Situata nel centro storico di Verona, Piazza Bra (detta anche semplicemente ‘Bra’) è la piazza più grande della città. Su tutti e quattro i punti cardinali è presente un accesso principale alla piazza, originariamente un semplice slargo, che iniziò a tramutarsi in una piazza vera e propria solo con la conclusione dei lavori di edificazione del Palazzo degli Honorij, ad opera dell’architetto Michele Sanmicheli nella prima metà del Cinquecento: a nord via Mazzini, a sud Corso Porta Nuova, a est via Pallone e ad ovest via Roma.

Mentre via Mazzini rappresenta il collegamento tra Piazza Bra e il cuore della città (Piazza delle Erbe e Piazza dei Signori), Corso Porta Nuova parte dalla Porta Nuova (opera sempre di Michele Sanmicheli) e arriva fino ai portoni della Bra; via Roma porta invece a Castel Vecchio e via Pallone al ponte Aleardi e al cimitero monumentale.

L’edificio più importante che si affaccia su Piazza Bra è senza ombra di dubbio la splendida Arena di Verona, simbolo storico della città e meta principale per tutti i turisti che la visitano, nonché margine settentrionale della piazza. Costruito nel I secolo d.C., l’anfiteatro romano è stato eretto molto probabilmente a cavallo tra il regno di Augusto e quello di Tiberio (tra il 10 e il 20 d.C.), per essere completato entro il 30 d.C.. Sebbene parte dell’arena sia andata perduta nel corso dei secoli si è potuto stimare che la capienza dell’anfiteatro fosse originariamente di ben 30.000 persone.

Piazza Bra a Verona
L’Arena con Palazzo Barbieri sullo sfondo

Sul margine meridionale di Piazza Bra, i lavori per la costruzione della Gran Guardia iniziarono già nel 1607, su iniziativa del rettore di Verona Zuanne Mocenigo appoggiato dal benestare del doge Leonardo Donato. Per mancanza di fondi, però, l’edificio rimase incompleto per più di due secoli, mentre Verona passava dal dominio francese a quello austriaco.

Quasi completata nel 1848, la Gran Guardia venne invasa dai soldati austriaci durante la prima guerra d’indipendenza, per essere poi definitivamente terminata nel 1853 ed assumere l’aspetto che ha ancora oggi: un portico inferiore a tredici arcate sorregge quindici vetrate intervallate da doppie colonne in stile classico.

gran-guardia-verona
Il Palazzo della Gran Guardia in Piazza Bra

Nel luogo esatto in cui fino al 1819 sorgevano i due ospedali della Misericordia Nuova e della Misericordia Vecchia, dopo la demolizione di questi e della chiesa di Sant’Agnese venne dato il via libera alla costruzione di un nuovo imponente edificio in stile neoclassico per completare Piazza Bra: fu così che iniziarono i lavori per l’edificazione di Palazzo Barbieri, lavori che vennero terminati sicuramente dopo il 1843. L’edificio – che nel 1945 venne parzialmente distrutto da un bombardamento alleato – fu ricostruito quattro anni più tardi, mentre la costruzione della parte posteriore risale solamente al 1950. Chiamato anche ‘Gran Guardia Nuova‘ (visto l’utilizzo militare a cui anch’esso era destinato) nel 1848 diventò la sede dell’Imperial Regio Comando di Città e di Fortezza che, una ventina d’anni dopo, lasciò il posto agli uffici comunali.

Piazza Bra a Verona
Palazzo Barbieri a Verona

Il margine occidentale di Piazza Bra è invece costituito da una serie di palazzi posizionati lungo il Liston, il luogo delle passeggiate. Partendo dai Portoni di Bra si possono ammirare il settecentesco Palazzo Ottolini, Palazzo Guglienzi-Bronoglio – edificato nel Quattrocento in perfetto stile rinascimentale -, Palazzo Fracasso-Gianfilippi (anch’esso databile al XV secolo) e il cinquecentesco Palazzo degli Honorij.

Proseguendo sullo stesso lato si passa davanti alle case dei grandi signori di Verona: Faccioli, Cagnoli, Arrighi, Marastoni e Rubiani; l’ultima abitazione, edificata nel Cinquecento, è la sede odierna della Società Letteraria. Sulla destra dei portoni della Bra, in linea con i palazzi del Liston ma separato da questi da via Roma, si trova il grande fabbricato seicentesco sede dell’Accademia Filarmonica.

Piazza Bra a Verona
Palazzi sul Liston a Verona

In Piazza Bra si trovano, inoltre, numerose statue e targhe commemorative tra cui: il monumento equestre al re Vittorio Emanuele II, edificato dopo la sua morte, il monumento in onore dei caduti del VI Reggimento Alpini, posto sulla cinta muraria a lato della Gran Guardia, e diverse targhe e lapidi in memoria dei principali avvenimenti della storia recente di Verona.

Come arrivare

A piedi

Uscendo dalla stazione ferroviaria di Verona P.N. procedere in direzione est su Piazzale XXV Aprile, svoltare a sinistra ed imboccare la SS12. Svoltando ancora a sinistra imboccare Piazzale Porta Nuova e poi, a destra la Circonvallazione Oriani; girare a sinistra nuovamente in Corso Porta Nuova e continuare su via Dietro Anfiteatro fino a sbucare su Piazza Bra.

In autobus

Prendere l’autobus n°13 in direzione Corso Venezia nel piazzale esterno della stazione ferroviaria di Verona P.N., scendere in via degli Alpini 15 (distanza da percorrere: 4 fermate) davanti al Municipio, vicinissimo a Piazza Bra.

Contatti

Arena di Verona

Sito web: www.arena.it
Tel.: 045-8005151

Palazzo Barbieri

E-mail: politichedellacasa@comune.verona.it
Tel.: 045-8077704