La chiesa di Santa Maria Maggiore, che sorge in pieno centro storico a Trento, è uno dei principali luoghi di culto della città e tra il 1545 e il 1563 ospitò la terza sessione del Concilio di Trento. Accertamenti più accurati sulla storia dell’edificio sono stati fatti solamente di recente quando, in occasione dei restauri e delle indagini archeologiche svolte tra il 1974-1978 e il 2007-2009, sono state raccolte maggiori informazioni sulla chiesa costruita dall’architetto Antonio Medaglia -maestro della corporazione comacina- per volontà del principe vescovo Bernardo Clesio.

Cenni storici

Al contrario di quanto si è pensato per un lungo periodo di tempo, la costruzione della prima chiesa non risale agli anni tra la fine del IV e l’inizio del V secolo, bensì al periodo compreso tra la seconda metà del V secolo e la prima metà del VI secolo. Prima della costruzione dell’edificio ecclesiastico, pare che il luogo in cui ancora oggi sorge la chiesa di Santa Maria Maggiore fosse occupato da un grande complesso termale d’epoca romana. Nel periodo altomedievale -quindi tra la fine dell’VIII e l’inizio del IX secolo- la prima chiesa venne ristrutturata e le furono aggiunti diversi elementi, tra cui un decoratissimo apparato liturgico in pietra dotato di presbiterio recintato e ciborio (il baldacchino che sovrastava l’altare maggiore).

Tra il X e l’XI secolo, però, l’intero edificio fu distrutto e i materiali riutilizzati per la costruzione di una nuova chiesa, più piccola della precedente ma dotata di un’abside centrale affiancata da due absidiole laterali. Anche questa costruzione, però, venne poi sostituita da una nuova chiesa caratterizzata da una struttura completamente simmetrica a pianta a due navate terminanti con due absidi; i resti di alcuni degli affreschi che decoravano questa “terza” chiesa sono ancora oggi visibili all’interno della chiesa di Santa Maria Maggiore.

Trecento anni dopo, nel 1520, il principe vescovo Bernardo Clesio ordinò i lavori di costruzione della chiesa che possiamo vedere oggi: da quel momento le modifiche apportate all’edificio sono state poche, e l’attuale chiesa di Santa Maria Maggiore –consacrata l’ultima volta nel 2012, dopo la fine dei lavori di scavo e di ristrutturazione che l’hanno interessata- è la chiesa Cinquecentesca voluta da Bernardo Clesio.

Chiesa di Santa Maria Maggiore a Trento
La Chiesa di Santa Maria Maggiore a Trento

Descrizione

All’esterno, la chiesa di Santa Maria Maggiore si presenta come un’imponente costruzione in pietra bianca e rossa a cui si accede attraverso il portale posto sulla facciata e sormontato da un arco in stile rinascimentale; la lunetta posta sopra il portale d’ingresso raffigura l’Annunciazione a Maria, mentre al di sopra del protiro del portale si apre un elegante rosone.

All’interno della chiesa, un’unica navata si apre sulle cappelle laterali dotate di splendidi altari di marmo in perfetto stile barocco. Una serie di pale e un sarcofago barocco che contiene le reliquie di San Clemente contribuiscono a decorare l’interno della chiesa di Santa Maria Maggiore, il soffitto della quale è dipinto con magnifici affreschi raffiguranti scene del Concilio di Trento e i protagonisti principali della Controriforma.

Altro elemento notevole è il coro posto all’interno del presbiterio, dove si trova anche l’organo a canne costruito nel 1928 riutilizzando la cassa dell’antico organo cinquecentesco che, in seguito ai gravi danni subiti durante la Seconda Guerra Mondiale, è stato ristrutturato ed ampliato. A completare la chiesa di Santa Maria Maggiore c’è infine la torre campanaria, che con i suoi 53 metri d’altezza è il campanile più alto della città e fu edificato in calcare bianco e decorato con due ordini di trifore romaniche ed una cupola poligonale.

Chiesa di Santa Maria Maggiore a Trento
Interni della Chiesa di Santa Maria Maggiore a Trento

Come arrivare

A piedi

Dalla stazione ferroviaria di Trento procedete in direzione sudovest su Via Dogana verso Piazza Dante, prendete Via Andrea Pozzo e continuate su Via delle Orfane. Svoltate quindi a destra in Via Camillo Benso Cavour e continuate sulla stessa fino a giungere in Vicolo delle Orsoline, dove si trova la chiesa di Santa Maria Maggiore di Trento. La chiesa dista solo 500 metri dalla stazione cittadina dei treni.

In autobus

Uscendo dalla stazione dei treni di Trento raggiungete la vicinissima Piazza Dante e da lì prendete uno degli autobus tra n°1-3-4-8-10-12-13 o la Linea A, che vi lasciano dopo una sola fermata a Rosmini Santa Maria Maggiore, a circa 100 metri dalla chiesa.

In auto

Dalla stazione ferroviaria di Trento procedete in direzione sudovest su Via Dogana verso Piazza Dante, prendete Via Andrea Pozzo e continuate su Via delle Orfane. Svoltate quindi a destra in Via Camillo Benso Cavour e continuate sulla stessa fino a giungere in Vicolo delle Orsoline, dove si trova la chiesa di Santa Maria Maggiore di Trento.

Chiesa di Santa Maria Maggiore a Trento
Un particolare della Chiesa di Santa Maria Maggiore a Trento

Orari e prezzi

La chiesa di Santa Maria Maggiore è visitabile tutti i giorni, h.8.00-12.00 la mattina e h.14.30-18.00 il pomeriggio. L’ingresso è libero.

Contatti

Telefono: 0461-230037
Indirizzo: Vicolo delle Orsoline, 1 – 38122 Trento