Mosca è una metropoli dalle mille sfaccettature, e conserva in sé tutte le tracce di un passato tanto glorioso quanto travagliato. Con i suoi 12 milioni di abitanti (che diventano 16 milioni se integriamo nel conteggio anche coloro che vivono nell’area metropolitana della capitale) è la città più popolata di tutta Europa, e la seconda del vecchio continente per estensione territoriale.

Il modo più rapido ed economico per raggiungerla è certamente l’aereo, un mezzo che, dalla sua invenzione, ha letteralmente rivoluzionato il concetto di distanza, riducendo di fatto l’intero giro del globo ad un viaggio di poche ore. Ovviamente, una capitale tanto grande e gremita di persone possiede tutto il necessario in termini di trasporto aereo, tanto che all’interno del suo perimetro d’influenza si possono contare addirittura sei aeroporti. I voli per Mosca sono, infatti, molto frequenti e provengono da ogni parte dell’Europa e del mondo intero.

Un Airbus A330 dell'Aeroflot
Un Airbus A330 dell’Aeroflot, la principale compagnia aerea russa

Prima di andare a vedere quali sono le compagnie aeree che collegano l’Italia a Mosca, facciamo una rapida panoramica degli aeroporti che operano nella capitale della Federazione Russa, prendendo in esame in particolare i tre più grandi della città: il Mosca-Domodedovo, il Mosca-Seremt’evo ed il Mosca-Vnukovo.

L’aeroporto di Mosca-Domodedovo è il più grande di tutta la città, nonché l’aeroporto civile più trafficato dell’intera Russia. Possiede due piste attive, dotate di sistema PAPI, un sistema luminoso di avvicinamento che permette agli aeromobili di mantenere la corretta altitudine durante le fasi di discesa ed atterraggio. Sono ancora in corso dei lavori di ampliamento che dovrebbero portare, entro il 2015, alla costruzione di un’ulteriore Terminal.

L'aeroporto Mosca-Domodedovo
L’aeroporto Mosca-Domodedovo

L’aeroporto di Mosca-Seremt’evo è il secondo maggiore aeroporto della Russia, ovviamente dopo il Mosca-Domodedovo, ed è anche il secondo più trafficato con 29 milioni di passeggeri nel 2013 (contro i 30 milioni del Domodedovo). L’aeroporto possiede addirittura sei terminal, divisi fra loro nelle sezioni Nord (Terminal A, Terminal B e Terminal C) e Sud (Terminal D, Terminal E e Terminal F).

L'aeroporto Mosca-Seremt'evo
L’aeroporto Mosca-Seremt’evo

L’aeroporto di Mosca-Vnukovo è stato il primo aeroporto internazionale ad essere costruito in territorio sovietico, essendo stato approvato dal governo dell’URSS nel 1937, proprio due anni prima dell’inizio della seconda guerra mondiale. Questo aeroporto possiede inoltre uno dei Terminal VIP migliori al mondo, ed ha vinto il premio come miglior destinazione per i voli business in Europa nel 2010.

L'Aeroporto Mosca-Vnukovo
L’Aeroporto Mosca-Vnukovo

Il lavoro svolto da questi tre aeroporti consente di collegare la capitale russa al resto del mondo, offrendo soluzioni di volo ad ogni ora del giorno e della notte, tutti i giorni dell’anno e con un range di costi molto ampio. Si va infatti dai voli privati, in particolare il Mosca-Seremt’evo ha un Terminal (il Terminal A) dedicato esclusivamente ai voli business, fino a quelli low cost delle compagnie aeree che oggigiorno permettono di viaggiare per il mondo a prezzi praticamente stracciati.

Raggiungere Mosca, insomma, sulla carta è facilissimo. E’ sufficiente avere un po’ di denaro (ma davvero poco, se deciderete di affidarvi ad una compagnia aerea a basso costo) e del tempo da spendere per farvi una vacanza. Se contate di avere entrambe le cose, e state pensando di imbarcarvi alla volta della terra degli zar, allora potrete considerarvi già con un piede e mezzo in Russia.

Voli per Mosca dagli aeroporti italiani

Riportiamo in seguito un elenco (indicativo, non necessariamente esaustivo) degli aeroporti che collegano direttamente Mosca all’Italia, con le rispettive compagnie aeree che vi prestano servizio. Prendiamo quindi in esame solo i voli diretti lungo la tratta Italia-Mosca, fatto salvo per quegli aeroporti che non effettuano voli diretti per quella destinazione, in tal caso prenderemo in esame i voli con uno o due scali (nel qual caso essi saranno parenteticamente indicati accanto al nome della compagnia in questione).

