La Baia di Cardiff è uno dei luoghi di maggiore interesse della città, e rappresenta uno dei posti da non perdere nel corso di un’eventuale vacanza nella capitale gallese. Questa baia ha segnato direttamente l’andamento delle fortune di Cardiff, che ad essa sono rimaste inscindibilmente legate nel corso degli ultimi due secoli, per via delle rotte commerciali attraverso le quali veniva sfruttata la principale risorsa naturale della città: il carbone.

Attualmente, la Baia di Cardiff è tuttora soggetta ad una grandiosa opera di riqualificazione del territorio, che ha già portato alla riabilitazione delle sue zone, ed alla creazione di numerosi centri culturali, turistici ed artistici di grandissima importanza.

Cenni storici

La storia recente della Baia di Cardiff è legata allo sfruttamento del carbone, che fu la principale risorsa naturale della città nel corso degli ultimi duecento anni. Basti pensare che la città nel 1801 contava solamente 1870 abitanti, mentre poco più di un secolo più tardi, nel 1921, il censimento parlava di 200,184 residenti. Questa crescita straordinaria è stata resa possibile proprio allo sfruttamento della sua baia. Nel 1798 venne completata la costruzione del canale Glamorgan, che conducendo fino al mare fornì a Cardiff la prima via di transito per l’uscita di ferro e carbone.

L’inaugurazione della prima darsena, il Bute West Dock, risale invece al 1839, ed il progetto fu una vera e propria sfida contro le imponenti correnti e maree della zona, che resero necessaria la creazione di bacini a chiusura stagna per ospitare le navi durante le ore di secca. Grazie a ciò l’odierna capitale gallese prosperò per oltre un secolo, e nella striscia situata tra il porto ed il centro della città sorse la una nutrita comunità multirazziale, tanto prospera e conosciuta da far attribuire alla baia il soprannome di Tiger Bay.

Baia di Cardiff
Una splendida panoramica della Baia di Cardiff di sera, incredibilmente lontana dal luogo cupo e maleodorante che fu nel corso della rivoluzione industriale

Negli ultimi decenni il commercio del carbone subì ovvi ridimensionamenti per via della perdita di importanza di questa materia prima, e negli anni ’70 chiuse anche l’ultima acciaieria cittadina; ciò rese di fatto il grandioso porto che tanto aveva fatto prosperare la città, permettendole praticamente di centuplicare i suoi abitanti in poco più di un secolo, un’opera sostanzialmente obsoleta. Da qui iniziò un progetto per il recupero del territorio, indiscriminatamente inquinato da secoli di sfruttamento senza veri criteri di preservazione, con le verdi collinette trasformate in un disastro di voragini nere, disseminate ovunque di materiali di scarto.

Oggi il territorio è stato bonificato, e la baia è diventata una delle maggiori attrazioni turistiche di Cardiff, tuttora interessata dall’ambizioso progetto di rigenerazione del territorio che procede, è proprio il caso di dirlo, a gonfie vele.

Cosa vedere

La Baia di Cardiff è in assoluto uno dei posti più interessanti, festosi e coloriti di tutta la città, lontana ormai anni luce dal suo antico grigiore industriale. Lungo il territorio della baia sono infatti stati infatti eretti numerosi edifici dedicati all’arte, alla cultura ed al divertimento; ecco quali sono:

St. David’s Hotel & Spa: un hotel a 5 stelle un tempo di proprietà del gruppo Rocco Forte Hotels, rilevato nel 2007 dalla Principal Hayley Group, presenta 142 camere tra doppie, gemelle e suites ed offre una vista panoramica sulla Mermaid Quay e sul Cardiff Bay Barrage;

The Pierhead Building: uno dei maggiori edifici storici della città, costruito nel 1897 quale quartier generale della Bute Dock Company. L’orologio della sua torre è conosciuto con il soprannome di “Baby Big Ben” o “Big Ben of Wales” (Big Ben del Galles), e vi si trova il Welsh history museum;

Baia di Cardiff
Il Pierhead Building, con il suo “Baby Big Ben”

The Senedd: aperto nel 2006 e costato la bellezza di 70 milioni di sterline, questo grandioso edificio in vetro dall’architettura high-tech è sede della National Assembly for Wales (l’Assemblea Nazionale per il Galles), ed ha avuto numerosi riconoscimenti come il certificato d’eccellenza della BREEAM, il più alto rating mai concesso ad un edificio gallese;

