo soffitto mobile apre un meraviglioso scorcio sul cielo stellato, particolarmente suggestivo, nei momenti più concitati della serata.

Il Macumba Habana è invece uno dei locali notturni più in voga di L’Avana, e lo si può trovare nel giardino del ristorante La Girardilla. Il Macumba può vantare diverse piste da ballo, musica internazionale (opportunamente intervallata a sonorità tipiche locali) e si tratta della migliore discoteca della capitale cubana, per distacco.

In ultima, breve raffica dei locali più difficili da indicizzare, ma di indubbio fascino, che si possono trovare dalle parti di L’Avana: primo fra tutti, La Bodeguita del Medio. Situata ad Habana Vieja vicino a Piazza della Cattedrale, la Bodeguita è uno dei luoghi più caratteristici della città, non il migliore per qualità/prezzo (sebbene i mojito siano ottimi) ed è costantemente pieno di turisti, ma vale la pena passarci una serata. Le pareti sono tappezzate di firme e foto dei vari personaggi celebri transitati tra le sue mura (tra i quali ricordiamo ad esempio Salvador Allende e Pablo Neruda), e lo stesso Hemingway, che qui era di casa, lo annoverava nella risicata lista dei suoi locali preferiti.

Rimanendo in tema “locali cari ad Hemingway”, El Floridita è famoso invece per i suoi fantastici daiquiri, al punti che in una delle pareti de La Bodeguita si può trovare una massima del famoso scrittore statunitense che recita: “My mojito in La Bodeguita, My daiquiri in El Floridita”.

Il fornitissimo bancone de La Bodeguita del Medio. Non dimenticate di ordinare un mojito
Il fornitissimo bancone de La Bodeguita del Medio. Non dimenticate di ordinare un mojito

Il Delirio Habanero, ubicato in Plaza de la Revolucion ed El Huron Azul sono conosciuti per essere tappa fissa di vari artisti e musicisti locali, mentre all’interno di El Tunel, che sorge nella zona di Vibora (un po’ fuori mano in realtà), si concentra una buona fetta della gioventù di L’Avana: abbigliamento tipico europeo, altoparlanti potenti, musica da discoteca ed un ottimo bar con prezzi più che onesti, hanno in breve tempo reso El Tunel un locale molto frequentato, sebbene sia ancora fuori dal tradizionale iter turistico. Pertanto, anche se non risulta segnalato da diversi siti dedicati all’intrattenimento in questa città, può comunque rivelarsi una piacevolissima scoperta.

Contatti

Jazz Café

Indirizzo: Avs. Paseo and 3, Havana
Telefono: +53 7 83 83 302

La Zorra y el Cuervo

Indirizzo: Calle 23 e/ N y O, Vedado
Telefono: +53 7 83 32 402

El Diablo Tun Tun

Indirizzo: Calle 20 esquina a 35, Miramar
Telefono: +53 7 20 40 447/20 26 147

Casa della Musica di Miramar

Indirizzo: Ave. 20 No. 3308 esq. a 35, Miramar, L’Avana
Telefono: +53 7 20 40 447

Cabaret Tropicana

Indirizzo: Calle 72 entre 41 y 45, Marianao L’Avana
Telefono: +53 7 2671717
E-mail: http://www.cabaret-tropicana.com/

Cabaret Parisién

Indirizzo: Hotel Nacional O esq. 21, Vedado
Telefono: +53 7 87 34 701

Las Cañitas

Indirizzo: Hotel Habana Libre, Calle L 23 y 25, Vedado
Telefono: +53 7 83 84 011/+53 7 83 46 289

El Turquino

Indirizzo: Tryp Habana Libre, 25th floor. | Calle L, entre 23 y 25, Vedado
Telefono: +53 7 83 46 100

Macumba Habana

Indirizzo: La Giraldilla, Calles 222 and 37 | La Lisa, L’Avana
Telefono: +53 7 27 30 568

La Bodeguita del Medio

Indirizzo: C. Empedrado entre Cuba y San Ignacio | La Habana Vieja

El Floridita

Indirizzo: Obispo No. 557 esq. a Monserrate, L’Avana
Telefono: +53 7 86 71 300

El Delirio Habanero

Indirizzo: Teatro Nacional, Paseo and Calle 39 | Plaza de la Revolución, L’Avana
Telefono: +53 7 87 84 273

El Tunel

Indirizzo: Patrocinio esq. Saco, Vibora, L’Avana