Le origini della città di Lecco sono molto antiche come possono testimoniare i reperti mostrati oggi nei musei civici della città. Le radici della cittadina lecchese risalgono, infatti, all’Età del Ferro ed in particolare a quel villaggio della Cultura di Golasecca nei pressi della Rocca di Chiuso.

La prima popolazione degna di nota che ha popolato il territorio è quella dei Celti golasecchiani. Sono, invece, poche le testimonianze archeologiche di popolazioni durante l’Età Romana. Il primo periodo di notevole splendore arriva con il medioevo, quando l’area viene caratterizzata per la sua importanza militare e, per via della sua posizione cruciale rispetto alle città d’oltralpe, spesso diviene luogo di guerra e di battaglia.

In questo periodo, con il nome di Lecco non si indica un comune in particolare ma tutta l’area tra il lago e la Valsassina.

Basilica-di-san-Nicolo-lecco
Una vista dal lago della Basilica di San Nicolò

Nel 1117 la città partecipò a fianco di Milano ad una guerra durata 10 anni, che vide la distruzione di Como oltre al riconoscimento di alcuni diritti alla città di Lecco che alla fine del 1200 si autoproclamò libero comune.

Diverse altre dominazioni e vicende da allora si sono succedute fino ad arrivare alla seconda guerra mondiale, eventi che hanno reso la città di Lecco l’incantevole culla culturale che oggi possiamo visitare.

Cosa vedere a Lecco

Lecco è una città lombarda che alla stregua delle altre saprà sorprendervi per la numerosa presenza di punti di interesse di notevole valore artistico, storico e religioso, oltre che per la presenza di diverse strutture museali.

In quest’ultima categoria rientrano il Palazzo Belgiojoso, che ospita all’interno le sedi del Museo di Storia Naturale, del Museo Archeologico e del Planetario Civico, oltre che del Museo di storia che deve ancora essere completato, il Palazzo delle Paure con alcune esposizioni temporanee, la collezione permanente d’Arte Contemporanea proveniente dalla Villa Manzoni e la sezione di Grafica e Fotografia, oltre al Polo Culturale dell’Alpinismo, e la già citata Villa Manzoni, che mantiene l’originale assetto di casa-museo. Al suo interno, inoltre, vi trovano spazio anche la Galleria Comunale d’Arte, la Fototeca, la Biblioteca e la Sezione Separata d’Archivio.

Villa-Manzoni
Targa sulla Villa Manzoni

Fra i luoghi di culto vi ricordiamo la Basilica di San Nicolò, nota anche come Basilica romana minore prepositurale di San Nicolò dedicato al santo patrono dei naviganti, con il suo alto campanile, oppure la chiesa di Fra Cristoforo ed il Santuario della Madonna del Bosco.

Fra le altre cose potrete trascorrere una piacevole giornata percorrendo l’interessante Itinerario Manzoniano, raggiungendo le rive dell’Adda, attraversando il Ponte Azzone Visconti e tanto altro ancora.

ponte-azzone-visconti-lecco
Il ponte Azzone Visconti a Lecco

Cosa mangiare a Lecco e provincia

La cultura enogastronomica di Lecco è abbastanza semplice ma nel contempo si riconosce per la ricercatezza dei suoi sapori. L’alimento principale che si trova nei menù locali è senza alcun dubbio il pesce del lago con un’abbondanza di coregoni, agoni, lavarelli, alborelle, cavedani, lucci, tinche e persici. Fra i piatti preparati con questa materia prima di elevata qualità ricordiamo i missoltini, che abbiamo già visto in altre occasioni (agoni essiccati ed arrostiti o conservati sotto aceto).

La polenta ovviamente non può mancare sulle tavole di Lecco, con tutte le sue numerose varianti, dalla polenta uncia alla taragna, alla polenta e patate, polenta e usei oppure ricotta di polenta.

Uno dei piatti tipici della tradizione è il riso bianco con pesce persico, un piatto unico molto gustoso così come lo squartone in salsa verde, un tipo di pesce con una salsa a base di basilico, aglio e pinoli, oppure gli scapinasc, cioè ravioli con ripieno di uvetta, amaretti e pan grattato.

Guida di Lecco
Il Salame della Brianza

Fra le carni non mancano certamente i capponi, famosi per essere stati dono di Renzo al dottor Azzeccagarbugli, preparati con prugne, castagne e uvetta, anche se sono molto ricercati gli ungulati come il capriolo ed il camoscio. La questione formaggi è davvero sorprendente, grazie alla vasta produzione di formaggio di vacca e di capra di alta qualità come il taleggio, la robiola, il quartirolo e la ricotta.

Anche i salumi trovano uno spazio dedicato con il famoso salame della Brianza. Ribadiamo, invece, la limitata ma di qualità esclusiva produzione d’olio extra vergine di oliva che vanta D.O.P. “Laghi Lombardi”.

Dove dormire a Lecco

Se avete intenzione di restare qualche giorno a Lecco, per visitare la città o per dedicare ad un approfondito itinerario manzoniano, avrete certamente l’esigenza di prenotare una camera in una delle tante strutture ricettive della città. In tal caso potreste rivolgervi all’Hotel NH Lecco Pontevecchio, una struttura ubicata a pochi passi dal centro storico e dalla stazione centrale. Attraversando il ponte, sarete immersi in un modo ricco di attrazioni, boutique e ristoranti.

Una valida alternativa è quella che potrete trovare all’Hotel Don Abbondio, un hotel che si trova in una posizione favorevole per chi vuole visitare la città con i suoi punti di interesse settecenteschi ed anche vivere indimenticabili esperienze sul Lago di Como. L’accoglienza e la cura dei dettagli sono i capisaldi della gestione di questa struttura.

Chiesa-dei-santi-Vitale-e-Valeria-Lecco
La chiesa dei Santi Vitale e Valeria a Lecco

Un’altra soluzione molto interessante è quella proposta dall’Hotel Alberi, una struttura molto rinomata sul territorio che gode di una posizione privilegiata dalla quale si può godere di una splendida vista panoramica, affacciandosi sui giardini del lungolago della città. Si pone come valido punto di partenza per le visite sul Lago di Como, Varenna e Bellano.

Infine desideriamo consigliarvi anche il Bed & Breakfast Alla Bonacina, dotato anche di piscina e solarium, oltre ad essere immerso in un bosco di olivi. Punto ideale per le escursioni nei parchi regionali delle Grigne e del Monte Barro o per partecipare alle degustazioni di formaggi locali, olio d’oliva e tartufo.

Contatti

Hotel NH Lecco Pontevecchio (4 Stelle)

Telefono: +39 0341 238000
Indirizzo: Via A. Visconti, 84 – 23900 Lecco
Sito Web: http://www.nh-hotels.it
Email: nhpontevecchio@nh-hotels.com

Hotel Don Abbondio (3 Stelle)

Telefono: +39 0341.366315
Indirizzo: Piazza Era, 10 – 23900 – Lecco – Italy
Sito Web: http://www.donabbondio.com/
Email: info@donabbondio.com

Hotel Alberi (3 Stelle)

Telefono: +39.0341.35.09.92
Indirizzo: Via Lungo Lario Isonzo 4 – 23900 – Lecco
Sito Web: http://www.hotelalberi.it/
Email: info@hotelalberi.it

Alla Bonacina Bed & Breakfast

Telefono: 0341-494355
Indirizzo: Via S.Egidio, 1 – 23900 LECCO “Rione Bonacina”
Sito Web: http://www.allabonacina.it/
Email: info@allabonacina.it