Farmaci da portare in viaggio: i 5 medicinali indispensabili

Durante i nostri viaggi, difficilmente tutto andrà secondo previsto: biglietti dimenticati, valigia piena di cose inutili senza mettere invece le cose davvero importanti, itinerari di viaggio che saltano, solo per raccontarne alcune. Ma c’è una cosa su cui veramente non si deve scherzare, ovvero sui farmaci da portarsi in viaggio (quelli ammessi, ovviamente), quelli davvero indispensabili.

Quella delle medicine è troppo spesso una dimenticanza che può portare a diversi fastidi, nel migliore dei casi, se non anche a problemi più o meno gravi. Specialmente nelle nostre vacanze più lunghe, i medicinali non devono davvero mai mancare perché, specialmente in posti lontani e con malattie che il nostro sistema immunitario non conosce, il rischio di ammalarsi non è poi così basso.

Non tutti i luoghi di villeggiatura possiedono farmacie ben fornite: tenetene sempre conto
Non tutti i luoghi di villeggiatura possiedono farmacie ben fornite: tenetene sempre conto

Il consiglio, ovviamente, è ancora più sentito nel caso in cui, oltre a fare viaggi di diversi giorni di durata, scegliate come meta un posto esotico, molto spesso selvaggio e incontaminato. Tutto bellissimo, per carità, ma dovete tenere conto di un fattore: più il posto è ‘selvaggio’, infatti, e più alto è il rischio di trovare con maggiore difficoltà anche i servizi primari. E tra questi, ovviamente, rientrano anche le farmacie.

Ovviamente, per i malati patologici, quelli cioè che necessitano di cure quotidiane anche nella vita di tutti i giorni, il consiglio è quello di non rischiare di partire senza le proprie medicine; di non affidarsi, cioè, alle farmacie locali. Un intoppo di qualsiasi tipo, che fa sì che non troviate il farmaco che vi serve, porterebbe spiacevolissime conseguenze. Per tutti gli altri, invece, pur non avendo nessuna patologia, il nostro consiglio è quello di portarsi in viaggio qualche farmaco, almeno quelli reputati indispensabili: vi risparmierete più di qualche fastidio!

I 5 medicinali indispensabili

Ecco una lista dei 5 medicinali indispensabili, di quelli cioè che dovreste sempre tenere in considerazione al momento di viaggiare. Alcuni di questi, ovviamente, necessitano di un medico che vi indichi il dosaggio: se viaggiate in maniera organizzata, ad esempio alloggiando in un villaggio turistico, non troverete particolari difficoltà a trovare un medico (anche se a pagamento). Per tutti gli altri, quelli della vacanza fai da te, il medico sarà un po’ più difficile da reperire, ma comunque non sarà impossibile trovarne uno che faccia al caso vostro!

Le pillole anticoncezionali possono salvarvi la serata... specialmente in vacanza!
Le pillole anticoncezionali possono salvarvi la serata… specialmente in vacanza!

Medicinali abituali

Come già accennato in apertura di articolo, i medicinali abituali sono indispensabili durante la vostra vacanza. E’ assolutamente sbagliato, infatti, pensare di sospendere le vostre terapie durante i giorni di vacanza; anzi, il nostro consiglio è di portare sempre un quantitativo maggiore di medicine rispetto a quelle che prendete abitualmente, proprio per sopperire ad eventuali imprevisti, come quello di perderli, ad esempio.

Tra questi medicinali, rientrano: farmaci antiipertensivi, terapie ormonali, chemioterapici, gastroprotettori, anticoagulanti, antidiabetici orali o insuline con iniettori, antiemicranici, antiasmatici (compresse o spray), solo per citarne alcuni. Facciamo rientrare in questa categoria, anche se un po’ forzatamente, anche gli anticoncezionali. Le vacanze romantiche portano con esse momenti di intimità: non rischiate di rimanere senza e di dover rimandare quei momenti!

