La chiesa dei Domenicani, circondata un tempo da un vastissimo spazio verde delimitato dal torrente Talvera e dal fiume Isarco, si trovava originariamente fuori dal nucleo urbano, mentre oggi sorge in Piazza Domenicani, costruita solamente negli anni trenta del ‘900 a due passi dal duomo e da Piazza Walther.

Cenni storici

La costruzione della prima chiesa dei Domenicani risale al 1272, ma già agli inizi del 1300 il primo edificio venne ricostruito e ampliato: vennero costruiti un’aula unica con soffitto ligneo, un presbiterio absidato coperto da volte a costoloni e un pontile a cinque arcate posto tra l’aula e il presbiterio, con funzione di divisorio. Sempre al XIV secolo risalgono le cappelle gentilizie e il complesso conventuale, in origine dotato di tre chiostri dei quali solo uno si è conservato fino ai giorni nostri.

Tra il 1458 e il 1468 la navata della chiesa dei Domenicani, prima ad aula unica, venne tripartita con la costruzione di volte gotiche sorrette da pilastri ottagonali, le quali vennero collocate anche nel chiostro; risalgono invece al periodo barocco le due cappelle laterali aggiunte sul lato orientale della chiesa – tra cui quella dei Mercanti, commissionata dal Magistrato Mercantile – e alla metà del XVIII secolo la copertura del coro gotico con affreschi e stucchi in stile rococò. I restauri più recenti dell’edificio risalgono al 1935 e agli anni del secondo dopoguerra, occasione in cui i lavori si resero necessari a causa dei danni subiti dalla chiesa durante i bombardamenti alleati.

chiesa-domenicani-bolzano-trentino
La Chiesa dei Domenicani illuminata

Descrizione

Al suo esterno, la chiesa dei Domenicani presenta una facciata molto semplice decorata esclusivamente da un rosone centrale posto sopra il portale d’ingresso; sul fianco sinistro, invece, è visibile quello che un tempo era l’arco d’accesso alla cappella trecentesca dei Botsch -demolita nel secolo scorso-, oggi murato.

Infine, nella zona del presbiterio si scorgono le strette e lunghe finestre ogivali tipiche dello stile gotico, simili a quelle che si aprono sul fianco sinistro della costruzione. All’interno, invece, tre navate sono separate una dall’altra da pilastri a base ottagonale e il presbiterio è in stile barocco, opera di rimaneggiamenti settecenteschi. Delle quattro cappelle originarie ne rimangono oggi solo due: la cappella dei Mercanti, ricostruita tra il 1971 e il 1972, e la cappella di San Giovanni, affrescata dagli allievi della scuola di Giotto.

chiesa-domenicani-bolzano-interno
I luminosi interni della Chiesa dei Domenicani

Come arrivare

A piedi

Dalla stazione ferroviaria di Bolzano procedete in direzione nord-est su Via Giuseppe Garibaldi, prendete Viale della Stazione sulla sinistra e proseguite su Piazza della Parrocchia; superata la piazza continuate su Via della Posta fino a raggiungere la chiesa dei Domenicani, nell’omonima piazza.

In auto

Da Via Giuseppe Garibaldi procedete su Piazza Giuseppe Verdi, svoltate a destra in Via dei Cappuccini e, dopo poco più di 250 metri, svoltate a sinistra in Piazza Domenicani, dove sorge la chiesa dei Domenicani.

Orari e prezzi

La chiesa dei Domenicani a Bolzano è visitabile nei giorni feriali dalle ore 9.30 alle 17.00 e nei giorni festivi dalle ore 12.00 alle 17.00. L’ingresso è gratuito.

Contatti

Tel.: 0471-982027
Indirizzo: Piazza Domenicani, 39100 Bolzano