La città di Messina, in Sicilia, è la più visitata dell’isola insieme a Palermo e Catania. Essa sorge sulla punta nord orientale dell’isola ed è conosciuta per lo Stretto che ne eredita il nome. Questa splendida città siciliana non distante da Taormina, Milazzo e le perle del Mar Tirreno, le Isole Eolie, nasce con il nome “Zancle” dopo esser stata fondata nel 756 a.C. dai coloni Greci; successivamente ai Greci subentreranno i Romani alla conquista di Messina seguiti dai Bizantini, dagli Arabi e dai Normanni. Ma è con l’egemonia Sveva, Aragonese ed Angioina che “Zancle” viene battezzata capitale del Regno di Sicilia.

guida-di-messina
Messina, inondata di luci ed abbracciata dal morbido manto notturno

Cosa vedere a Messina e provincia

Duomo di Messina

Il Duomo di Messina è situato nel cuore di Piazza Duomo a Messina da cui si possono mirare sia la splendida facciata e l’imponente campanile. Le origini del Duomo di Messina risalgono all’epoca normanna quando Ruggero I di Sicilia decise di farlo ricostruire dopo che venne distrutto da un incendio terribile nel 1154. Nel 1500 il Duomo venne nuovamente ricostruito. La sua facciata presenta marmi di colori differenti, un rosone e tre monofore in stile gotico. All’interno è divisa in tre navate.

Le tre navate presentano due file composte da 13 colonne che le dividono e sorreggono archi a sesto acuto. Sempre all’interno del Duomo di Messina è possibile ammirare un grandioso organo ed il tesoro che custodisce oggetti di valore e prestigio. Il Duomo di Messina è dedicato alla Madonna della Lettera.

duomo-di-messina-guida-di-messina
Lo splendido Duomo di Messina, in stile gotico. barocco e neogotico

Giardini Naxos

Giardini Naxos è una cittadella situata a sud Messina. I primi a solcarne il territorio furono i Greci già nel VIII secolo a.C.. Giardini Naxos è conosciuta principalmente per la rara bellezza paesaggistica e panoramica che offre. Inizialmente legata a Taormina, ne ottenne l’indipendenza nel 1847 e da quel momento in poi si svilupparono agricoltura, pesca ed artigianato.

Parco fluviale dell’Alcantara

Il Parco dell’Alcantara è un parco regionale siciliano la cui sede è sita a Francavilla di Sicilia. Il Parco è attraversato dal fiume Alcantara da cui eredita il nome, un fiume dalle acque perenni e freddissime. Il territorio del parco è stato plasmato ed originato proprio dall’incessante scorrere del fiume. Di notevole bellezza sono le cascate ed i laghetti nei quali ci si imbatte all’interno. Le Gole dell’Alcantara invece sono spettacolari in termini estetici, raggiungono i 25 metri d’altezza e dotate di pareti figlie di una colata di lava basaltica.

parco-alcantara-guida-messina
Il Parco fluviale dell’Alcantara, una meraviglia naturale

Chiesa di San Francesco d’Assisi

L’inizio dei lavori della Chiesa di San Francesco d’Assisi risale al 1254. Si tratta una chiesa monumentale tanto che le sue dimensioni la rendono seconda solo al Duomo di Messina. Il Duomo di San Francesco d’Assisi venne edificato onorando San Francesco dopo 28 anni dalla sua morte su volontà di frati e nobili della città. Nel 1908 ci fu un violento e terribile terremoto che ne comportò la totale distruzione solamente le absidi non andarono demolite. Nel Tempio albergano le tombe di Federico VII d’Aragona e della madre Elisabetta.

Chiesa di San Francesco d'Assisi
L’interno della Chiesa di San Francesco D’Assisi a Messina

Sacrario di Cristo Re

Il Sacrario di Cristo Re possiede una superficie di 600mq ed è posizionato su un’altura dalla quale la vista è mozzafiato. Fu progettato nel 1937 da Giovan Battista Milani. In questo Castello albergarono per un periodo più o meno dilatato nel tempo personaggi illustri come Riccardo Cuor di Leone nel 1190 e fu anche sede del Senato di Messina. Il Tempio ha forma ottagonale ed è soverchiato da una cupola su cui è eretto un lanternino di 6 metri di altezza all’acme del quale si trova una sfera sulla cui sommità svetta una croce.

sacrario-di-cristo-re-guida-di-messina
Lo splendido Sacrario di Cristo Re, dalla vista spettacolare e suggestiva

Stretto di Messina

Lo Stretto di Messina era in antichità denominato Stretto di Scilla e Cariddi (i due mostri della Mitologia Greca) ed è lo Stretto che permette il collegamento tra il Mar Tirreno ed il Mar Ionio e separando le due città di Messina e Reggio Calabria, separa la Sicilia dalla Calabria. Lo Stretto di Messina è caratterizzato da correnti particolarmente complesse e dalle acque più fredde rispetto ai mari adiacenti in virtù del gioco, a volte di contrasto, messo in atto dalle correnti stesse.

stretto-di-messina-guida-di-messina
Il suggestivo Stretto di Messina, tra Miti e leggende

Taormina

Taormina è un piccolo gioiello situato a sud della città di Messina ed è meta ogni anno durante il periodo estivo di numerosi turisti a livello nazionale ed internazionale. La massima affluenza di visitatori è figlia non solo della sua posizione strategica che la rende un dipinto collocato tra monti e mari, ma anche del suo micro clima, caratterizzato da mitezza dolce perfino durante i mesi più freddi dell’anno.

Taormina prende vita originariamente come paese di villici e pescatori per poi evolversi in città abitata da borghesi facoltosi e costruttori. Nel secondo dopo guerra Taormina fu teatro di grandi nascite strutturali; vennero infatti edificati alberghi frequentati da illustri personaggi della politica, del cinema e letterati. Fu così che venne partorita e resa adulta la Taormina d’élite che nel tempo però un po’ si perse. Oggi Taormina è riuscita a tornare ad essere splendente come un tempo e continua ad essere una delle mete più eleganti e di classe della Sicilia.

taormina
Il Teatro Greco di Taormina

Panarea

Panarea è l’isola siciliana appartenente alla numerosa famiglia delle Isole Eolie. Si tratta della minore delle “sette sorelle siciliane“; oggi questo diamante del Tirreno è visibile solo una parte della superficie in quanto l’altra parte si è inabissata a seguito di un violento sisma. Panarea è meta di un copioso flusso di persone ogni anno durante il periodo estivo sia a livello nazionale che internazionale grazie alla sua florida e lussureggiante vegetazione, allo splendido mare, al panorama unico che offre, alla libertà che si respira e al silenzio che impera dovuto all’assenza di macchine.

panrea-guida-di-messina
La regina delle Isole Eolie, Panarea, nella sua conturbante bellezza

Vara di Messina

La Vara di Messina (Vara significa bara) è una festa cattolica messinese che si celebra il 15 agosto di ogni anno ed alla quale i cittadini messinesi sono particolarmente legati e devoti anche, a volte, ai limiti del parossismo. Tale evento consiste nel trasporto da parte di due gruppi di persone vestiti con una maglia di colore blu (in onore della Madonna) della Vara contenente le spoglie della Vergine. La processione della Vara inizia in Via Garibaldi e termina in Piazza Duomo.