Data e durata:
July 20171 giorno
Tipologia di vacanza:
On the road
Persone:
5
Costo totale:
200€
Mezzi di trasporto:
Aereo, Pullman, Nave

A Helsinki (Finlandia) per un giorno

Tutto è possibile! Oggi ci sono i cosiddetti “free walking tour” che stanno spopolando in tutta Europa e permettono ai più giovani che vogliono risparmiare e, perchè no, anche ai più grandi di godersi un tour di gruppo operato da ragazzi che si mettono a disposizione e ti fanno entrare nel core della città raccontandoti della storia, delle leggende metropolitane e delle particolarità, il costo? 0euro: è “free” per l’appunto.  Ma andiamo con calma.

Ad Helsinki ci si arriva tramite aerei o, come me, tramite nave da Tallin, il cui prezzo di un biglietto si aggira intorno ai 40 euro a tratta. Un po’ caruccia in effetti, ma ricordiamoci sempre che è una delle città che rientra nella classifica delle capitali più costose d’Europa. Una volta arrivata a destinazione, si riesce subito a percepire un aria di modernità, sembra a primo impatto priva di anima e di storia (il fatto è che noi siamo abituati troppo bene a quello che abbiamo che quando andiamo fuori chissà che ci aspettiamo).

Kaartinkaupunki

Dopo quasi 30 min di cammino arriviamo finalemente in una delle piazze più imponenti della città: Senaatintori ( piazza del Senato), che è semplicemente wow!! La piazza di per sè è di media grandezza, ma basta guardare in alto e sopra tutta una scalinata su una collina si erge la cattedrale luterana della città di stile neoclassico di color bianco, così che quando la si guarda dal basso verso l’altro c’è un contrasto di colori con il cielo davvero unico.

Dopo aver visitato la cattedrale ci spostiamo per le varie tappe che vedrete elencate nelle relative immagini. E’ una città piccola ma piena di rispetto per la natura e per il prossimo, con un bassimo tasso di criminalità (anzi direi quasi inesistente) con una precisione dei tempi mezzi pubblici disarmante. Attenzione qui a non fare i furbi perchè non serve, tutto è messo a disposizioni di tutti, siate rispettosi sempre verso la cultura che vi ospita. 

Proseguendo fino al porto, invece, è possibile ammirare e visitare l’altra Cattedrale (Upensky). All’interno le decorazioni dorate sono favolose e il panorama da questo punto è veramente molto bello. Il porto si trova proprio accanto, e qui ogni giorno c’è il mercato di Kuappatori, dove è possibile acquistare souvenir, frutta e verdura, manufatti artigianali e gustare i piatti della tradizione.

Una cosa però la voglio svelare: sapete i cittadini di Helsinki quale piatto popolare hanno eletto come tipico proprio della città? Il pane! Ebbene si, questo proprio perchè è alla portata di tutti e quindi per una questione di uguaglianza, tutti lo possono mangiare. 

Katajanokka

Una giornata può essere spesa nella vista di Soumelinna, se si ha più tempo a disposizione. Si tratta di una fortezza appena al di fuori del porto di Helsinki. Ci sono numerosi battelli che ci arrivano e permettono uno sguardo completo sulla città e sul suo caratteristico skyline.

Si trova su un’isola aveva lo scopo di proteggere il porto e la città. Soumelinna è stata dichiarata qualche anno fa Patrimonio Unesco. Che dire! Vale davvero la pena di Helsiki , magari fate tappa a Tallin e una giornata andate e ritornate dalla Finlandia, anche perchè ricordatevi che di sera li è ancora giorno.

Cosa mi è piaciuto

la pulizia, il rispetto, la cultura, l’apertura di mente, la disponibilità delle persone, il sole a mezzanotte, la loro lingua (avete mai visto una parola in finlandese? sono lunghissime, andate a cercarlo!) parole utili : Hei! = ciao (per quando ci si vede) ; Hei Hei! = ciao (per quando ci si lascia) kyllä= si ei= no

Cosa non mi è piaciuto

come costo di vita è molto alta, stiamo parlando di una città più care sul panorama europeo. manca la storia, ma questo è un’opinione prettamente personale. A primo impatto le sensazioni possono essere variegate ed è comunque una città di stampo industriale per certi aspetti e forse questo urta un po’ con quello che ci si aspetterebbe.

Federica De Franco

I consigli di Federica De Franco

organizzarsi per bene, fare mille preventivi e partire senza pensarci. anche una piccola città come Helsinki può dare tanto a livello di esperienza. affidatevi al “Free walking tour” del posto che è davvero organizzato in maniera professionale. A mio avviso se si vuole fare un viaggio più rilassante, bastano 2-3 giorni massimo.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si