Wales Millennium Centre: aperto in due fasi tra il 26 Novembre 2004 ed il 31 Gennaio 2009, questo centro artistico di circa 20.000 metri quadrati è la sede della Welsh National Opera, una compagnia di opere liriche fondata proprio a Cardiff nel 1946;

Norwegian Church Arts Centre: un’antica chiesa ricostruita nel 1992 e gestita dalla Cardiff Harbour Authority, è oggi un luogo di incontro dove hanno luogo piccoli concerti, mostre artistiche, conferenze e celebrazioni;

Baia di Cardiff
La Norwegian Church, ristrutturata di recente per ospitare manifestazioni artistiche e culturali

Craft in the Bay: un edificio vittoriano ristrutturato a ridosso della banchina, sede dell’organizzazione artistica di beneficenza The Makers Guild in Wales;

Techniquest: un centro scientifico formativo che include il teatro della scienza, ed un bellissimo planetario;

Roald Dahl Plass: una grande piazza realizzata sul modello di un anfiteatro, che ospita carnevali e festival tutto l’anno;

Mermaid Quay: un distretto aperto nel 1999 ed interamente dedicato allo shopping ed al tempo libero, che si estende per ben 14.000 metri quadrati e comprende bar, ristoranti, cafè, negozi e boutique;

The Tube: un originalissimo pezzo d’architettura moderna progettato dall’architetto Wil Alsop nel 1990, smantellato nel 2010, ufficialmente noto come Cardiff Bay Visitor Centre, anche se per via della sua peculiare conformazione è ormai universalmente conosciuto con l’appellativo di “The Tube”.

Cardiff Summer Festival

La Baia di Cardiff è insomma un polo artistico, culturale e turistico di straordinaria importanza, e proprio in virtù di questo status ogni anno vengono organizzati festival e manifestazioni sul suo territorio, la più importante delle quali è il Cardiff Summer Festival.

Questo festival è uno dei più importanti di tutto il Regno Unito, e si compone a sua volta di una ventina di diversi eventi che mirano a soddisfare ogni genere di aspettativa. Insomma, un’enorme manifestazione miscellanea per tutti i gusti e le età. Il Cardiff Summer Festival comprende infatti il Theatre Festival, il Cardiff International Fodd & Drink Festival, il MAS Carnival, il Classic Car Rally, il Cardiff International Paddle Fest (ultima manifestazione che chiude il Festival, dedicata agli appassionati degli sport acquatici) e moltissimi altri eventi in grado di intrattenere e far divertire anche il più riluttante dei suoi spettatori.

Il Cardiff Summer Festival è una manifestazione imperdibile anche per gli amanti degli sport acquatici
Il Cardiff Summer Festival è una manifestazione imperdibile anche per gli amanti degli sport acquatici

Perché come recita la scritta in gallese incisa sulla cupola del magnifico Wales Millennium Centre: “Creu Gwir Fel Gwdyr O Ffwrnais Awen”, in inglese “These Stones Horizons Sing”.

Letteralmente: “In queste pietre gli orizzonti cantano”. E allora non resta che lasciarsi trasportare dalle loro stupende melodie, per vivere un’estate assolutamente indimenticabile.

Come arrivare alla Baia di Cardiff

E’ possibile arrivare alla Baia di Cardiff grazie al Baycar (linea n°6), un autobus che collega direttamente il centro della città alla sua baia. Questo bus parte ogni 10 minuti dal lunedì al venerdì, ogni 15 minuti il sabato e la domenica ed ogni 20 minuti nelle ore serali.

Partendo dal centro, ferma a Westgate Street, lower St. Mary Street e sulla fermata del retro della stazione centrale dei treni, prima di arrivare alla baia.

La Baia di Cardiff è collegata al centro della capitale gallese anche via treno, ed è possibile arrivarvi partendo dalla stazione di Cardiff Queen Street in centro e scendendo alla stazione Cardiff Bay.

Nel caso si voglia fare una passeggiata è possibile arrivare alla Baia di Cardiff dal centro anche a piedi, poiché dista meno di mezz’ora di camminata dal centro della città.

Contatti

St. David’s Hotel & Spa

Indirizzo: Havannah Street, Cardiff CF10 5SD
Telefono: +44 29 2045 4045

The Pierhead Building

Indirizzo: Pierhead St, Cardiff CF10 4PZ
Telefono: +44 845 010 5500

The Senedd

Indirizzo: Cardiff CF10 4PZ

The Wales Millennium Centre

Indirizzo: Bute Pl, Cardiff Bay CF10 5AL
Telefono: +44 29 2063 6464