Nel nord della Basilicata, in provincia di Potenza, Venosa è uno dei borghi più belli d’Italia, luogo ameno dove si incontrano natura, storia, arte e cultura. Città d’arte per eccellenza, ha dato i natali a molti personaggi illustri tra i quali spicca il nome di Quinto Orazio Flacco al quale ogni anno è dedicato il Certamen Horatianum, gara di traduzione dal latino e commento di una delle opere del letterato. Fondata dai Pelasgi, divenne colonia romana e poi subì diverse dominazioni: longobardi, saraceni, normanni, bizantini, aragonesi e borboni.

venosa-panorama
Un panorama di Venosa

Cosa vedere a Venosa

Sono tanti i monumenti da visitare a Venosa, primo fra tutti il Castello Aragonese, costruito nel 1470 a scopo difensivo: oggi una parte di esso è stato adibito a Museo Nazionale Archeologico. Poco fuori dal centro città c’è poi il Parco Archeologico: qui potete vedere le Terme, le Domus e l’Anfiteatro. Le prime risalgono ad un’epoca a metà tra l’età augustea e l’età Giulio-Claudia; le due domus si datano invece intorno al II secolo a.C. mentre l’Anfiteatro è stato costruito nel I secolo d.C. con modifiche apportate un secolo dopo.

castello-venosa
Il Castello Aragonese di Venosa

Uno dei monumenti più importanti di Venosa e in generale di tutta la Basilicata è però la Santissima Trinità, un complesso storico dichiarato monumento nazionale nel 1897. È composto dalla Chiesa Antica costruita sui resti di una domus romana, dal Palazzo Abbaziale, dall’Incompiuta (una chiesa la cui edificazione non è mai terminata) e dal Battistero Paleocristiano. Una volta a Venosa non potete, infine, perdere la casa di Orazio dove lo scrittore è nato.

incompiuta
La Chiesa Incompiuta nel complesso monumentale della Santissima Trinità

Come arrivare a Venosa

Per raggiungere Venosa in auto, dal litorale adriatico, percorrete l’autostrada Adriatica A14, uscite a Foggia, percorrete la S.S. 655 Bradanica, Foggia – Matera, e uscite allo svincolo Venosa sud.

Dal litorale tirrenico prendete, invece, l’autostrada del Sole A1, uscite allo svincolo di Caserta, immettetevi sulla A16 Napoli – Canosa e poi uscite a Candela; percorrete ora la S.S. 655 Foggia – Matera ed uscite a Venosa sud.

Se scegliete l’autobus ci sono molte compagnie che effettuano questa tratta (Marino, Moretti, Sita, Interpuglia Bus) mentre gli aeroporti più vicini sono quelli di Napoli e Bari.