Bimbi in viaggio: consigli utili per una vacanza tranquilla

Bimbi in viaggio e relax: un binomio che, per i genitori, non sempre è vincente! Non pensate, però, che una vacanza coi vostri piccoli debba per forza rivelarsi come una situazione stressante. In fondo, dipende da come ve la gestite e anche dal posto che scegliete per le vacanze coi vostri figli: non buttatevi giù, e pensate al modo di rendere questo viaggio indimenticabile per loro e… rilassante per voi! Impossibile? Noi diciamo di no: ecco qualche consiglio per tramutare i sogni in realtà.

Bimbi in viaggio: ecco qualche consiglio

Importante è innanzitutto lo stato d’animo con cui affronterete la questione ‘bimbi in viaggio’. Non sempre, infatti, dopo duri mesi di lavoro, l’ideale di vacanza è rappresentato dalle responsabilità genitoriali, ma in fondo se partite già con questa idea, sicuramente non vivrete questa vacanza come dovete. Siate ben disposti e, se proprio non ci riuscite, pensate sempre che la vostra vacanza ha un inizio… ma anche una fine!

Va bene pianificare il viaggio, ma cercate di non badare troppo ai dettagli... non vi stressate già prima di partire!
Va bene pianificare il viaggio, ma cercate di non badare troppo ai dettagli… non vi stressate già prima di partire!

E’ sempre meglio pianificare il tutto, ma è bene anche non esagerare in tal senso: se avete previsto tutto nel dettaglio… beh, sappiate che quasi tutto non andrà come avreste voluto! Per evitare una crisi di nervi, cercate di essere flessibili, almeno nelle piccole cose. Se partite già stressati, sicuramente i pianti del vostro bambino o i piccoli capricci quotidiani non potranno fare altro che innervosirvi ancora di più: non ne vale davvero la pena!

Cercate, pertanto, di affrontare questa vacanza con calma, anche e soprattutto al momento della partenza: il miglior modo per prevenire lo stress è gestire la situazione con la massima tranquillità, prendendosi per tempo quando bisogna fare le cose: preparare la valigia, prendere l’aereo, disfare i bagagli, sono tutte cose che vanno pianificate (senza essere però ossessivi…).

Cercate, poi, di prenotare il vostro volo (o comunque la vostra partenza) durante gli orari notturni, in modo da conciliare l’orario con il sonno dei vostri piccoli e, se viaggiate in aereo, è importante scegliere il posto giusto: il nostro consiglio è quello di prenotare un posto in fondo all’aereo, se possibile lato corridoio, così da disturbare meno gente possibile durante i vostri continui via vai verso il bagno. D’altronde, però, la parte centrale ha più spazio, e qui potrete anche trovare un posto per la vostra culla, nel caso l’aereo ne disponga.

Per quel che riguarda la prenotazione sul vostro aereo, cercate di evitare i low cost: è vero che risparmierete, ma avete menò comodità rispetto alle compagnie di bandiera. Un buon modo per tranquillizzare i vostri figli, che magari si sentiranno spaesati anche solo dall’andare in un luogo così caotico come l’aeroporto, può essere quello di renderlo partecipe del viaggio, nel caso sia in età da poter cominciare a capire ciò che dite: questo lo tranquillizzerà e gli metterà ancora più entusiasmo!

bimbi in viaggio
Ricordatevi di controllare che i documenti dei vostri bimbi siano in regola

Prendete quante più informazioni possibile sui Paesi di destinazione; una tipica esperienza negativa, ad esempio, è per le mamme che allattano in pubblico in Stati in cui ciò non è permesso! A tal proposito, è tassativo controllare tutti i documenti che servono per il vostro neonato: eventuali visti, ad esempio.

Anche la scelta dell’alloggio ha la sua importanza: se è vero che in hotel sarete ‘serviti e riveriti’, dovete considerare il rovescio della medaglia, ovvero che le abitudini casalinghe del vostro figlio (che troverete prenotando un appartamento), lo faranno sicuramente sentire più a suo agio. Riflettete anche sulla location dell’alloggio: più facile è da raggiungere, meno stress accumulerete.

Avete prenotato le vostre vacanze al mare? Ottima scelta: il sole e la spiaggia sono fantastici per ‘sfiancare’ i bimbi in viaggio, e non avrete problemi a gestire le serate con loro: saranno distrutti! Ricordate, però, soprattutto se è la prima vacanza coi vostri figli e non conoscete ancora i loro gusti a riguardo, che alcuni di essi detestano il mare: magari, abbiate l’accortezza di soggiornare in un luogo in cui sia presente anche una piscina.

Non tutti i bambini amano il mare: prenotate, pertanto, un posto in cui sia presente anche la piscina
Non tutti i bambini amano il mare: prenotate, pertanto, un posto in cui sia presente anche la piscina

Bimbi in viaggio: cosa portare con sé

La prima cosa è avere attenzione per i vostri figli: se avete paura che si possano perdere, scrivetegli a inizio giornata il vostro nome e numero di telefono sul braccio oppure, se siete più tecnologici, anche un dispositivo GPS da attaccare allo zainetto del piccolo, così da tenere sempre sotto controllo i suoi spostamenti.

Portare i vostri figli con voi, poi, vi distoglierà l’attenzione da altri fattori, oltre a tenervi fisicamente impegnati: pertanto, cercate di non caricarvi di troppi bagagli, portando solo gli oggetti indispensabili: ricordatevi che, in fondo, anche nel vostro posto di destinazione esistono dei negozi! Per quel che riguarda gli oggetti dei vostri figli, però, cercate di non lesinare in spazio: giocattoli, snack, eventualmente pannolini, sono tutti elementi indispensabili per affrontare un viaggio, anche di breve durata se si tratta della prima volta. Non dimenticatevi, poi, dei farmaci base da portare sempre con voi.

Cercate di portare con voi un passeggino leggero e facilmente trasportabile: è forse la soluzione più comoda di tutte
Cercate di portare con voi un passeggino leggero e facilmente trasportabile: è forse la soluzione più comoda tra tutte

In caso di bimbi piccoli, come regolarsi sul mezzo di trasporto? Il nostro consiglio è quello di portare un passeggino leggero e maneggevole, così da essere facilmente trainabile anche in strade sterrate o comunque non asfaltate a dovere. Il vantaggio, poi, è di poterlo utilizzare come letto per il pisolino durante i tempi morti del viaggio, come ad esempio nell’attesa del check-in all’aeroporto. Se avete intenzione di noleggiare un auto, non dimenticatevi di portare con voi il seggiolino: è ingombrante e occupa un posto intero in aereo, è vero, ma è indispensabile per la sicurezza dei vostri figli.

Per quanto riguarda gli alimenti per neonati, sappiate che praticamente tutte le compagnie aeree permettono di portare anche contenitori di capienza superiore ai 100 ml, che è la norma dell’Unione Europea per il trasporto di liquidi sull’aereo: comunque, è sempre meglio controllare nell’aeroporto di partenza.

E, alla fine, vi diamo il consiglio più importante di tutti: pensate a godervi la vacanza, perché anche quei giorni di viaggio rientreranno nella categoria ‘ricordi’ che, ne siamo sicuri, faticherete a dimenticare!