Via Garibaldi è una delle strade principali del centro storico di Genova, ed è stata progettata da Bernardino Cantone. All’interno di questa via vi è un grande impatto visivo dato dai bellissimi palazzi presenti lungo il suo corso, inclusi i famosi Rolli, ovvero le case nobiliari destinate in passato alle alte cariche che dovevano pernottare nella città di Genova, progettate queste dall’architetto Galeazzo Alessi.

L’unione di alcuni di questi dà vita oggi ai Musei di Strada Nuova, composti da Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi. Il percorso di questa strada è completamente rettilineo e si estende per circa 250 metri, per una larghezza di 7,5 metri; dal 2006, Via Garibaldi, assieme ai musei, dunque ai Rolli, è stata inserita fra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

L'unione di alcuni di questi dà vita oggi ai Musei di Strada Nuova, composti da Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi.
Musei di Strada Nuova: Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi

Cenni storici

I lavori di Via Garibaldi iniziarono nella seconda metà del XVI secolo, conosciuto da molti come il secolo dei Genovesi data la grande maturazione della città in campo di conquiste ed espansione. La principale motivazione di questo progetto derivava dalla necessità di avvicinare l’aristocrazia locale in modo più massiccio al mare, creando per questo motivo una sorta di via di collegamento. Il lavoro della via e l’edificazione dalla maggior parte degli edifici durò per circa quarant’anni e, dunque, i lavori finirono nel 1588.

Il primo nome che venne dato alla via fu Strada Maggiore ma fu presto cambiato in Strada Nuova e rimase l’arteria principale e più famosa della città, simbolo di una grande espansione della Repubblica Marinara e della sua potenza che esercitava sulla parte di Mediterraneo che controllava. L’istituzione dei Musei di Strada Nuova, invece, risale al 2004; si decise di collegare tre palazzi che erano proprietà del comune, ovvero Palazzo Rosso con Palazzo Bianco e con Palazzo Tursi. Questi erano già palazzi con musei indipendenti alla fine dell’ottocento, ma quest’unione  avrebbe creato un luogo di riferimento per la pubblicità nei confronti di tutti gli altri Rolli.

Struttura della via e dei Musei di Strada Nuova

Via Garibaldi

Un’antica planimetria di Via Garibaldi fu realizzata dal celebre artista Rubens, tuttavia la via è circondata da grandiosi edifici storici. Partendo da Piazza Fontane Marose, in direzione di Piazza Meridiana, troviamo: Palazzo Pallavicini Cambiaso, Palazzo Pantaleo Spinola, Palazzo Lecari Parodi, Palazzo Angelo Giovanni Spinola, Palazzo Doria, Palazzo Podestà, Palazzo Cattaneo Adorno, Palazzo Doria Tursi, Palazzo Campanella e delle Torrette, Palazzo Rosso ed infine Palazzo Bianco.

Il primo nome che venne dato alla via fu Strada Maggiore ma fu presto cambiato in Strada Nuova e rimase l'arteria principale e più famosa della città
Palazzo Rosso: uno dei palazzi della Strada Nuova

Musei di Strada Nuova

Il percorso del museo inizia all’interno del Palazzo Rosso con un’ampia collezione di quadri, tutti del periodo fra il XV ed il XIX secolo, seguendo poi una esposizione di arredamenti risalenti al periodo dal XVIII secolo al XX secolo. Infine vi è una grandiosa terrazza per ammirare Genova a 360°. Si prosegue con l’interno di Palazzo Bianco dove troviamo una ricchissima collezione di opere artistiche della Genova del XV secolo in poi, con artisti italiani, fiamminghi e spagnoli. Si prosegue infine attraverso un magnifico giardino pensile che porta a Palazzo Tursi dove vi è una grande collezione di statue e ceramiche che culminano nell’opera di Canova, conosciuta come “Maddalena Penitente”.

Si prosegue con l'interno di Palazzo Bianco dove troviamo una ricchissima collezione di opere artistiche della Genova del XV secolo in poi, con artisti italiani, fiamminghi e spagnoli.
La facciata principale di Palazzo Bianco, nella Strada Nuova

Come arrivare

La via è chiusa al traffico; se si arriva dalla stazione di Genova Brignole, si consiglia di prendere l’autobus 18 o il 18/ e scendere in piazza Portello, entrare nella via attraverso via Lurago. Se si arriva dalla stazione di Genova Piazza Principe, invece, prendere il 34 e scendere in piazza Fontane Marose e Via Garibaldi vi si apre davanti.

Orari e prezzi per visitare i Musei di Strada Nuova

Orari: i Musei di Strada Nuova sono aperti da martedì a venerdì dalle 9:00 alle 19:00, mentre il sabato e la domenica dalle 10:00 alle 19:00.

Prezzi: il prezzo del biglietto intero è di 8,00 €, ridotto 6,00 €; l’ingresso è gratuito per i minori di 18 anni in possesso della Card Musei di Genova.

Contatti

Comune di Genova – Area Servizi Direzione Cultura e Turismo

Telefono: 010 5574703 – 4712 – 4700
Indirizzo: Largo Pertini, 4 – 16123 Genova
Web: www.museidigenova.it/
Email: webmastermusei@comune.genova.it