San Teodoro è un comune di quasi 5.000 abitanti della provincia di Sassari, in Sardegna, geograficamente situato nella regione della Gallura, alle pendici orientali del Monte Nieddu. Si tratta di una delle più importanti mete turistiche della Sardegna, grazie alle sue meravigliose spiagge, che attirano ogni anno migliaia di turisti da tutta Europa.

Cosa vedere a San Teodoro

Oltre alle sue spiagge, a San Teodoro, un comune di circa 107 chilometri quadri di estensione, troverete anche qualche attrattiva di tipo culturale, dal grande valore storico, come la Chiesa di San Teodoro, la bella Chiesa di Sant’Antonio da Padova, o la storica Chiesa di Sant’Andrea.

Una delle sale Museo delle Civiltà del Mare
Una delle sale Museo delle Civiltà del Mare

Molto importante è soprattutto il Museo delle civiltà del Mare, unico polo museale della località sarda. Il museo nasce da un’idea dell’ICIMAR – Istituto delle civiltà del Mare, nel 1989, col desiderio di raccogliere reperti archeologici e memorie storiche del territorio, con la scelta del comune di San Teodoro che avvenne ufficialmente nel 1995, in zona Niuloni, nei pressi dell’area portuale.

Oggi il complesso museale occupa una superficie di circa 1.300 metri quadri, strutturato in tre corpi esagonali. Lo spazio museale è diviso in zone, secondo una successione cronologica: dall’Età Punica all’Età Romana Repubblicana; dalla prima Età Imperiale alla Media Età Imperiale e dal Tardo Antico al Medioevo. Parte del materiale esposto, tutto di grande pregio storico, proviene dal relitto della nave romana di Baia Salinédda (III sec. d.C. circa), il vero fiore all’occhiello del museo.

Il mare di San Teodoro, nel cui territorio troverete ben 37 chilometri di litorale
Il mare di San Teodoro, nel cui territorio troverete ben 37 chilometri di litorale

Ma la vera grande attrattiva di San Teodoro, impossibile negarlo, sono le sue meravigliose spiagge ‘caraibiche’. Sembrano davvero spiagge che appartengono ad un altro continente, vista la sabbia finissima, le acque del mare limpide, cristalline e di color turchese. Insomma: un vero e proprio paradiso in terra!

Le spiagge di San Teodoro coprono ben 37 chilometri di litorale, ognuna delle quali è facilmente raggiungibile in automobile ed è adatta anche alle famiglie con bambini a carico. Si tratta in tutti i casi di spiagge libere, tre delle quali (la Cinta, Cala d’Ambra e S’Isuledda) anche molto vicine al centro della città.

La Cinta, la spiaggia più famosa e suggestiva di San Teodoro
La Cinta, la spiaggia più famosa e suggestiva di San Teodoro

La spiaggia più famosa di San Teodoro è senza ombra di dubbio La Cinta, ed è la prima meta che ci sentiamo di consigliarmi quando vorrete visitare questa splendida località. Sabbia bianchissima, acque turchesi e profumi di ginepro, giglio marino ed elicriso, che fioriscono sulle piccole dune della spiaggia, sono parte della magnifica esperienza che proverete una volta giunti qui!

Un’altra delle spiagge più belle di San Teodoro è la spiaggia di Cala Brandinchi, che è situata nella zona di Capo Coda Cavallo, più precisamente a quasi un chilometro a sud, raggiungibile da quest’ultima spiaggia dopo aver percorso un chilometro e mezzo di strada serrata. Molto suggestive le acque di questa spiaggia, che vanno dal blu intenso al turchese chiaro, con un fondale molto basso (e per questo adatto anche ai più piccoli); sabbia chiara, piccole dune a mo’ di deserto, e due pinete attorno ad essa, con numerose strutture ricettive e di ristoro per i turisti. Insomma: tutto perfetto!

La paradisiaca spiaggia di Capo Coda Cavallo
La paradisiaca spiaggia di Capo Coda Cavallo

Altra spiaggia importante è la già citata Capo Coda Cavallo. Si tratta, a differenza della spiaggia precedente, di una spiaggia priva di qualsiasi tipo di servizio. Una spiaggia selvaggia, incontaminata, e dalla quale si può godere di una vista impareggiabile sulle splendide isole di Tavolara e di Molara. Anche su questa spiaggia, troverete una sabbia chiara e finissima, con delle acque color turchese placide e cristalline.

