Il Sacrario di Cristo Re, a Messina, si trova in Viale Principe Umberto e venne edificato ad opera dell’architetto Francesco Barbaro svolgendo la funzione di sepolcro per coloro che morivano in guerra. Il Sacrario di Cristo Re prende vita sorgendo sui ruderi del Castello di Matagrifone, dei cui resti oggi è rimasta solo la torre ottagonale dentro la quale è stata messa una campana intorno al 1935.

Sorgendo su una zona collinare, il Sacrario di Cristo Re regala una vista panoramica da ricordare sull’intera città di Messina e sullo stretto. La campana inserita all’interno della torre, appellata la Campana di Cristo Re, è una delle più grandi campane d’Italia.

Sacrario-di-Cristo-Re-Messina

Cenni storici e descrittivi

Il Sacrario di Cristo Re prende corpo e forma su una superficie che supera i 600 mq. Si crede che il tempio sia stato l’acropoli della città nell’epoca greca e romana mentre con l’avvento dei normanni e degli aragonesi divenne Palazzo Reale. Fu sede anche del Senato messinese e nel 1190-1191 ospitò Riccardo Cuor di Leone ed i suoi uomini prima che partissero per la Terra Santa durante la III crociata. La torre ottagonale summenzionata fu il carcere in cui Carlo d’Angiò fu rinchiuso nel 1254.

Sacrario-di-Cristo-Re-Messina

La pianta del Sacrario di Cristo Re è centrica, soverchiata da ben 8 costoloni alla cui base, esattamente sulla cornice, sono situate meravigliose statue in bronzo le quali impersonificano la Fede, la Speranza, la Carità, la Prudenza, la Temperanza, la Giustizia, la Fortezza ed infine la Religione. Tutte queste statue sono figlie delle mani di Teofilo Reggio, scultore romano.

Edmondo Calabrò, architetto, si occupò invece di dar forma e vita alla statua di Cristo Re posta sulla scalinata d’ingresso. Internamente, il Sacrario si divide in Chiesa Superiore e Chiesa Inferiore; in quest’ultima si trovano i resti di ben 110 soldati deceduti durante la Prima Guerra Mondiale e di 1228 scomparsi invece nella Seconda Guerra Mondiale; è presente anche una lapide in memoria dei marinai caduti durante la battaglia navale di Punta Stilo avvenuta nel 1940. Nel 1838 il tempio venne utilizzato e sfruttato come carcere.

sacrario-cristo-re-messina
Il monumentale Sacrario di Cristo Re a Messina, capolavoro barocco progettato nel 1937

Informazioni utili

Il Sacrario di Cristo Re è situato sulla circonvallazione della città di Messina e si raggiunge percorrendo il Viale Principe Umberto, il Viale Regina Elena o il Viale Boccetta.

Apertura del Tempio: da lunedì a venerdì dalle ore 09:00 alle ore 13:00. Nei giorni festivi e per i gruppi su richiesta chiamare il numero di telefono 090-675165.