Antinfiammatori

In particolare, vi consigliamo di portare gli antinfiammatori non steroidei. Tra quelli che potete portare, vi consigliamo uno a scelta tra il ketorolac, il nimesulide, l’ibuprofene, il ketoprofene, il diclofenac, ma ce ne sarebbero tanti altri.

Compresse di paracetamolo, consigliato per coloro i quali sono allergici ai FANS
Compresse di paracetamolo, consigliato per coloro i quali sono allergici ai FANS

Questi forse sono i farmaci più polivalenti da portare con sé, a causa dei loro molteplici effetti sul corpo. Una sola compressa, infatti, ha tre effetti: ovviamente antinfiammatorio, ma anche analgesico (nel senso che toglie il dolore) e antipiretico (che vi farà, cioè, abbassare la febbre, anche in caso di colpi di sole o di brutte malattie infettive).

Se siete allergici a questo tipo di farmaci (i FANS, in gergo farmacologico), allora potete anche sostituirli con il paracetamolo (ad esempio la Tachipirina), priva però della funzione antinfiammatoria. In caso di allergia ai FANS, inoltre, è sempre consigliato portare con sé anche qualche compressa a basso dosaggio, che andrà benissimo per curare eventuali allergie prese durante il viaggio.

Antidiarroico o antibiotico ad ampio spettro

Si tratta dei farmaci più importanti da avere con sé, perché aiutano nelle situazioni più… spiacevoli, soprattutto se non abbiamo una alimentazione corretta prima del viaggio! Partiamo col dire che, durante la vostra vacanza, sarebbe abbastanza inutile l’assunzione dei fermenti lattici: non hanno effetti a brevissimo termine quando si ha la diarrea.

Il virus intestinale è sempre in agguato in vacanza: prendete le giuste contromisure
Il virus intestinale è sempre in agguato in vacanza: prendete le giuste contromisure

Se non vi passa entro 3 giorni, piuttosto, è meglio assumere un antibiotico che agisca sull’intestino, come la rifaximina (ad esempio il Normix), 2 volte al giorno per almeno 6 giorni, e poi prendete i fermenti lattici. Attenzione, questi sono semplici consigli: dovrete sempre rivolgervi al vostro medico prima di iniziare una terapia!

La rifaximina può andare più che bene per i viaggi nei posti simili al nostro come ambiente, cibo e stile di vita. Se andate in posti più esotici, o comunque in posti con scarsa assistenza sanitaria, è bene aggiungere a questo farmaco anche antibiotici ad ampio spettro: vi consigliamo l’Augmentin o l’Azitrocin per i paesi più ‘sviluppati’, mentre portate con voi il Ciproxin per i paesi meno sviluppati.

Attenzione: ricordatevi che l’antibiotico non è una pastiglia magica, che una volta presa fa passare il male istantaneamente. E soprattutto, non può essere interrotto da un momento all’altro! Non è un caso se si parla di cicli di antibiotici, sempre prescritti dai medici: dovete portarli a termine, per far sì che la cura sia efficace e anche che non vi siano complicanze!

Repellenti per insetti

Passiamo, ora ai farmaci ‘soft’, quelli che aiutano decisamente a vivere meglio. Il repellente per insetti è uno di questi, e solo se ci si reca in posti caldi e umidi: vi consigliamo l’Autan Tropical, ideale per questo tipo di situazioni: le punture degli insetti possono essere anche parecchio fastidiose, durante la vacanza… meglio evitarle!

In posti caldi e umidi, non dimenticate il repellente per insetti!
In posti caldi e umidi, non dimenticate il repellente per insetti!

Pomata al cortisone

Se avete dimenticato di portare (o di applicare) il repellente per insetti, allora dovete avere sempre pronto il piano B: la pomata al cortisone, la vera lozione magica dei dermatologi! Applicata su una puntura, infatti, oltre ad alleviare il dolore nell’immediato ha anche effetto antinfiammatorio. Il nostro consiglio è quello di portare una pomata al cortisone che, oltre al cortisonico, presenti anche l’antibiotico: il Gentalyn Beta fa proprio al caso vostro!