Sirolo è un comune situato nella provincia di Ancona, nella regione delle Marche, conosciuto con il soprannome di “Perla dell’Adriatico” per via delle sue innumerevoli bellezze paesaggistiche. Sirolo è parte della famosa Riviera del Conero, ed ha ricevuto ininterrottamente la Bandiera Blu dal 1994 ad oggi.

Le più antiche testimonianze della presenza di esseri umani a Sirolo possono essere fatte risalire a ritrovamenti antichissimi, databili addirittura 100.000 anni fa. Nel corso del neolitico la zona dove sorge oggi la città venne occupata da altre comunità, stanziatesi oltretutto anche nel Conero, e gli insediamenti umani perdurarono anche durante l’età del bronzo. A testimonianza di ciò, queste terre sono oggi disseminate di necropoli, ed a Sirolo è presente anche un percorso archeologico che penetra in quella che è la più grande necropoli picena di tutta la regione delle Marche.

All’interno di questa necropoli furono ritrovati, oltre a reperti di straordinario valore come quelli rinvenuti nella “Tomba della Regina”, oggetti risalenti alla cultura ellenica. I Greci colonizzarono infatti queste zone, dando al Conero il nome di Komaros, poi cambiato in Cumerium-corbezzolo dai romani.

Sirolo
Il comune di Sirolo, un sito storico di origini antichissime

Il castello di Sirolo venne eretto attorno all’anno 1000 come difesa cittadina viste le frequenti incursioni barbariche, e nel 1225 la dinastia dei Cortesi, i signorotti locali vendette Sirolo ad Ancona, per ottenere in cambio il titolo nobiliare. Nel 1465 la città entrò a far parte dello Stato della Chiesa.

Cosa vedere

Sirolo è situata alle pendici del Monte Conero e confina con l’Adriatico, gran parte del suo territorio è oltretutto parte integrante del Parco regionale del Conero. Sirolo riceve la Bandiera Blu ogni anno sin dal 1994 per la qualità delle sue acque e la gestione altamente ecosostenibile del territorio, ed è un comune 4 Vele di Legambiente nonché uno dei pochissimi in Italia a poter vantare la certificazione ambientale ISO 14001.

Monumenti e luoghi d’interesse

A Sirolo, sebbene l’ambito paesaggistico-naturale sia il punto forte della città, si trovano anche diversi edifici, perlopiù religiosi, di grande importanza storica. Tra i più famosi si possono citare la Badia di San Pietro sul Conero risalente al XI secolo, la chiesa parrocchiale di San Nicola datata 1765, edificata sui resti di un precedente luogo di culto eretto nel 1230, la chiesa del Santissimo Rosario costruita nel XVIII secolo e la chiesetta dedicata alla Madonna del 1536.

Anche il teatro comunale Cortesi (XIX secolo) merita di essere inserito nella lista delle costruzioni storiche più rappresentative del luogo, per via della sua pregevolissima fattura architettonica.

Sirolo
Una spettacolare visione del litorale adriatico visto dal Monte Conero

Spiagge di Sirolo

Il comune di Sirolo conta ben sette bellissime spiagge, ecco un rapido elenco di ognuna di esse, con una breve spiegazione delle relative caratteristiche principali:

Spiaggia Urbani: è la spiaggia più comoda, costituita da rocce e ghiaino, distante 300 metri dal centro cittadino;

Spiaggia San Michele: spiaggia di ciottoli e rocce, distante 500 metri dal centro, che s’innesta fin sotto il Conero stesso;

Costa dei Sassi Neri: prosecuzione naturale della spiaggia precedente, viene così chiamata per via degli scogli neri presenti lungo quel tratto di mare, ed è considerata la spiaggia naturalistica per eccellenza (non dotata di servizi d’alcun genere, onde preservare la natura del luogo);

Spiaggia delle Velare (o delle Due Sorelle): la spiaggia più rappresentativa di tutta la Riviera del Conero, costituita da ghiaia, sassi bianchi e speroni di roccia, premiata da un sondaggio nazionale come una delle dieci spiagge più belle di tutta Italia il 17 Luglio 2013 (non dotata di servizi d’alcun genere, onde preservare la natura del luogo);

Spiaggia dei Lavori: situata accanto alla Spiaggia delle Due Sorelle, è formata da ciottoli e massi levigati, non di rado risulta particolarmente ventosa;

Spiaggia dei Forni: piccola baia sabbiosa, particolarmente suggestiva;

Spiaggia dei Gabbiani: altra baia che presenta una spiaggia sabbiosa, analogamente a quella dei Forni;

Sirolo
La spiaggia delle due sorelle vista dall’alto, in tutta la sua bellezza incontaminata

Come arrivare a Sirolo

Per raggiungere Sirolo in automobile da Nord prendere l’A14 direzione Ancona, uscire ad Ancona Sud/Osimo ed immettersi nella SS 16 verso Pescara. Da lì attraversare Osimo Stazione, Coppo e continuare seguendo le indicazioni per Sirolo. Per arrivarci da Sud invece, sempre con l’A14 direzione Napoli uscire a Loreto/Porto Recanati, immettersi nella SS 16 direzione Porto Recanati ed attraversare Marcelli e Numana, seguendo poi le indicazioni per Sirolo.

Per arrivare a Sirolo in treno raggiungere la stazione ferroviaria di Ancona, e da lì sarà possibile raggiungere il paese tramite gli autobus della linea Reni.