Un po’ più piccola, ma non per questo meno suggestiva (anzi: questo potrebbe anche essere un punto a suo favore!) è invece la Spiaggia dell’Isuledda. In questa spiaggia, per così dire, sono concentrate tutte le principali caratteristiche delle spiagge di San Teodoro: sabbia finissima e dai colori chiari, acque con delle suggestive sfumature tra il turchese e il blu oceano, fondali bassi e limpidi. Molto suggestiva è la fittissima vegetazione di macchia mediterranea che circonda questa spiaggia, dove si respira l’aria e si ammirano i colori gialli della ginestra ed il vermiglio dei corbezzoli, che si trovano numerosi nella zona.

Altro paesaggio mozzafiata, con la spiagge
Altro paesaggio mozzafiata, con la Spiaggia dell’Impostu

Meno famosa ma non per questo meno frequentata è la Spiaggia dell’Impostu, dalle medie dimensioni e con una sabbia dorata che risplende con il caldo sole della Sardegna, durante i mesi estivi. L’arenile è composto di una sabbia finissima, e di acque trasparenti che lasciano intravedere tutte le meraviglie dei bassi fondali; attorno ad essa, troverete una selva di oleandri e numerose piante di mimose, in un tratto del litorale più… incontaminato degli altri!

Molto suggestiva è senza dubbio la spiaggia Punta Molara, che ha la particolarità di possedere un arenile con la sabbia tipica di San Teodoro, ‘interrotta’ da tratti di scogliera, creando un paesaggio ibrido e meno statico rispetto alle spiagge descritte finora. Anche in questa spiaggia, però, oltre al contrasto tra roccia e sabbia, ammirerete anche il contrasto cromatico tra le sfumature dell’acqua e il verde della macchia mediterranea alle sue spalle. Le spiagge di San Teodoro sono moltissime: tra quelle che non abbiamo descritto, citiamo almeno Cala d’Ambra, Puntaldia, Baia Salinedda, Cala Suaraccia, La Pipara, Cala Girgolu.

Hotel a San Teodoro

San Teodoro è la principale meta della Gallura, una regione geografica situata nella parte orientale della Sardegna, nella provincia di Olbia-Tempio. Proprio per questo motivo, gli albergatori della zona si sono attrezzati, creando di fatto una struttura ricettiva pronta a ricevere anche i clienti più esigenti. In questo paragrafo, vi daremo qualche consiglio prezioso sugli hotel migliori di San Teodoro.

Il Due Lune Resort Golf & Spa
Il Due Lune Resort Golf & Spa

Il primo hotel che vi consigliamo è il 4 stelle Due Lune Resort Golf & Spa, situato ad appena 6 minuti a piedi dalla spiaggia. Oltre a delle impareggiabili viste sulla costa, questo albergo offre anche un campo da golf, numerose altre strutture e ricreative, un ristorante e bar a bordo piscina, un centro fitness e benessere. Le camere, tutte dotate di aria condizionata, dispongono di balcone o patio con vista sul mare o sui giardini dell’hotel, bagno privato, TV satellitare e minibar. Insomma: il top!

Un po’ più lontana dal mare (11 minuti) è il 3 stelle Hotel Il Viandante, albergo situato al centro di San Teodoro. Piscina all’aperto (riscaldata in primavera ed autunno), colazione a buffet, sconti prezzo vari bar e ristoranti nell’arco di 100 metri, connessione wifi gratuita in tutta la struttura sono alcuni dei servizi offerti. Le sistemazioni sono arredate in stile sardo, con tessuti e ceramiche realizzate dai migliori artigiani del luogo. Economico e ‘performante’: esame superato.

La struttura del Terra di Mare Resort
La struttura del Terra di Mare Resort & Spa

Torniamo ad un 4 stelle, il Terra di Mare Resort & Spa, a circa 18 minuti a piedi dalle spiagge di San Teodoro. L’albergo presenta una vasta scelta tra camere, suite e appartamenti (tutti con balcone o patio), e tutte le sistemazioni hanno un design contemporaneo e tutti i principali comfort, tra cui TV satellitare ed aria condizionata. Una piscina, un campo da tennis, un parco giochi e anche una sala conferenze completamente attrezzata sono i servizi offerti… consigliatissimo!

Clima e Meteo di San Teodoro

Il clima di San Teodoro è mite anche durante l’inverno, a causa della latitudine e della posizione geografica sul Mar Tirreno. Le precipitazioni sono minime, e si concentrano principalmente nei mesi di gennaio e di febbraio, mentre in estate le alte temperature sono mitigate dal maestrale, il vento proveniente da nord-ovest.