Loreto è un comune della provincia di Ancona, situato nelle Marche, particolarmente famoso perché ospita la basilica della Santa Casa, un antico luogo di pellegrinaggio mariano annoverato tra i più importanti siti storici del mondo cattolico.

L’intera città di Loreto si è sviluppata attorno alla basilica della Santa Casa, il luogo che secondo la tradizione ospita la reliquia della Santa Casa di Nazaret, laddove Maria nacque e ricevette l’annuncio della nascita miracolosa di Gesù. Nel Maggio del 1291 Nazaret era, infatti, caduta sotto il dominio dei Turchi selgiuchidi, e secondo la leggenda alcuni angeli discesero dal Paradiso per portarla al sicuro, trasportandola dapprima nella città croata di Fiume, quindi ad Ancona, laddove sorge ora la chiesa di Santa Maria Liberatrice di Posatora. Quindi gli angeli e la casa traslocarono nuovamente, stavolta per stabilirsi nella località di Banderuola, vicino a Porto Recanati.

Da lì, sempre secondo la leggenda, si spostarono per l’ennesima volta giungendo sul Monte Prodo, poiché Banderuola era troppo vicina al mare, e per associazione alle incursioni turche. Dacché tale luogo era proprietà di due conti, la casa venne sollevata ancora dagli angeli ed infine deposta al centro della strada che congiungeva Recanati al suo porto, dove sorse poi il paese di Loreto.

Loreto
La basilica della Santa Casa di Loreto

Dal punto di vista storico ufficiale invece, venne attestata sì la provenienza palestinese della casa, ma la sua traslazione è ancora oggetto di dibattiti. Secondo una versione ufficiosa viene attribuita all’opera di una nobile famiglia bizantina discendente degli imperatori di Costantinopoli, che si preoccupò di asportarne le mura per portarle in Italia, in modo da salvarle dalle devastazioni musulmane.

Questa storia è rimasta una teoria poiché i documenti che potrebbero confermarla, conservati negli archivi vaticani agli inizi del XX secolo, non sono mai stati rinvenuti fino ad ora. L’unico documento ufficiale che attesta la veridicità di questa versione è la copia di un codice diplomatico conservata nella Biblioteca Pubblica Statale dell’Abbazia di Montevergine di Avellino, giudicato però molto poco attendibile.

Un’altra versione vede invece il vescovo Salvo di Recanati, vicario di Papa Celestino V, come organizzatore del trasporto, che sarebbe  avvenuto attorno al 1296. Questa è ritenuta ad oggi la teoria più credibile, sebbene ve ne siano di ulteriori, sempre più o meno fantasiose.

Loreto
Il santuario della basilica di Loreto

Cosa vedere

A Loreto sono presenti diversi luoghi di interesse, la maggior parte dei quali legati inscindibilmente alla leggenda della Santa Casa e della sua migrazione da Nazaret alla basilica.

Luoghi di culto

L’edificio più importante in assoluto della città è la basilica della Santa Casa, o Santuario della Santa Casa. La costruzione della basilica iniziò nel 1468 e terminò nel XVII secolo, e vi lavorarono i migliori architetti delle diverse epoche, da Baccio Pontelli a Bramante, ad Andrea Sansovino, Giuliano da Sangallo e Antonio da Sangallo il Giovane. Al suo interno sono custodite per l’appunto le reliquie di quella che, secondo la tradizione cattolica, fu la casa in cui visse Gesù. Questa chiesa è sempre stata, dalla sua fondazione fino ad oggi, uno dei santuari mariani più visitati di tutto il mondo.

Vicino alla basilica sorge anche il Palazzo Apostolico, progettato da Giancristoforo Romano e costruito sempre da Andrea Sansovino, Antonio da Sangallo e Giovanni Boccalini.

Loreto
Vista notturna del santuario della basilica di Loreto

Edifici storici, monumenti ed architetture militari

Tra i monumenti più importanti di Loreto si possono citare la Fontana Maggiore, opera barocca di Carlo Maderno e Giovanni Fontana risalente al XVII secolo ed il monumento a Papa Sisto V, opera del XVI secolo di Antonio Calcagni e Tiburzio Vergelli. Questi monumenti, così come la basilica ed il Palazzo Apostolico sorgono in Piazza della Madonna, la piazza più importante di tutta Loreto.

Tra le architetture civili degne di nota si possono elencare il rinascimentale Palazzo della Provincia, il Palazzo del Comune e l’Acquedotto degli archi. L’intera città è inoltre circondata dalla cinta muraria eretta nel XIV secolo e potenziata successivamente nel XVI. In Piazza dei Galli è situata la famosa Porta Romana, mentre particolarmente importante sono anche la Scuola Lingue Estere Aeronautica Militare di Loreto, ed il Museo storico aeronautico.

Come arrivare a Loreto

Per arrivare a Loreto in automobile, dall’A14 (direzione Ancona da Nord e direzione Napoli da Sud) uscire a Loreto/Porto Recanati, immettersi nella SP 77 direzione Castelfidardo/Loreto e seguire le indicazioni.

Per arrivare a Loreto dalla stazione di Ancona è sufficiente prendere un treno regionale, il costo del biglietto è di 2,40 euro e la durata del tragitto è di circa 20 minuti.