In questi casi è sempre necessario sottolineare che tali informazioni potrebbero essere soggette a variazioni, sulla base degli accordi stretti dalle varie società aeroportuali e compagnie. Tanto più in tempi tribolati come questi per l’Europa dell’Est. Pertanto è cosa buona e giusta verificare di persona la disponibilità dei voli al momento della ricerca, prima di dare qualcosa per scontato.

Dall’aeroporto di Venezia Marco Polo

Compagnie: Alitalia, Transaero, Aeroflot

Dall’aeroporto di Milano Malpensa

Compagnie: Alitalia, Transaero, Aeroflot

Dall’aeroporto di Roma Fiumicino

Compagnie: Alitalia, Transaero, Aeroflot

Dall’aeroporto di Verona Valerio Catullo

Compagnie: Siberia Airlines, Meridiana

Dall’aeroporto di Rimini Miramare

Compagnie: Air Berlin (2 scali), British Airways (2 scali), Iberia (2 scali), Vueling (2 scali), Aeroflot (1 scalo)

Dall’aeroporto di Bologna Guglielmo Marconi

Compagnie: Aeroflot

Dall’aeroporto di Catania Fontanarossa

Compagnie: Alitalia, Air One

Dall’aeroporto di Napoli Capodichino

Compagnie: Alitalia, Air One

Dall’aeroporto di Pisa Galileo Galilei

Compagnie: Alitalia, Air One

Dall’aeroporto di Firenze Peretola

Compagnie: Lufthansa (1 scalo), KLM (1 scalo), Swiss International Airlines (1 scalo), Air France (1 scalo), Alitalia (1 scalo), Austrian Airlines (1 scalo)

Dall’aeroporto di Genova Cristoforo Colombo

Compagnie: Alitalia (1 scalo), Lufthansa (1 scalo), Air France (1 scalo), Turkish Airlines (1 scalo), KLM (1 scalo)

Come ultimo consiglio, è bene ricordarsi che il costo dei voli varia molto in base al periodo e, soprattutto, alla disponibilità dei voli nelle date prescelte. Per farla breve, un aereo con 50 posti vuoti tendenzialmente vi costerà meno di uno in cui rimane libero un solo sedile. Inutile andare a sbirciare di persona lungo le piste, alla ricerca del velivolo meno congestionato: questi fattori sono calcolati automaticamente mediante degli algoritmi talmente complicati che sarebbe controproducente rimanere qui ad addentrarsi nei meandri di calcoli astrusi, che campano peraltro su stime ipotetiche. Soprattutto perché si rischierebbe di fare solo tanta confusione.

Rimane quindi valida la massima secondo cui prenotare un volo dalle 7 alle 10 settimane prima della partenza è normalmente una buona abitudine, dal momento che è quello il periodo in cui si rischiano di trovare le offerte economicamente migliori.

Voli low cost per Mosca

Abbiamo visto insomma che spostarsi in volo è attualmente il modo più veloce e sicuro per raggiungere la propria meta. Ma dal punto di vista economico, i voli aerei sono stati per lungo tempo particolarmente costosi. Le compagnie di bandiera hanno infatti prezzi effettivamente piuttosto alti spesse volte, che precludono a priori la possibilità di spostarsi mediante un aeromobile. Quantomeno con le loro compagnie.

Dal 1971 infatti, con la nascita delle Southwest Airlines, è nato un nuovo modo di spostarsi in aereo, figlio di un’idea completamente rivoluzionaria: applicare una drastica riduzione dei costi, operata attraverso oculate ed attente strategie di risparmio, per dare la possibilità di comprare biglietti a pretti stracciati e mantenere comunque un buon margine di guadagno.

Un Boeing 737 della Southwest Airlines
Un Boeing 737 della Southwest Airlines

Sia chiaro comunque che i tagli in questione non toccano certo le spese di controllo e manutenzione degli aeromobili, poiché esistono dei rigidi protocolli di sicurezza comuni a tutte le compagnie aeree, a prescindere dalle loro tariffe. E chi viene scoperto a non rispettarli rischia grosso poiché, oltre ad infrangere la legge, mette anche a repentaglio la vita dei passeggeri.

Sfortunatamente a Mosca non operano vere e proprie compagnie aeree low cost, come easyJet o Ryanair; è tuttavia possibile riuscire a strappare prezzi di favore a compagnie tradizionali, come ad esempio Alitalia, Aeroflot o Transaero, con una scelta oculata della data in cui partire, che deve ben integrarsi con l’attenta comparazione dei prezzi a seconda delle date disponibili per il viaggio. In questo modo magari non riuscirete a trovare un aereo a 30 euro come accade per altre destinazioni, ma riuscirete comunque a risparmiare un bel po’ di soldi, rispetto a chi acquista biglietti senza prestare attenzione a questi criteri di selezione.